Suggerimenti

Come piantare l’ibisco nel tuo giardino: [Guida completa]

 Ibisco o ibisco siriaco È un bel fiore che ricorda i fiori di cellophan , per la sua consistenza molto simile alla carta.

Il genere hibiscus è della famiglia delle Malvaceae e comprende numerose specie ornamentali, anche se alcune sono di interesse economico.

Sono originari delle zone tropicali dell’Asia e dell’Oceano Pacifico dove possono raggiungere dimensioni ragguardevoli, ma nei climi temperati la taglia è più moderata.

Punti importanti quando si pianta l’ibisco
  • Quando seminare? primavera e autunno.
  • Dove seminare? Qualsiasi terreno è buono finché drena.
  • Come preparare il terreno? Usa la torba per drenare il terreno e preservarlo dal gelo.
  • Come innaffiamo? È di origine tropicale ma necessita di molta irrigazione in estate.
  • Quali associazioni favorevoli ha? Ibisco e crostini, intervallati da zenzero rosso, daranno un colore favoloso al tuo giardino.
  • Quali parassiti e malattie ha? Spider acari, cocciniglie, afidi e aleurodidi attaccano senza pietà.

Quando seminare l’ibisco siriaco?

Deve essere  seminare in primavera e in autunnoanche se tende a germogliare un po’ tardi in primavera, il che non dovrebbe preoccupare il giardiniere.

È sua natura non germogliare all’inizio della stagione , ma una volta fatto possiamo goderci questo fiore per due anni.

È in estate che acquista la sua particolare bellezza ; La sua abbondante fioritura inizia a giugno e dura fino a settembre.

Lo sapevate…
Ha più di 300 specie, ma le più conosciute sono la rosa della Siria o la rosa della Cina o il fiore del bacio o il fiore della Giamaica.

I loro colori sono rosa, rosso, blu, giallo, bianco e talvolta colori misti.

Può raggiungere diversi metri di altezza.

Dove piantare l’ibisco siriaco?

In qualsiasi luogo dove il terreno drena molto bene , perché questo è essenziale per lo sviluppo ideale della pianta .

Il campo di ibisco dovrebbe essere lontano da altre piante che potrebbero arrestarne la crescita.

Nella procedura di semina vengono utilizzati tre metodi:  semi. Un ibisco trapiantato. O un taglio. 

Puoi comprare un vaso di ibisco e trapiantarli in giardino ; questo metodo è più semplice e garantisce buoni risultati.

Se non sei esperto di giardinaggio , non è conveniente utilizzare il processo di taglio , perché è complicato.

Come prepariamo il terreno per la coltivazione dell’ibisco siriaco?

Il terreno deve drenare bene perché questo è importante per il normale sviluppo della pianta. Se il drenaggio diventa un problema, dovresti trapiantarlo in un’area che drena correttamente.

La torba può essere utilizzata per aumentare il drenaggio e seminare in linea retta, creando l’effetto di una siepe o di una recinzione colorata.

Se il terreno è arido , puoi sempre avere fertilizzanti o letame per prepararlo, ma l’ibisco ama i luoghi ampi per crescere.

Se il terreno è sabbioso, piuttosto che di torba , è meglio aggiungere un secchio di normale terriccio da giardino.

Come innaffiamo l’ibisco siriaco?

La cura dell’ibisco prevede una serie di passaggi, vale a dire:

  1. Essendo una pianta di origine tropicale, bisogna tenerla al riparo dal freddo e dal gelo ; Per crescere ha bisogno di una temperatura di 14-18 gradi Celsius nei mesi freddi.
  2. Richiede abbondanti annaffiature durante l’estate. Poiché fiorisce quando fa caldo, il terreno dovrebbe essere sempre umido e lontano dalle pozzanghere per drenare bene e crescere forte.
  3. Potalo in primavera ed elimina i rami morti e danneggiati per evitare che danneggino gli altri; dovresti anche rimuovere i vecchi gambi .

Come seminare l’ibisco passo dopo passo?

  1. I semi di ibisco dovrebbero essere seminati in solchi di atterraggio profondi centimetri , coperti di terra e annaffiati.
  2. Una volta che fioriscono, e le foglie e le giovani piante raggiungono i 20 centimetri, possono essere immerse in vasi.
  3. Per preparare gli ibischi che crescono in giardino, dobbiamo aspettare fino a luglio quando il cespuglio otterrà una massa fogliare sufficiente.
  4. Per la produzione di materiale di piantagione, le talee verdi dovrebbero essere tagliate ; il taglio non deve superare i 15 cm di lunghezza . Queste talee devono essere immerse per quindici minuti in una soluzione speciale per la crescita delle radici.
  5. Quindi, per piantare il vaso del trapianto , segui questi passaggi:
  6. Scava una buca larga tre volte il vaso del trapianto.
  7. La pianta va accuratamente riposta nella buca in posizione eretta e prima di riempire la buca aggiungere una certa quantità d’acqua , lasciandola assorbire completamente.
  8. Per riempire il foro si dovrebbe utilizzare la terra di scavo, premendo delicatamente per stabilizzarla.
  9. Innaffia di nuovo fino a quando il terreno non è completamente inzuppato.
  10. Applicare compost o fertilizzante attorno allo stelo, senza toccarlo, ma coprendo completamente il terreno disturbato.
  11. Quando è cresciuto, per la sua cura e potatura si può utilizzare un tagliasiepi elettrico .

Quali associazioni favorevoli ha?

Per quanto riguarda le possibili associazioni, è  conveniente per seminare diversi tipi di specie insieme per ravvivare il nostro giardino con i suoi fiori intensi e multicolori .

È adatto anche per piantare crostini di pane e ibisco di vari colori   insieme nel tuo giardino , se vivi in ​​una zona calda o tropicale . E se inframmezzi zenzeri rossi, vivrai intensamente lo spirito dell’autunno.

Quali proprietà ha l’ibisco?

 Ci sono molte proprietà dell’ibisco (fiore della Giamaica, fiore della Siria) che ci avvantaggiano. Vediamo.

  • È un ansiolitico naturale , perfetto negli infusi.
  • Regola la circolazione sanguigna e riduce la pressione.
  • Aiuta a perdere peso perché è un diuretico.
  • Regola il transito intestinale , facilita la digestione ed è lassativo.
  • Effetto antiossidante, protegge dall’invecchiamento precoce.
  • Contro i crampi perché contiene vitamina C, tiamina e riboflavina.
  • Risolve i problemi mestruali , perché crea un effetto rilassante sulla muscolatura uterina.

Quali parassiti e malattie ha?

L’ibisco è una pianta sensibile agli acari, cocciniglie, afidi e mosche bianche. Possono anche soffrire di malattie che indeboliscono il loro aspetto.

Le sue foglie possono ingiallire , sia per annaffiature eccessive che per mancanza di nutrienti , in tal caso si consiglia di ridurre la quantità di annaffiature e utilizzare fertilizzante ogni quindici giorni.

 I rimedi casalinghi per combattere i parassiti sono: 

  • Utilizzo del tabacco : polverizzate alcune sigarette, scioglietele in acqua per 24 ore e riempite un contenitore con un flacone spray con il quale spruzzeremo la pianta interessata.
  • Detergente liquido con acqua calda . Spruzza le piante e l’effetto sarà immediato
  • Olio di Neem per prevenire la moltiplicazione delle larve; applicalo al terreno delle piante colpite.
  • Piante repellenti per evitare parassiti , come lavanda , basilico , salvia , menta , timo , rosmarino e ruta .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.