Suggerimenti

Ortaggi da frutta: [Pianta, cura e tipi]

Cosa sono gli ortaggi da frutto?

Secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’ agricoltura , FAO (2018), la parola vegetale è molto utile quando si fa riferimento alla nutrizione e in termini di terminologia domestica .

Tuttavia, gli alimenti indicati come verdure o verdure includono frutta come pomodori e zucca , foglie come bietole , radici come carote e persino steli come il sedano e fiori come il cavolfiore .

Tipi di frutta verdura

Sono classificati in frutti di belladonna , che sono a forma di bacca con buccia e carnosità; e nelle cucurbitacee, che sono quelle che tendono ad avere consistenze a buccia spessa e contengono una grande quantità di acqua.

In questo senso, gli ortaggi da frutto sono classificati come segue:

Pomodoro

È del tipo cespuglioso , viene coltivato annualmente.

Con un apparato radicale molto   ampio , fusto angoloso ricoperto di peli ghiandolari , con foglie alterne con una grande fogliolina terminale e margini seghettati, il suo frutto è a forma di bacca di colore rosso, verde o giallo.

È una delle verdure più consumate , poiché fornisce vitamine A e C in quantità elevate e sali minerali, principalmente in potassio . Inoltre, poiché ha vari usi culinari , è importante per il cibo.

 Guida completa per piantare pomodori. 

Pepe

È di tipo erbaceo, viene coltivato annualmente.

Con radice profonda e fittonante , con fusto eretto e foglie intere, glabre e lunghi piccioli , di colore verde intenso e lucente, con frutto a forma di bacca cava di colore verde, rosso, giallo o arancio.

È un ortaggio da frutto molto ricco di vitamine A, C, B1, B2 e P. I pigmenti che gli conferiscono colori così vari   sono i carotenoidi e sono molto utili in campo culinario.

 Guida completa per piantare peperoni. 

Melanzana

E’ del tipo perenne , si coltiva annualmente .

Ha un fusto rigido ed  eretto ; foglie alterne, grandi, intere con pagina inferiore tomentosa; con fiori viola grigiastri in piccoli gruppi; il suo frutto è una bacca carnosa di forme e colori molto variabili.

La melanzana ha la caratteristica di non contenere alte concentrazioni di caroteni o vitamina C.

Allo stesso modo, è molto utilizzato perché il suo valore energetico è molto basso e il suo valore nutritivo è discreto.

 Guida completa alla semina delle melanzane . 

Zucca o zucca

Ha un alto contenuto di fibre ed è molto diuretico.

La zucca è sferica, appiattita o ovale con dimensioni variabili. Il suo colore può essere arancione , giallo, rosso, verdastro o una miscela di più colori.

La sua polpa è arancione o gialla. Inoltre, è ricca di beta – carotene o provitamina A e vitamina C . Ha quantità apprezzabili di vitamina E, folati e altre vitamine del gruppo B come B1, B2, B3 e B6.

 Guida completa per piantare zucche

Zucchine

È allungato. La sua dimensione ideale è di 14-20 centimetri.

Il colore della loro pelle è variabile , può essere: giallo, verde chiaro o scuro . La sua polpa è sempre bianca. Le zucchine sono un ortaggio che contiene carboidrati e piccole quantità di grassi e proteine.

Ha un moderato apporto di fibre, che lo rende un alimento ipocalorico. Per quanto riguarda il contenuto vitaminico, spicca la discreta presenza di folati, seguiti dalla vitamina C.

Contiene anche vitamine del gruppo B come B1, B2 e B6, ma in quantità minori.

 Guida completa alla coltivazione delle zucchine. 

Cetriolo

È una pianta erbacea , allungata e tondeggiante all’apice.

Sono lunghi tra i 15 ei 25 centimetri. La sua buccia è verde, che vira al giallo sulle punte, e la polpa è tra il bianco e il giallastro.

È un ortaggio a basso apporto calorico grazie al suo basso contenuto di carboidrati. Fornisce fibre , piccole quantità di vitamina C, provitamina A e vitamina E.

 Guida completa per piantare cetrioli

Come piantare ortaggi da frutto

Per eseguire il processo di semina delle varie verdure frutta, dovrebbe essere considerata la seguente:

  • Il terreno deve essere di medio impasto e fresco .
  • Avere un buon drenaggio senza ristagni per evitare marciumi di radici e frutti.
  • Per quanto riguarda il fertilizzante, va fatto con sostanza organica e aggiungendo compost ben fermentato.
  • Quando compaiono i primi germogli , è necessario concimare con potassio per la successiva produzione.
  • Nei peperoni, melanzane o pomodori, i germogli ascellari vanno rimossi .
  • Le cucurbitacee richiedono di tagliare frequentemente rami radiali che hanno nel caso di un piccolo numero di rami.

Irrigazione di Ortaggi da Frutta

L’ irrigazione a goccia è la più adatta per piantare ortaggi da frutto. In questo senso, quando si innaffiano gli ortaggi da frutto, vengono prese in considerazione le seguenti raccomandazioni:

  • Evita che il substrato si asciughi completamente perché può causare la comparsa di frutti distorti.
  • Va sempre annaffiato a terra e non per via aerea.
  • Se il terreno è compatto , verificare se il substrato è umido o meno, ed irrigare solo se necessario.

Ogni quanto va annaffiato?

La frequenza dell’irrigazione dipenderà da:

  1. Se il terreno è sciolto , va fatto più spesso, anche in periodi molto caldi andrà fatto un paio di volte al giorno
  2. Va tenuto presente che la cosa migliore da fare è annaffiare nel tardo pomeriggio o nelle prime ore del mattino , ma mai nelle ore centrali della giornata.

Parassiti e Malattie degli Ortaggi da Frutta

I principali parassiti e malattie degli ortaggi da frutto sono:

  • Ragno rosso : un acaro che può essere visto con una lente d’ingrandimento. Si sviluppa sulla pagina inferiore delle foglie causando scolorimento, fossette o macchie giallastre che si possono osservare nella pagina superiore come primi sintomi.
  • Vasate : è un tipo di acaro che si manifesta nelle coltivazioni in serra. Provoca abbronzatura o ruggine, prima sullo stelo e poi sulle foglie e anche sui frutti. Si evolve in modo ascendente dalla parte basale della pianta.
  • Ragno bianco : questo parassita attacca arricciando i nervi delle foglie apicali e dei germogli, nonché curvando le foglie più sviluppate. Negli attacchi più avanzati si manifestano nanismo e una colorazione verde intensa delle piante .
  • Mosca bianca : danno provocato dalle larve e dagli adulti durante l’alimentazione, assorbendo la linfa dalle foglie, che è dovuto alla proliferazione digrassesulla melata che espelle, macchiando i frutti e ostacolando il normale sviluppo delle piante.
  • Afide : genera polimorfismo, con femmine alate e riproduzione vivipara senza ali. Formano colonie e si distribuiscono in focolai che vengono dispersi, principalmente inprimaverae inautunno, da femmine alate.
  • Tripidi : colonizzano cespi all’interno dei tessuti vegetali in foglie, frutti e, preferibilmente, fiori. Il danno si verifica principalmente nella parte inferiore delle foglie, lasciando un aspetto argenteo sugli organi colpiti che in seguito diventano necrotici.
  • Nematodi : producono l’ostruzione dei vasi e ne impediscono l’assorbimento da parte delle radici, determinando un minor sviluppo della pianta e la comparsa di sintomi di avvizzimento verde.
  • Oidio, cenere o oidio : si producono macchie gialle sulla superficie superiore che diventano necrotiche al centro, mostrando una polvere biancastra nella parte inferiore. In caso di forte attacco la foglia secca e cade.
  • Marciume grigio o Botrytis : parassita che attacca un gran numero di specie vegetali, colpendo tutte le colture orticole protette. Lesioni marroni si verificano su foglie e fiori.
  • Marciume bianco : polifago che attacca tutte le specie orticole coltivate. La malattia inizia da sclerozi nel terreno da precedenti infezioni, che germinano in condizioni di elevata umidità relativa e temperature miti.
  • Verticilium : produce penetrazione nel terreno, attraverso ferite nelle radici. E genera una significativa diminuzione delle rese e delle dimensioni della dimensione dei frutti.
  • Cancro gommoso del gambo : colpisce principalmente i cotiledoni in cui produce macchie brunastre rotonde, e in cui si osservano macchie nere e marroni.

Storia degli ortaggi da frutto

Tutte le verdure hanno la loro origine in diverse regioni del pianeta , ognuna con un clima e un suolo diversi.

Quando venivano coltivati ​​nei frutteti , il loro uso era condizionato dalla disponibilità di altri alimenti , motivo per cui l’importanza che avevano nella dieta dei diversi popoli era molto varia e il loro uso nelle cucine primitive ancor più diversificato.

La globalizzazione è stata responsabile della coltivazione e del consumo della maggior parte di essi in quasi tutti i paesi del mondo e la conoscenza della dietetica e della nutrizione – da parte loro – li ha resi sempre più apprezzati per i molteplici benefici che forniscono.

Quando gli ortaggi iniziarono a essere coltivati , si consumavano radici, steli, foglie, frutti o semi , ma a poco a poco si è verificata una specializzazione delle applicazioni che ognuno ha avuto.

Così, i cereali sono stati dedicati alla produzione di cereali principalmente dagli alberi dare i suoi frutti sono stati consumati e alcuni annuali sono hanno preso vantaggio o ciò che era considerato più desiderabile o necessario, le lattuga foglie predati, carota la radice e la melanzana del frutto.

In questo senso, frutta verdura e verdura non sono sempre state come si vedono oggi.

Questo perché prima che l’uomo li coltivasse , aveva un aspetto molto diverso che è cambiato con il passare del tempo , cioè, uguale a tutti gli esseri viventi , anche i vegetali si sono evoluti .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.