Suggerimenti

cos’è l’orticoltura

Hai sentito parlare di orticoltura e vuoi sapere di cosa si tratta? Ti piacciono i frutteti sia in terra che in città? Quindi continua a leggere perché in questo articolo di EcologíaVerde ti insegneremo cos’è l’orticoltura. Parleremo delle diverse tipologie che esistono e quali sono le principali differenze con l’agricoltura. Cercheremo di insegnarti tutti i concetti di base in modo semplice, oltre a darti una serie di consigli affinché, se non sei ancora un esperto, tu possa iniziare a produrre le tue verdure per il tuo consumo e quello dei tuoi cari quelli.

Cos’è l’orticoltura – definizione

Il termine orticoltura deriva dalla radice latina hortus che significa giardino o frutteto. Allo stesso modo, al suo interno, la parola cultura si riferisce alla coltivazione. Quindi, la Royal Spanish Academy (RAE) definisce l’orticoltura come la coltivazione di frutteti. O, più in generale, all’insieme delle tecniche e delle conoscenze relative alla coltivazione dei frutteti. In maniera più semplificata, possiamo definire l’orticoltura come la disciplina che si occupa della produzione di ortaggi o piante erbacee su piccole superfici destinate al consumo.

Cos’è il giardinaggio biologico

L’orticoltura biologica si riferisce alla coltivazione e produzione di ortaggi, frutta ed erbe aromatiche utilizzando tecniche completamente ecologiche per migliorare e conservare la terra. Inoltre, non vengono utilizzati fertilizzanti chimici o pesticidi.

Cos’è l’orticoltura ornamentale

L’orticoltura ornamentale si basa su principi estetici per la coltivazione sia di ortaggi che di alberi da frutto e fiori. In questo caso la sua coltivazione non è destinata al consumo, ma a scopo puramente decorativo, sia per esterni che per interni.

Cos’è l’orticoltura protetta

L’orticoltura protetta viene svolta attraverso un sistema produttivo basato sul miglioramento dell’ambiente naturale della coltura stessa. Ciò consente di ottenere risultati migliori, sia nella produzione che nella qualità dei prodotti ottenuti, superando in risorse e benefici quelli prodotti dall’orticoltura tradizionale.

Differenza tra agricoltura e orticoltura

Ci sono diversi punti chiave per differenziare l’agricoltura dall’orticoltura.

  • L’agricoltura si riferisce alla coltivazione di ampi tratti di terra per ottenere una maggiore produzione. Al contrario, l’orticoltura si riferisce alla coltivazione di piccoli appezzamenti per ottenere prodotti diretti al consumo.
  • L’agricoltura comprende altre attività come l’irrigazione, la potatura o il lavoro con gli animali sulla terra da coltivare. L’orticoltura si riferisce solo alla coltivazione di ortaggi o piante erbacee.
  • L’agricoltura non produce solo per ottenere cibo, ma anche altri prodotti per scopi come la produzione tessile, l’industria del legno e la produzione di carta, tra gli altri.
  • Un’altra grande differenza è che il termine orticoltura è un tipo specifico di agricoltura, quindi la sua specificità può essere vista più chiaramente rispetto a un concetto più globale.
  • La differenza principale è che l’orticoltura non ha bisogno di una vasta area per essere produttiva poiché la coltivazione degli ortaggi è qualcosa di molto più specifico. Infatti può essere svolta all’esterno dei grandi campi per essere prodotta in completa autonomia ed in ambiente domestico.
  • Infine, poiché richiedono meno spazio, i costi di produzione dell’orticoltura sono molto inferiori a quelli dell’agricoltura.

Suggerimenti di base per il giardinaggio

Se hai finalmente deciso di iniziare con un piccolo giardino, sia nel giardino di casa tua che nel tuo appartamento grazie alla realizzazione di un orto urbano, vogliamo darti una serie di consigli di base che dovresti tenere in considerazione prima di iniziare.

Terreno per frutteto e terreno agricolo

La prima cosa da tenere in considerazione è lo spazio che hai per il tuo giardino. Questo punto è molto importante per decidere sia il tipo di ortaggi che coltiveremo sia per posizionare l’orto in un luogo soleggiato. Inoltre, dobbiamo verificare lo stato del terreno agricolo e migliorarlo utilizzando altri prodotti per la coltivazione come torba e compost. Se hai intenzione di coltivare in un piccolo spazio all’interno della tua casa, potresti anche utilizzare altri elementi naturali come la fibra di cocco o l’humus di lombrico. Ciò contribuirà a creare un ambiente ottimale per la crescita delle piante.

Luce solare e accesso

Allo stesso modo in cui è necessario che il frutteto abbia dalle 6 alle 8 ore di sole al giorno, è importante che sia facilmente accessibile. Dobbiamo essere consapevoli, giorno per giorno, soprattutto i primi giorni, quindi deve essere in un luogo dove possiamo andare o accedere facilmente. Pertanto, eviteremo altri problemi derivati ​​come segni di parassiti o malattie nel frutteto.

Altri consigli per il giardinaggio in casa

Infine, ricorda che l’importante è coccolare quello spazio che hai trasformato nella nuova casa per le tue piante. Non solo per il suo valore estetico, ma perché può fornirti cibo di qualità che ti aiuterà ad avere una vita sana e a farti risparmiare a fine mese.

In questo altro articolo di EcologíaVerde spieghiamo più in dettaglio come realizzare un orto urbano in casa.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cos’è l’orticoltura, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.