Suggerimenti

Lista de 30 Frutas Tropicales y Exóticas: [Imágenes y Características]

Amo la frutta. Generalmente. Ma ho un debole per i frutti tropicali.

È relativamente di recente che ho scoperto l’avocado o il mango e ho piantato entrambi gli alberi nel mio giardino . Inoltre, quando sono di stagione, li compro SEMPRE.

In questo articolo ti mostreremo un elenco dei principali e più famosi frutti tropicali che puoi mangiare e/o piantare nel tuo giardino. Inoltre, aggiungeremo una breve descrizione delle sue caratteristiche.

Ti iscrivi?

Cosa sono i frutti tropicali?

Il frutto tropicale è qualsiasi frutto prodotto da un albero originario dei tropici.

I tropici sono generalmente definiti come la regione del globo situata tra il Tropico del Cancro e il Tropico del Capricorno, e le condizioni ambientali sono uniche, creando un habitat per animali e piante incredibilmente diversi.

Molti frutti tropicali sono stati usati dall’uomo per secoli e alcuni frutti sono molto richiesti in tutto il mondo.

Alcuni frutti tropicali sono abbastanza conosciuti in tutto il mondo.

Melograni , mango, papaia , avocado , banane , ananas, guaiave, frutti di bosco, kiwi , datteri e frutto della passione sono alcuni esempi ben noti.

La banana, infatti, è uno dei frutti più venduti al mondo, grazie alla facilità con cui può essere coltivata, raccolta e trasportata. Molti di questi frutti sono disponibili nei grandi mercati durante tutto l’anno, grazie alla fornitura costante di frutta dai tropici.

   

Papaia

Cristoforo Colombo definì la papaia “il frutto degli angeli” ea ragione.

La papaya è dolce e succulenta e offre anche numerosi benefici per la salute. Ricco di antiossidanti e flavonoidi, oltre a tonnellate di vitamine e minerali, è uno dei frutti più sani della natura.
  • Per saperne di più: Come piantare un albero di papaya

La Lucuma

Secondo i peruviani, la maggior parte delle persone non mangia direttamente questo frutto tropicale, ma ne apprezza molto il sapore aggiungendolo ad altri alimenti. La consistenza della lacuma non è molto gradevole, da quello che si capisce, ma è dolcissima!

Lo mettono in torte, torte, budini, gelati e altri dolci.

 

Pacay

Il pacay, pacae, jinicuil o guaba, Inga feuilleei. Questi alberi che portano questi frutti tropicali crescono fino a 18 metri di altezza e producono baccelli allungati e cilindrici che pendono dai rami.

I baccelli verde scuro variano di dimensioni, in media da 3 a 30 centimetri di lunghezza, e possono essere diritti o leggermente curvi, con una consistenza densa e coriacea.

All’interno del baccello, una polpa bianca, simile al cotone e dalla consistenza spugnosa, contiene molteplici semi neri e lisci. Il numero dei semi varia in base alla grandezza del baccello, e quelli grandi possono contenere fino a 20 semi.

La polpa bianca e gommosa del frutto Pacay è commestibile quando è fresca e ha un sapore leggermente dolce che ricorda la vaniglia.

I semi neri non sono commestibili crudi e devono essere cotti prima del consumo, sviluppando un sapore delicato e di nocciola.

 

Schiacciare

Il chayote ( Sechium edule ), noto anche come mirliton (inglese britannico), choko, tayota, chocho (Giamaica) e chuchu (Brasile), è una pianta commestibile appartenente alla famiglia delle zucche, le Cucurbitaceae .

Il chayote era uno dei numerosi alimenti introdotti nel Vecchio Mondo durante lo scambio colombiano. Sempre in questo periodo, la pianta si diffuse dalla Mesoamerica ad altre parti dell’America, cosa che la fece integrare nella cucina di molte altre nazioni latinoamericane.

Il frutto tropicale del chayote viene utilizzato per lo più cotto.

Quando è cotto, il chayote viene spesso maneggiato come la zucca estiva ; è generalmente leggermente cotto per mantenere la sua consistenza croccante.

Il chayote crudo può essere aggiunto a insalate o salse, quasi sempre marinato con succo di limone o lime, ma è spesso considerato particolarmente sgradevole e di consistenza dura. Sia crudo che cotto, il chayote è una buona fonte di vitamina C.

cachi

Il cachi è il frutto commestibile di diverse specie di alberi del genere Diospyros.

Il più coltivato è il cachi orientale, Diospyros kaki.

Il cachi è un frutto tropicale che appartiene alla famiglia delle Ebenaceae e diverse specie del genere che non sono i cachi vengono coltivate per il legno di ebano. Nel 2019, la Cina ha prodotto il 75% del totale mondiale di cachi.

Rispetto alle mele, i cachi hanno livelli più elevati di fibra alimentare e alcuni minerali alimentari, ma generalmente non sono una fonte significativa di micronutrienti, ad eccezione del manganese (17% del valore giornaliero, DV) e della provitamina A beta-carotene (10% DV, tabella di cachi giapponesi crudi per quantità di 100 grammi).

In una quantità di 100 grammi, i cachi crudi sono una ricca fonte di vitamina C (80% DV) e ferro (19% DV).

I frutti di cachi contengono sostanze fitochimiche, come catechina, gallocatechina e acido betulinico.

Per saperne di più: Come coltivare i cachi.

 

Durian

Il durian è il frutto di diverse specie di alberi appartenenti al genere Durio.

Le specie Durio riconosciute sono 30, di cui almeno nove producono frutti tropicali commestibili, con oltre 300 varietà nominate in Thailandia e 100 in Malesia, dal 1987 Durio zibethinus è l’unica specie disponibile sul mercato internazionale: le altre specie sono vendute in le vostre regioni locali. È originario del Borneo e di Sumatra.

Conosciuto in alcune regioni come il “re dei frutti”, il durian si distingue per le sue grandi dimensioni, il suo odore forte e la sua corteccia ricoperta di spine. Il frutto può misurare 30 centimetri di lunghezza e 15 di diametro e di solito pesa tra 1 e 3 chilogrammi. La sua forma varia da oblunga a tonda, il colore del guscio dal verde al marrone e la carne dal giallo pallido al rosso, a seconda della specie.

Alcune persone trovano che il durian abbia una fragranza piacevolmente dolce, mentre altri trovano che il suo profumo sia opprimente, con un odore sgradevole.

L’odore suscita reazioni che vanno dal profondo apprezzamento all’intenso disgusto ed è stato descritto come cipolle marce, acquaragia e liquami . La persistenza del suo odore, che può durare diversi giorni, ha portato alcuni hotel e servizi di trasporto pubblico nel sud-est asiatico a vietare il frutto.

Tuttavia, il naturalista britannico del XIX secolo Alfred Russel Wallace descrisse la sua polpa come “una ricca crema pasticcera altamente aromatizzata alle mandorle” .

La polpa può essere consumata in vari stadi di maturazione e viene utilizzata per aromatizzare un’ampia varietà di dolci salati e dolci nelle cucine del sud-est asiatico. I semi possono essere consumati anche cotti.

 

Pompelmo

Il pompelmo o in termini scientifici Citrus maxima o Citrus grandis , è il più grande agrume della famiglia delle Rutaceae e il principale antenato del pompelmo.

È un agrume naturale, cioè non ibrido , originario del sud-est asiatico.

Con un sapore simile al pompelmo dolce, il pompelmo è comunemente consumato e usato in occasioni festive in tutto il sud-est asiatico. Come il pompelmo, il pompelmo ha il potenziale per interagire con i farmaci.

La polpa del pompelmo crudo è composta per l’89% di acqua, il 10% di carboidrati, l’1% di proteine ​​e un contenuto di grassi trascurabile. In 100 grammi apporta 38 calorie, ed è ricco di vitamina C (73% del valore giornaliero), senza nessun altro contenuto significativo di micronutrienti.

 

kumquat

I kumquat sono  piante perenni  e appartengono al genere Fortunella, da e alla famiglia delle Rutaceae dove sono presenti  4 specie di piccoli  alberi  e arbusti originari del Giappone e della Cina.

Le quattro specie di kumquat sono: Fortunella japonica, Fortunella hindsii, Fortunella polyandria, Fortunella  margarita . La  pianta  prende il nome da un tributo al botanico scozzese del XIX secolo Robert Fortune.

I nomi comuni per i kumquat sono: arancia nana, arancia cinese, arancia giapponese, kumquat, Cumquat o Quinoto.

I kumquat sono i più piccoli tra i tipi di agrumi esistenti. Sono anche chiamati aranci nani e hanno la forma di piccoli cespugli.

  • Per saperne di più : Come coltivare i kumquat.

kiwi

Il kiwi è la bacca commestibile di diverse specie di viti legnose del genere Actinidia.

Il gruppo di cultivar più comune di kiwi è ovale, delle dimensioni di un grande uovo di gallina: 5-8 centimetri di lunghezza e 4,5-5,5 cm di diametro.

Ha una buccia sottile, pelosa, fibrosa, acida ma commestibile, di colore marrone chiaro, e una polpa verde chiaro o dorata con file di piccoli semi neri commestibili.

Il frutto ha una consistenza morbida con un sapore dolce e unico. Nel 2018, la Cina ha prodotto la metà del totale mondiale di kiwi.

Il kiwi è originario della Cina centrale e orientale.

La prima descrizione documentata del kiwi risale al XII secolo, durante la dinastia Song. All’inizio del XX secolo la coltivazione del kiwi si diffuse dalla Cina alla Nuova Zelanda, dove avvennero le prime piantagioni commerciali.

Il frutto divenne popolare tra i militari britannici e americani di stanza in Nuova Zelanda durante la seconda guerra mondiale, e in seguito fu comunemente esportato, prima in Gran Bretagna e poi in California negli anni ’60.

Per saperne di più:

  • Come piantare un kiwi.
  • Varietà di kiwi.
  • Malattie e parassiti del kiwi.
  • Seminare il kiwi dalle talee.

Cannone

La carambola, nota anche come carambola o carambola, è il frutto dell’Averrhoa carambola, una specie di albero originario del sud-est asiatico tropicale.

Il frutto è comunemente consumato in alcune parti del Brasile, Sud-Est asiatico, Asia meridionale, Pacifico meridionale, Micronesia, parti dell’Asia orientale e Caraibi. L’albero è coltivato in tutte le aree tropicali del mondo.

Il frutto ha creste distintive che scendono lungo i lati (di solito 5-6). Quando viene tagliato in sezione trasversale, assomiglia a una stella, che gli dà il nome di carambola.

Tutta la frutta è commestibile, solitamente cruda, e può essere cotta o trasformata in condimenti, conserve, guarnizioni e succhi.

 

Avocado

Sicuramente conosci l’  avocado .  E sicuramente se hai un pezzo di terra, un piccolo frutteto o un  orto urbano , ti è passato per la mente di piantarlo, no? 

E l’avocado  può essere considerato uno dei frutti (trattare quante più verdure) più versatili, gustosi e benefici che esistano .

La sua popolarità è cresciuta molto negli ultimi decenni, soprattutto nel settore del benessere, della bellezza e del fitness, che lo mantengono come uno dei suoi grandi alleati per raggiungere  una vita più lunga e più sana .

L’avocado ha trovato il suo posto nella  cucina mediterranea  ed europea in generale, così come nei piatti tipici sudamericani e caraibici e in alcuni paesi asiatici, come il Giappone.

La sua consistenza cremosa e il sapore morbido lo rendono apprezzato da molti, e gli hanno dato la facilità di essere presente in preparazioni sia dolci che salate.

Per saperne di più:

  • Come piantare gli avocado
  • 8 tipi e varietà di avocado più famosi Famous
  • Come fertilizzare gli avocado: [Metodi, date e componenti da utilizzare]
  • Come potare un avocado: [Guida alla potatura dell’albero di avocado]

Kiwano

Il Cucumis metuliferus , comunemente chiamato cetriolo cornuto africano, melone con le corna, melone spinato, gelatina di melone, kiwano o cuke-a-saurus è una pianta rampicante annuale della famiglia dei cetrioli e dei meloni, Cucurbitaceae .

Il suo frutto ha spine a forma di corno, da cui il nome “melone cornuto”. Il frutto maturo ha buccia d’arancia e polpa gelatinosa verde lime, con un sapore fruttato rinfrescante e una consistenza simile a quella del frutto della passione o del melograno.

Il Kiwano è originario dell’Africa sub-sahariana ed è attualmente coltivato negli Stati Uniti, in Portogallo, Italia, Germania, Cile , Australia e Nuova Zelanda.

Il Kiwano è una pianta commestibile tradizionale in Africa. Insieme al cetriolo Gemsbok (Acanthosicyos naudinianus) e allo Tsamma ( melone di agrumi), è una delle poche fonti d’acqua durante la stagione secca nel deserto del Kalahari.

Nello Zimbabwe settentrionale è chiamato gaka o gakachika, ed è usato principalmente come spuntino o insalata, e raramente come decorazione. Può essere consumato in qualsiasi stadio di maturazione, ma quando è troppo maturo scoppia con forza per liberare i semi.

Il sapore del frutto è stato paragonato a una combinazione di banana e frutto della passione oa una combinazione di banana, cetriolo e lime. Quando lo testò per la prima volta dal vivo nel 1987, David Letterman lo descrisse come “orribilmente cattivo”.

Una piccola quantità di sale o zucchero può aumentare il sapore, ma il contenuto di semi può rendere il consumo del frutto meno conveniente rispetto a molti frutti comuni.

Alcune persone mangiano anche la buccia, che è molto ricca di vitamina C e fibra alimentare.

Frutto della passione

La sua popolarità nel mondo è dovuta al suo  frutto , chiamato anche frutto della passione, il cui contenuto è succoso, con  semi  e un ricco sapore acido.

Inoltre, può essere utilizzato per scopi  decorativi e persino piantato in vaso, così puoi averlo a casa senza inconvenienti.

Il frutto della passione  è una pianta dal fusto forte che cresce con metodo rampicante, non direttamente da un tronco come nel caso  dell’arancio .

Le sue foglie sono  sempreverdi  e il colore caratteristico è un  verde  vivace su tutta la struttura, dalla tessitura liscia.

Alla fine della semina, puoi dare il tuo primo raccolto circa 6 mesi dopo. Tuttavia, la sua durata approssimativa è di 10 anni.

Per saperne di più: Come seminare il frutto della passione.

 

Banana

La banana è un frutto allungato e commestibile, botanicamente è considerata una bacca, prodotta da diversi tipi di piante erbacee a fiore grande del genere Musa.

Il frutto varia per dimensione, colore e consistenza, ma è generalmente allungato e ricurvo, con una polpa morbida, ricca di amido, ricoperta da una scorza che può essere verde, gialla , rossa, viola o marrone a maturazione.

I frutti crescono in grappoli che pendono dalla sommità della pianta . Quasi tutte le moderne banane senza semi ( partenocarpo ) provengono da due specie selvatiche : Musa acuminata e Musa balbisiana.

Le specie di Musa sono originarie dell’Indomalaya tropicale e dell’Aus

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *