Suggerimenti

Lenticchie in crescita in giardino: semina, raccolta e altro

Ciao a tutti agrohuerter! Nell’articolo di oggi impareremo come coltivare le lenticchie nei nostri giardini. Vedremo come preparare il terreno, quando seminare, di che cure ha bisogno e, infine, quando raccogliere.

Comincio con un detto che mi diceva sempre mia nonna: “Lenticchie, cibo d’altri tempi, se vuoi puoi mangiarle e se no lasciale”. Anche se alla fine dovevo sempre mangiarlo tutto…

INTRODUZIONE ALLA CULTURA DELLA LENTICCHIA

Nel mondo scientifico la lenticchia è conosciuta come Lens culinaris e appartiene alla famiglia delle leguminose, dette anche Fabaceae.

È una pianta erbacea annuale i cui fusti misurano circa 40 cm, i suoi fiori sono bianchi con nervature violacee e possiede organi detti “viticci” per meglio tenersi.

Il suo frutto è un piccolo baccello (vedi immagine sotto) che contiene 2 o 3 semi (lenticchie) a forma di disco.

Le origini della lenticchia risalgono all’Iraq dove è coltivata da più di 8000 anni. Successivamente si diffuse in altri paesi fino a raggiungere l’Europa e infine l’America. È un alimento molto nutriente che si è sempre distinto per il suo alto contenuto di ferro. Quindi una buona purea di lenticchie non farà mai male.

Per quanto riguarda i dati di produzione… I maggiori produttori mondiali di lenticchie sono Canada, India e Turchia.

COME COLTIVARE LE LENTICCHIE IN GIARDINO

1. PREPARAZIONE DEL TERRENO E SEMINA

Come abbiamo detto in altre occasioni, la semina è fortemente dipendente dalle condizioni meteorologiche. Se siamo in climi freddi, la semina avverrà a fine inverno. Se invece ci troviamo in un clima caldo, la semina avverrà in autunno. Ovviamente il giorno prima della semina è molto importante mettere a bagno i semi per favorire la loro successiva germinazione.

Il terreno sabbioso e ben drenato sarà l’ideale per le lenticchie ricche e ricche. La temperatura ottimale per il suo sviluppo è intorno ai 28ºC e un pH compreso tra 5,5 e 9. Si consiglia di utilizzare qualche tipo di fertilizzante organico per rendere il terreno più spugnoso.

Una volta che avremo tutto pronto, faremo un buchetto e metteremo 2 o 3 semi profondi un paio di centimetri. Copriamo di nuovo con terra e applichiamo un’irrigazione. Si consiglia di lasciare circa 20 cm tra pianta e pianta.

2.  CURA DI CUI DOBBIAMO TENERE IN CONTO

Una delle cure fondamentali di cui dobbiamo tenere conto quando coltiviamo le lenticchie, come in altre colture, è eliminare le erbacce. Queste erbe possono ospitare parassiti o malattie e sottrarre risorse alla nostra pianta.

Tra le principali erbe infestanti che danneggiano le lenticchie ci sono l’erba e il cardio country.

3.  IRRIGAZIONE E TRATTAMENTI

Si può dire che la lenticchia sia una coltura relativamente resistente alla siccità e quindi può prosperare in molti luoghi. Nonostante ciò, si consiglia di mantenere umido il terreno , in modo da poter effettuare annaffiature periodiche.

I fabbisogni idrici sono maggiori all’inizio della piantagione, poi diminuiranno.

4. RACCOLTA DI LENTICCHIE

La raccolta o raccolta avverrà alla fine della primavera o dell’estate quando vedremo che le nostre lenticchie hanno un colore tra il verde e il giallo.

PARASSITI E MALATTIE DELLE LENTICCHIE

Le lenticchie non vengono risparmiate dall’avere i propri parassiti e malattie. Farò un articolo nei prossimi giorni specifico su questo argomento ma se dovessimo evidenziarne alcuni sarebbero:

  • Parassiti : l’afide nero e il punteruolo.
  • Malattie : principalmente fungine, i funghi più comuni sono quelli del genere Fusarium e Ascochyta.

ASSOCIAZIONE DI LENTICCHIE CON ALTRE COLTURE

La lenticchia, essendo una delle colture azotofissatrici, è favorevole ad associarla ad altri tipi di colture che non lo sono. Per esempio:

  • Legumi (fagioli, ceci, fagioli, lenticchie o piselli) + cucurbitacee (zucchine, cetrioli, meloni, angurie, …) + graminacee (cereali, riso o mais)
  • Legumi + Ombrellifere (carota, sedano, prezzemolo, …) + Crocifere (cavolo, broccoli, rape, …)

Infine, le lenticchie sono uno degli alimenti che si possono consumare sotto forma di germogli, come abbiamo spiegato negli articoli precedenti. Se vuoi imparare a produrre i germogli di lenticchia, ti lascio un video dove ce lo spiegano passo passo. Spero ti sia d’aiuto!

Per oggi è tutto, spero che l’articolo vi sia piaciuto e che stiate iniziando a coltivare le lenticchie nei vostri orti. Puoi raccontarci le tue esperienze nei commenti. Ci vediamo al prossimo articolo!

Buona giornata!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *