Suggerimenti

La verità sul piantare sulla luna

A chi non piace uscire in giardino con la luna piena? C’è qualcosa di magico nel modo in cui la luce cambia l’aspetto delle cose. Ma la luna è più di un bel viso, ha più a che fare con la salute del vostro giardino di quanto pensiate. Anche se il giardinaggio del ciclo lunare può sembrare un po’ folcloristico, il concetto si basa su una certa scienza. Piantare sulla Luna può rendere le vostre piante più produttive.

La maggior parte delle persone piantano quando fa loro comodo, per esempio quando il tempo è bello o quando la famiglia è a casa e può aiutare. Ma ci sono vantaggi a piantare in diversi stadi lunari. Quando piantiamo in questo modo, otteniamo le migliori condizioni di crescita per le nostre piantine. Ci aiuta ad avere piante più sane che producono meglio.

Come funziona la piantagione sulla luna? Ovviamente, la Luna ruota intorno alla Terra. Gli esseri umani hanno osservato questo fenomeno celeste e hanno classificato la luna in quattro cicli, ciascuno definito dalla parte della luna che ci è visibile. Da questo derivano i termini luna piena, primo quarto di luna, luna nuova e terzo quarto di luna. Questi cicli lunari hanno un effetto su tutto il pianeta, e questo include il vostro giardino.

La luna colpisce diverse aree di coltivazione, compreso il livello di umidità delle piante e la quantità di luce solare riflessa che ricevono di notte, influenzando tutto, dall’umidità del suolo alla crescita delle radici e alla resa delle foglie. Inoltre, i semi si gonfiano e si preparano a germinare durante alcuni cicli lunari.

La semina con cicli lunari è un’antica tradizione. Infatti, la prima guida alla semina lunare fu scritta nel Medioevo. Il giardinaggio sulla luna esiste da molto tempo perché ha qualche pregio. Una volta che sapete come fare, potete sfruttare il potere della luna per migliorare i vostri raccolti.


La scienza di tutto questo

Giardinaggio sulla luna. Sembra fantascienza o ci ricorda i pagani che ballano sotto la luna piena. Tuttavia, questo metodo di giardinaggio è veramente scientifico.

La luna ha quattro fasi fondamentali che durano circa sette giorni ciascuna. Ogni mese la luna attraversa regolarmente queste quattro fasi. Queste fasi sono segnate dalla parte della luna visibile dalla Terra e dalla luminosità o dall’oscurità della luna. Noi la chiamiamo la luminosità della luna.

Probabilmente avete imparato alle elementari che le maree sono influenzate dalla luna. C’è un’attrazione gravitazionale tra la Luna e la Terra. Mentre la Luna si muove sul nostro pianeta, tocca grandi corpi d’acqua come gli oceani. Questo causa alte e basse maree.

La luna è l’oggetto più vicino alla Terra che esercita un’attrazione gravitazionale. Anche il sole ha questo potere, ma è troppo lontano per influenzare cose come il flusso e il riflusso dell’acqua. Tuttavia, quando la luna e il sole sono su lati opposti della terra, hanno un’attrazione combinata che crea le maree più grandi.

Lo stesso vale per l’umidità del suolo, ma su scala ridotta. L’umidità del suolo viene risucchiata dal terreno intorno al periodo della luna piena. Quando la luna è piena o nuova, provoca una maggiore attrazione gravitazionale sul pianeta, facendo salire l’acqua in superficie.

Gli scienziati hanno testato la comparsa di semi sotto diversi cicli lunari e hanno dimostrato che i semi assorbono più acqua durante la luna piena.


Impianto dalle Fasi della luna

Tra la luna nuova e quella piena, la luna “cresce” o diventa più luminosa. Poi, dalla luna piena all’ultimo quarto, la luna “tramonta” o diventa più scura.

Il giardinaggio che utilizza i cicli lunari ci dice quando è meglio piantare semi, potare o coltivare il terreno secondo la fase lunare. Fondamentalmente, le colture di superficie vengono piantate quando la luna è in calore e le colture sotterranee quando sono in declino.


Luna nuova o primo trimestre

La luna nuova trascina l’acqua sul terreno. Se avete appena piantato i semi, li farà gonfiare e aprire. Questa è la prima fase della loro crescita. Si pensa anche che la luna nuova faccia crescere la giovane pianta in modo equilibrato tra lo sviluppo delle foglie e delle radici.

Le piante migliori da piantare in questo periodo sono quelle che producono semi che non si formano all’interno del frutto. Pensate a piante come lattuga, cavoli, spinaci, cavoli, broccoli, pomodori e zucche.


Luna del secondo trimestre

Durante il secondo quarto di luna c’è meno attrazione gravitazionale, ma c’è ancora molta luce lunare. Fa bene allo sviluppo delle foglie. Le piante che crescono bene durante questo periodo sono quelle con foglie più grandi come zucche, meloni e fagioli.

Se piantate verso la fine di questo ciclo e poco prima della luna piena, avrete una crescita ottimale perché il terreno ha più acqua e la luna è luminosa.


Luna piena o terzo trimestre

Durante la luna piena, la luce è brillante e l’attrazione gravitazionale è al massimo. Questa fase è buona per lo sviluppo delle radici delle piante.

Le colture migliori da piantare in questo periodo sono le colture di radici come carote, rape e barbabietole. Questo è anche il momento di piantare bulbi e trapiantare piante perenni.


Quarto di luna

Il quarto trimestre è il “periodo tranquillo” della luna. C’è meno luce e meno attrazione gravitazionale.

Questo è considerato il momento migliore per il giardinaggio. La potatura, la coltivazione e la raccolta sono attività perfette in questo periodo perché un basso livello di umidità significa meno danni alle piante.


Linee guida regionali

Tutto questo significa che dobbiamo ignorare le linee guida regionali? Certo che no. Il vostro clima è un fattore importante nella pianificazione del vostro giardino.

Quando piantate al limite della luna, fate attenzione anche alla vostra regione. Le date del calendario lunare cambiano a seconda della regione del paese in cui si vive. La Spagna ha quattro regioni che coprono aree geografiche diverse.


Piantare per segni zodiacali

Oltre a piantare secondo il ciclo lunare, alcune persone, in passato e anche oggi, hanno piantato secondo i segni dello zodiaco. Nell’antica tradizione dell’astrologia, ci sono 12 segni diversi. Questi segni si dividono in quattro elementi naturali: acqua, aria, terra e fuoco. Anche se non c’è molta scienza a sostegno di questa antica filosofia del giardinaggio, è divertente capire cosa implica il concetto.


Acqua

I segni zodiacali che rappresentano l’acqua sono il Cancro, i Pesci e lo Scorpione. Durante i mesi corrispondenti a questi segni, è considerato il momento migliore per piantare perché il seme o la pianta assorbe l’acqua. Si pensava che lattuga, verdura e brassica potessero trarre il massimo beneficio dall’essere piantate in questo periodo.


La Terra

I segni terreni sono Toro, Vergine e Capricorno. Si è pensato che fosse meglio piantare le radici durante i mesi di questi segni.


Aria

Si pensava che i segni d’aria fossero buoni per la fioritura, ma non per la piantagione, in quanto il terreno era ritenuto asciutto in questo periodo. Così, i segni della Bilancia, dei Gemelli e dell’Acquario erano considerati un buon momento per la raccolta e la coltivazione del terreno.


Fuoco

Segni di fuoco come il Leone, l’Ariete e il Sagittario erano considerati secchi e non buoni segni di semina. La potatura e la diserbo sono buone attività durante gli incendi. Si è anche pensato che fosse utile raccogliere e conservare i raccolti durante questi cicli.


La linea di base

In questi tempi moderni, il giardinaggio sulla luna può sembrare stupido o superstizioso. Inoltre, la coordinazione con il ciclo lunare potrebbe non adattarsi bene al nostro frenetico stile di vita. Ma piantare sulla Luna ha un valore scientifico e può aiutarci ad avere un giardino migliore.

Ho anche il particolare piacere di connettermi con la natura a un livello che comprende l’universo e non solo il mio clima e la mia regione. L’attenzione ai cicli lunari mi mette in contatto con l’intero pianeta, con i miei antenati e con i giardinieri che mi hanno preceduto.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *