Suggerimenti

La pianta di verbena: [Semina, cura, irrigazione e substrato]

La verbena è una pianta annuale perenne, francamente perfetta per la coltivazione in vaso o vasi appesi .

Il suo nome scientifico è Verbena Officinalis . E circa 200 tipi sono già stati classificati ufficialmente perché la sua grande adattabilità ha generato molte varianti o mutazioni.

Può crescere ovunque sul pianeta.

Non è molto influenzato dai cambiamenti climatici , ma dove è più dato il problema ambientale è quando viene coltivato nel sud-est Europa.

Caratteristiche della verbena

Le sue foglie sono piccole e di colore verde intenso. Può essere considerata una pianta ornamentale , e cresce in modo spettacolare in terreni selvaggi.

La colorazione dei suoi fiori variegati è particolare, perché varia nei toni che vanno dal bianco al rosso e una gamma di malva di grande impatto che farà la sensazione della tua casa, perché al chiuso vive senza grossi problemi .

La sua spettacolare fioritura inizia in primavera e può durare fino all’autunno . Da buona pianta di origine strisciante, le sue foglie sono semplici ma opposte tra loro.

In esterno , la tonalità viola del fiore si espande drammaticamente.

Lo sapevate…?
“”Lacrime di Iside” è un soprannome per verbena e probabilmente uno dei nomi di fiori più belli che abbiamo mai visto.

Sebbene il fiore sia originario dell’America e dell’Asia, è una pianta popolare in tutto il mondo.

Temperatura: Dove seminare la Verbena?

Sopporta naturalmente climi molto caldi , senza danni principali o collaterali.

E gli estremi, di temperature bassissime, li sopporta anche con grande stoicismo.

La verbena ha bisogno di almeno sei ore di luce solare al giorno, preferisce un terreno ben drenato ma non è esigente sulla qualità del suolo.

Questi requisiti non sono insoliti per la maggior parte delle annuali, ma a differenza di altre piante più resistenti, la verbena non fa bene quando viene leggermente trascurata. Senza cure regolari diventerà un’aiuola bruciata e un fogliame poco attraente.

Fortunatamente, quell’attenzione in più non richiederà molto del tuo tempo.

Tieni presente che se coltivi i tuoi fiori in piena terra, richiederanno meno attenzioni in quanto le loro radici possono “scavare più a fondo” e spesso risolvere i propri problemi, mentre le piante coltivate in vaso necessitano di cure molto più frequenti e regolari poiché si trovano in un ambiente più isolato.

Luce: che bisogno di luce hai?

Dovresti avere questa pianta in una zona molto luminosa della tua casa , ma che allo stesso tempo abbia una semiombra che la protegga dal sole inclemente.

Substrato e Compost: come prepariamo il terreno?

Il substrato deve essere quello che meglio controlla la disidratazione dell’acqua di irrigazione .

Non c’è peggior nemico per le tue radici dell’acqua stagnante nel vaso.

Nel periodo di fioritura va potenziato con l’applicazione di un fertilizzante organico di ottima qualità.

Un terreno sabbioso è molto conveniente per questo, nonostante il fatto che la Verbena non richieda nulla e in realtà si adatti a qualsiasi tipo di substrato, poiché questa pianta appartiene a una modalità subnitrofila.

Irrigazione: quanto e come?

Gli esperti di giardinaggio consigliano di annaffiare questa perenne solo una volta alla settimana per evitare che affoghi e muoia per marciume radicale o, nel migliore dei casi, la comparsa di funghi molto fastidiosi.

È sempre più comune vederlo in vaso o in vaso, all’interno delle case, perché in realtà richiede pochissimo e regala uno spettacolo visivo indimenticabile.

Lo sapevate…
Ma è molto importante considerare quanto segue: se l’ambiente in cui coltivate la pianta è caldo, dovete effettuare una potatura in autunno.

Se questo dono non viene dato, la pianta morirà danneggiata dalle correnti d’aria fredde. Invece, rimarrà con te più a lungo se lo poti correttamente.

È comune approfittare della sua [bellezza per realizzare varie decorazioni in centrotavola, terrazze, case e molto altro.

Possibili problemi di verbena

La verbena è una delle piante da fiore più libere che possono essere coltivate, soffre di pochi problemi di parassiti o malattie.

Quando ci sono problemi, di solito sono causati da una mancanza di luce solare sufficiente o da terreno scarsamente drenato. Ecco alcuni segnali di stress e cercare possibili soluzioni.

Scarsa fioritura

Le piante da fiore scadenti sono spesso il risultato di troppa ombra.

Sposta i tuoi festival in un luogo del giardino dove ricevono 6 o più ore di sole. Le verbene si riprendono bene dopo essere state trapiantate, quindi non esitare a trasferire le tue piante in una posizione migliore.

Muffa

L’oidio è il problema più comune riscontrato nelle verbene e anche le varietà più recenti resistenti all’oidio non sono immuni.

Assicurati di dare alle tue piante uno spazio adeguato per una buona circolazione dell’aria ed evita di annaffiarle dall’alto. Non innaffiare le piante nemmeno di notte, così il fogliame non rimane bagnato durante la notte.

Lenzuola gialle

Foglie gialle , scarsa fioritura e marciume radicale sono segni di scarso drenaggio. Spesso puoi salvare le tue piante trapiantandole in un’area con un migliore drenaggio o in letti rialzati.

Per le piante coltivate in vaso, aggiungi più fori di drenaggio.

Acari di ragno

Gli acari di ragno sono uno dei pochi parassiti che rappresentano un problema per la verbena.

Se vedi una ragnatela sulle tue piante e le foglie sono scolorite, prova a spruzzare il fogliame con un forte getto d’acqua o usa un sapone insetticida . Evita gli insetticidi chimici che possono danneggiare gli impollinatori.

Domande frequenti sulla verbena

E la verbena al limone?

Un membro popolare della famiglia delle verbena, la verbena cedrina ( Aloysia triphylla ) appartiene in realtà a un altro genere.

Le sue foglie emanano un profumo di limone quando vengono strofinate e sono ampiamente utilizzate in aromaterapia, profumo, medicina e come erba culinaria.

E la verbena blu?

Conosciuta principalmente per il suo uso come erba medicinale , la verbena blu ( Verbena hastata ) cresce da 2 a 6 pollici di altezza e fiorisce da luglio a settembre. In natura forma colonie con rizomi a lenta diffusione e autosemina.

E la verbena viola?

Esistono anche varietà di verbena alta ( Verbena bonariensis ), chiamata anche verbena brasiliana o verbena del tetto viola .

Le piante sono alte da 120 a 150 centimetri, crescono normalmente ogni anno e hanno grappoli di fiori di 5 centimetri su steli sottili ma robusti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *