Suggerimenti

Irrigazione degli asparagi: [Necessità, frequenza e procedura]

La coltivazione degli asparagi può essere considerata una delle più impegnative che esistano per le condizioni specifiche di cui hanno bisogno per svilupparsi.

Il livello di umidità del terreno è uno di quei fattori che ha un impatto diretto sull’ottenimento di asparagi vigorosi.

Per ottenere quell’ambiente perfetto, è essenziale conoscere tutti i dettagli che circondano l’irrigazione degli asparagi. E non devi cercare informazioni altrove perché in queste righe ti daremo tutti i dettagli. Noi iniziamo.

Punti importanti quando si innaffiano gli asparagi:
  • Frequenza di irrigazione: all’inizio e alla fine del ciclo produttivo, sarà sufficiente una volta alla settimana. Nel tempo di sviluppo del germoglio, aumenta a due settimanali.
  • Metodo di irrigazione: goccia a goccia.
  • Momento ottimale della giornata per l’irrigazione: al mattino, preferibilmente prima che il sole diventi molto caldo.
  • Identificare l’acqua in eccesso: germogli morbidi, marciume radicale.
  • Identificare la mancanza d’acqua: meno germogli, fogliame con segni di siccità e decomposto.

Che esigenze di irrigazione hanno gli asparagi?

Gli asparagi necessitano di un buon livello di umidità nel terreno in modo che i germogli possano produrre più fogliame. Questa produzione di fogliame ha un impatto positivo sul processo fotosintetico, che a sua volta influisce sull’energia per la pianta .

Quando ha un buon livello di energia, è in grado di investire di più nel compito di produrre più germogli, che daranno un raccolto migliore. L’irrigazione è quindi una parte indispensabile alla quale prestare particolare attenzione per ottenere ottimi risultati.

In ogni caso, l’ asparago vive momenti di maggiore o minore richiesta intorno all’irrigazione. Sia al momento della semina che nei giorni che precedono la raccolta necessita di meno acqua. In tempi di forte crescita, il fabbisogno idrico aumenta molto di più.

Come possiamo rilevare la mancanza di irrigazione negli asparagi?

La mancanza di acqua nell’asparago riduce le sue capacità di svolgere la fotosintesi necessaria quando si tratta di ottenere più germogli.

Nel caso di quelle esistenti, le poche annaffiature avranno un impatto negativo sul fogliame, facendolo apparire secco e di bassissimo vigore. Le foglie degli asparagi possono sembrare cadenti.

Ogni quanto bisogna innaffiare gli asparagi?

I rischi vanno stabiliti per tipologia a seconda della fase in cui si trova l’asparago. Appena effettuata la semina, un’annaffiatura a settimana sarà più che sufficiente per offrirle l’ambiente umido di cui ha bisogno per stabilirsi.

Quando i germogli inizieranno a formarsi e sviluppare il fogliame, dovrai aumentarli a due irrigazioni settimanali. Nella fase finale, poche settimane prima della raccolta, dovrai diminuire nuovamente l’ irrigazione a settimana .

Qual è il modo migliore per innaffiare gli asparagi?

Gli asparagi, anche quando si trovano nella fase più impegnativa dell’irrigazione, non tollerano le inondazioni. Ciò significa che il miglior metodo di irrigazione è il gocciolamento, utilizzando un flusso a bassa intensità.

In questo modo è possibile applicare la giusta quantità di acqua ma senza il rischio di un eccesso di stoccaggio. Tieni conto che in tutto questo ha molto a che fare con il fatto che il terreno ha un buon livello di permeabilità, quindi dovresti valutare bene il terreno.

Con un flusso basso, la terra sarà in grado di assorbire l’acqua a poco a poco e il rischio di applicare troppa acqua è notevolmente ridotto. Se non è possibile stabilire l’irrigazione a goccia , è consigliabile affidarsi a micro irrigazione a pioggia , in modo che l’acqua viene distribuita in una piccola quantità.

Come rileviamo l’acqua in eccesso negli asparagi?

Il ristagno idrico è un problema molto preoccupante nelle piantagioni di asparagi perché danneggia gravemente la salute della pianta . Quando questi si verificano, la prima area che verrà interessata saranno le radici perché saranno annegate da tanta umidità.

Ciò porterà con sé un’alta probabilità di comparsa di funghi e marciume radicale che si verificano giorni dopo. Inoltre i germogli non sfuggono alla possibilità di essere colpiti quando l’acqua è in maggiore quantità, arrivando molte volte a coprire parte della loro struttura.

In questi casi perderanno forza e a poco a poco moriranno . Da notare che il recupero di un asparago affetto da eccesso di acqua è una questione complessa. Essendo specie di asparagi che si sviluppano per diversi anni a causa del loro tipo di impianto, la cura in termini di irrigazione è maggiore.

Pertanto, tutti gli aspetti relativi a questo devono essere considerati in modo molto dettagliato, compresi ovviamente i tempi di pioggia. Con una buona pianificazione e l’uso della logica, l’irrigazione degli asparagi finirà per essere un compito molto facile da completare.

Forse ti interessano anche:
  • 3 tipi e varietà di asparagi più famosi

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.