Suggerimenti

Sembrar Pimientos: [Cultivo, Sustrato, Riego, Cuidados]

 Peperoni E ‘ il frutto commestibile della pianta dello stesso nome . Appartiene alla famiglia delle Solanacee, è un tipo di ortaggio da frutto  ed è imparentato con la patata , il pomodoro e la melanzana .

La sua introduzione in Europa è stato un importante passo avanti nella abitudini culinarie perché è stata usata come un sostituto per il pepe nero e, anche se le sue date di consumo a diversi secoli, la popolarità di alcune varietà che vengono consumati oggi sono recenti.

 sei interessato a piantare peperoni,  È importante sapere che, come tutte le solanacee , la tua pianta è molto esigente in nutrienti e richiede una buona dose di calore.

Tuttavia, se segui questa guida, nulla ti impedisce di potare i tuoi peperoni a casa.

Piantare i peperoni passo dopo passo:
  • Quando? Tra aprile e maggio.
  • dove ? Area che riceve molta luce solare. Almeno 7 ore al giorno.
  • Tempo di raccolta? Circa 30 giorni dall’impianto o il seme è germinato.
  • Come prepariamo il terreno? Asportato con motozappa, pH compreso tra 6,5-7. Ideale checi siano già stati semina di piselli.
  • Come paghiamo? Sono esigenti. Con materia organica decomposta come letame , ben mescolata alla terra. Anche getti di vite senza fine . Usa il compost nel caso lo abbiamo.
  • Come innaffiamo? Ideale, con gocciolatoio.
  • Quanto spesso annaffiamo? Sono esigenti con l’acqua. Nellacalda estate , circa 30-40 minuti al giorno. Altrimenti ogni 2-3 giorni circa 30-40 minuti. Guarda le foglie per determinare se hanno bisogno di più acqua.
  • Come seminiamo? Con il seme, seppelliamo circa 3 mm. Lasciamo uno spazio tra i semi di circa 2,5 cm. Con le scuole lasciamo un po’ più di spazio.
  • Come raccogliamo? Quando il colore dei peperoni inizia ad essere forte. Tagliamo il gambo.
  • Buone collaborazioni? Aglio , cavolo , bietole , basilico , melanzane , spinaci , piselli , le fave , lattuga , ravanelli e pomodori .
  • Associazioni sbagliate? Cetrioli .
  • Malattie e parassiti? Afide , ragnetto rosso , mosca bianca , tripide , tarlo, nematodi, oidiopsi , marciume grigio e marciume bianco.

Oggi possiamo trovare molti tipi di peperoni disponibili sul mercato e, se lo desideri, puoi scegliere quale varietà vuoi coltivare in base alla dimensione , al colore o anche al livello di calore che ti piace.

Per praticamente ogni varietà di pepe, c’è un modo per cucinarlo.

Sopporta molto bene le alte temperature , ma è abbastanza sensibile al freddo .

Per questo motivo la sua coltivazione avviene durante l’estate e parte dell’autunno, anche se grazie alla produzione in serra o alle colture idroponiche possiamo trovare peperoni sul mercato tutto l’anno.

Lo sapevate…
Con i peperoni verdi si può preparare una marmellata, che è molto adatta per preparare dolci o accompagnare cibi come i formaggi.

Di cosa abbiamo bisogno per piantare i peperoni?

Per seminare il pepe in modo efficace, nella nostra coltivazione devono essere presi in considerazione i seguenti requisiti:

Irrigazione del peperoncino

Per coltivare il peperone,  le innaffiature devono essere abbondanti e regolari.   Tuttavia, dobbiamo cercare di non superare la quantità di acqua.

Un eccesso di irrigazione potrebbe causare la caduta dei fiori .

Il terreno deve rimanere sempre umido al tatto. Questo è molto importante in quanto il peperone necessita di essere esposto al sole per lungo tempo .

Il peperone è composto principalmente da acqua quindi dobbiamo assicurarci che sia sempre ben irrigato.

L’ideale per questo tipo di colture è l’ irrigazione a goccia In questo modo ci assicuriamo che l’acqua non manchi senza allagare la pianta .

L’umidità ottimale si ottiene annaffiando ogni 1 o 2 giorni . Ma tieni presente che i peperoni coltivati ​​in climi più caldi potrebbero aver bisogno di più acqua.

Circa  2,5-5 cm. di acqua a settimana è la quantità consigliata, in condizioni di crescita moderate.

Ricorda che il peperone fine sopporta le alte temperature purché as c’è un’umidità adeguata Quindi, prima di piantare, assicurati che il terreno in cui li pianti  dreni facilmente.

Se il tuo giardino tende ad allagarsi , devi fare tutto il possibile per ripararlo.

Puoi creare pendenze per far scorrere l’acqua lateralmente e installare grondaie per facilitare la raccolta dell’acqua.

Un’altra tecnica efficace consiste nel creare cumuli di terra e piantarvi sopra i peperoni, in modo che sul fondo delle vostre piante si accumuli meno acqua .

Al momento della semina, aggiungi una buona quantità di pacciame , compost, torba o letame per gonfiare il terreno e aerarlo. Se aggiungi anche sabbia di fiume e la mescoli bene con la terra, il risultato sarà favorevole.

In casi estremi, è meglio installare una rete di tubi di drenaggio.

Lo sapevate…
Per ragioni ancora sconosciute, le persone allergiche al lattice possono essere allergiche anche al peperone.

Clima durante la coltivazione dei peperoni

 Sono abbastanza sensibili alle variazioni di temperatura . Se c’è una discrepanza tra le temperature diurne e notturne, questo può alterare lo sviluppo dei fiori.

Non ama affatto il gelo, quindi in autunno e in inverno è possibile coltivarlo solo in serra.

Suggerimenti per il tempo

Aspetta sempre l’inizio della primavera per piantare i peperoni.

La temperatura ottimale per un buon sviluppo varia tra 20 e 26 ºC

Le alte temperature provocano la caduta dei fiori , mentre le più basse producono peperoni piccoli e anche con difetti.

Il peperone è una pianta molto esigente alla luce , soprattutto nelle prime fasi di sviluppo e durante la fioritura.

Richiede almeno 6 ore di luce per la sua coltivazioneSebbene non richieda tanto sole quanto le melanzane , è più esigente del pomodoro.

Il sole diretto e pieno fornirà luce e calore sufficienti per stimolare la crescita delle tue piante.

La temperatura media per una buona crescita è compresa tra 20 e 26º C , tuttavia sopporta bene temperature più elevate, a condizione che l’umidità sia adeguata.

Proteggi le tue piante coperte di isolamento termico nelle notti fredde. Queste coperture intrappolano il calore di cui hanno bisogno i peperoni, fornendo anche una barriera contro la pioggia e i predatori.

Nutrienti

Peperoni sono molto esigenti in termini di nutrientisoprattutto potassio . Per lo stesso, è richiesto un grande abbonato.

Suggerimenti sui nutrienti

Fai una foglia di consolida a base di fertilizzante per aumentare i livelli di potassio .

L’assorbimento di potassio è determinante sulla colorazione e qualità dei frutti, ed aumenta progressivamente fino alla fioritura.

Dal punto di vista nutrizionale , anche il peperone è una pianta molto esigente di azoto durante le prime fasi di coltivazione, anche se tale richiesta diminuisce dopo la raccolta dei primi frutti verdi.

Se possibile, piantali in un campo dove hai appena piantato i piselli.

Di contro è anche molto esigente in fosforo con la comparsa dei primi fiori e con il periodo di maturazione dei semi.

Il peperone è molto esigente in termini di nutrizione del magnesio , aumentandone l’ assorbimento durante la maturazione.

I fertilizzanti più consigliati sono fertilizzanti semplici sotto forma di solidi solubili ( nitrato di calcio , nitrato di potassio, nitrato di ammonio, fosfato monopotassico, solfato di potassio, solfato di magnesio) e anche in forma liquida ( acido fosforico , acido nitrico).

Ciò che è noto come fertirrigazione carbonica , che consiste l’uso di acqua gassata per l’irrigazione, è anche raccomandato.

L’utilizzo dell’acqua gassata offre alcuni vantaggi nella coltivazione del peperone , come l’acidificazione del terreno , che facilita la solubilità e il corretto assorbimento dei nutrienti . Inoltre aumenta la qualità e il numero dei frutti e sostituisce l’uso di acido nitrico.

Si consiglia di assicurarsi di misurare il pH del terreno e regolare la necessità se necessario.

Gamma di valori di pH ottimale pH tra 6.5 e 7 sebbene possa resistere a determinate condizioni di acidità fino a 5,5 e in terreni sabbiosi può essere coltivato con valori di pH prossimi a 8.

Lo sapevate…
Il peperoncino ACE è un peperoncino ibrido sviluppato in laboratorio che ha più antiossidanti e vitamine di quelli normali. Si chiama così perché contiene le vitamine A, C ed E.

Substrato

I terreni più adatti alla coltivazione del peperone sono sabbiosi, particolarmente   profondi e ben drenati . È l’ideale che siano ricco di sostanza organica. 

Il peperone ha un apparato radicale profondo e basculante , con numerose radici orizzontali che possono raggiungere una lunghezza compresa tra 50 centimetri e 1 metro.

Suggerimenti sul substrato

Se il terreno è molto roccioso o tende ad allagarsi sotto la pioggia , valuta la possibilità di costruire un’aiuola rialzata per piantare i tuoi peperoni.

Il substrato deve avere un buon drenaggio , essere ben areato e soffice .

Sommario

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.