Suggerimenti

Mosca bianca: prevenire e combattere il suo parassita nell’orto biologico

La mosca bianca è uno degli insetti che troveremo nei frutteti e nei giardini e che si distinguono facilmente. La mosca bianca, Trialeurodes vaporariorum , è piccola, misura tra 1 e 3 mm di lunghezza. Fa parte della famiglia degli Aleyrodidae , distinguendo più di 1.000 specie diverse di mosca bianca.

La mosca bianca è molto facile da spostare in giardino. Può causare gravi danni alle nostre colture, poiché, oltre a succhiare la linfa dalle piante, indebolendole e provocando la comparsa di clorosi , diffonde anche malattie (funghi e batteri). La perdita di linfa provoca una diminuzione dello sviluppo della pianta, pochi frutti, può anche farli seccare e cadere le foglie. Come se non bastasse, la mosca bianca, come l’ afide , secerne una melata che attira le formiche e in cui prospera quella audace.

La mosca bianca può attaccare colture di pomodoro , tabacco, zucca , melanzane, zucchine , cotone, fagioli , melone , cetriolo , anguria e peperone.

Uno dei segni che mostrano le piante che ci avvertirà della presenza della mosca bianca è che le foglie hanno dei piccoli puntini verdi più chiari del tono della foglia stessa. La sua preferenza sono i giovani germogli e le foglie.

La mosca bianca vive tra i 15 ei 30 giorni ed è molto facile da riprodurre, poiché il suo ciclo riproduttivo è breve, dando più generazioni in una sola stagione.

Prevenire l’infestazione di mosche bianche

Amano un clima caldo e temperato (tra 17 e 36 ºC). Compaiono nei periodi caldi dell’anno, cioè durante la primavera e l’estate, che è quando sono più attivi e quando i nostri frutteti e giardini sono più a rischio di soccombere ai loro attacchi.

Osserva attentamente e controlla periodicamente che la parte inferiore delle foglie sia priva di mosche e delle loro uova (queste ultime hanno solitamente una tonalità verde-giallastra). Molto caratteristica è anche la polvere bianca che lasciano sulla pagina inferiore della foglia, formando addirittura dei fili sottili.

Evitare l’ eccesso di azoto è essenziale per prevenire la proliferazione della mosca bianca.

Attuare rotazioni e associazioni delle colture

Promuovere la biodiversità e la policoltura nell’orto. Quindi ci saranno predatori naturali e parassiti non compariranno perché le popolazioni si autoregolano

Equiseto per prevenire l’infestazione di mosche bianche : tritare 300 g di equiseto fresco, se usate la pianta essiccata ne basteranno 150 g. Tagliatela a pezzetti e mettetela in un contenitore. Coprire bene con acqua, coprire e lasciar riposare per 12-15 ore. Trascorso questo tempo dobbiamo farlo bollire per 20 minuti. Togliete dal fuoco e quando si sarà raffreddata filtrate.

Per utilizzare l’equiseto devi solo diluire una parte di equiseto per 4 di acqua. Spruzzare nel tardo pomeriggio su tutta la pianta con particolare enfasi sulla parte inferiore delle foglie. Come prevenzione si può usare ogni 6 giorni e se si tratta di curare una zona già affetta da peste ripetere ogni due o tre giorni.

Conservare in frigorifero o in frigorifero per un massimo di 3 settimane.

Riflettente per prevenire l’infestazione di mosche bianche : puoi usare qualsiasi materiale riflettente come CD, fogli d’argento, ecc. Questo serve per allontanare la mosca bianca.

Neem (o neem) per prevenire l’infestazione di mosche bianche : dall’albero di Neem si estrae un olio che ha azione insetticida e fungicida, essendo molto utile per combattere moka bianca, afidi, cocciniglie, punteruoli, acari, ecc.

Acqua e sapone neutro per controllare l’infestazione della mosca bianca : in 1,5 litri d’acqua aggiungete un cucchiaio di sapone neutro e spruzzate le vostre piante. Fatelo nel tardo pomeriggio una volta alla settimana.

Calendula e Basilico per respingere la mosca bianca : calendula o calendula e basilico sono piante che respingono la mosca bianca. Piantalo in aree strategiche del tuo frutteto o giardino.

Metodi ecologici per eliminare l’infestazione da mosca bianca

Spruzzare con l’equiseto seguendo le indicazioni fornite sopra.

Trappole cromatiche per infestazione da mosca bianca : si tratta di trappole che hanno un colore giallo molto attraente. Li potete trovare al mercato oppure potete farli anche voi in casa da un contenitore che avete di questo colore. Spruzzate dell’olio sulla superficie e la mosca, che è attratta dal colore giallo, si avvicina e si attacca all’olio. Se ne consiglia l’uso in casi specifici e per brevi periodi di tempo. .

Tanaceto per la peste della mosca bianca : questa pianta ci aiuta a controllare le popolazioni di mosche bianche, bruchi, vermi, afidi, cocciniglie o formiche. Si prepara l’equiseto come prima indicato e si diluisce 1 parte di tanaceto con 8 di acqua. L’intera pianta viene ben irrorata a fine giornata e ripetuta dopo 6 giorni.

Sapone di potassio : combatte diversi tipi di parassiti e può essere una soluzione per un’infestazione persistente di mosche bianche. Se spruzzi con Neem diverse ore dopo aver applicato il sapone di potassio, il risultato sarà notevolmente migliorato.

Assenzio : è una pianta che non possiamo smettere di coltivare nell’orto o in giardino. Molto utile per respingere i parassiti e per combatterli. Con 300 g di assenzio per litro d’acqua e far bollire per 5 minuti. Deve essere sempre coperto. Togliete dal fuoco e lasciate riposare per 24 ore. Filtrare e spruzzare le piante due volte al giorno. Non c’è bisogno di diluire.

Per vedere altri articoli e manuali su come evitare e combattere i parassiti in modo ecologico dai un’occhiata qui

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.