Suggerimenti

Ficus elastica: cura

Ficus elastica, comunemente chiamato anche ficus robusta, è una delle grandi piante d’appartamento più comuni che si possano trovare. Popolare per le sue foglie grandi, lucide e verde scuro, è una specie molto facile da curare e a crescita rapida se coltivata nelle giuste condizioni. Quello che non molti sanno è che il ficus elastica è in realtà un grande albero dell’Asia tropicale, e che in climi simili e con un tempo sufficiente può raggiungere dimensioni davvero impressionanti.

Se vuoi saperne di più sulla cura del ficus elastica, continua a leggerci in questo articolo di EcologíaVerde in cui vedrai una guida pratica e completa.

Caratteristiche del ficus elastica

Questo albero originario delle foreste tropicali dell’India è una specie perenne, ben nota per il sorprendente verde delle sue foglie con una consistenza coriacea. Nei climi mediterranei tende a crescere fino a 10 o 15 metri di altezza, anche se nel suo habitat originario supera i 30 metri. Il suo tronco è di colore grigiastro e di consistenza liscia quando l’albero è giovane, rugoso e fessurato con l’invecchiamento. Le sue radici sono di vasta portata ed estese, anche se poco profonde.

Nonostante ciò, è una specie molto popolare se coltivata come pianta da interno, raggiungendo logicamente dimensioni molto più piccole se coltivata in vaso. Qui puoi saperne di più Tipi di grandi piante da interno. Inoltre, qui puoi vedere i diversi tipi di ficus, con foglie grandi e piccole.

Posizione e luce per il ficus elastica

Questa pianta richiede un ambiente il più luminoso possibile e il ficus robusta o elastica ama la luce. Tollera senza problemi anche l’esposizione diretta al sole per alcune ore al giorno, purché non nelle ore di mezzogiorno e in climi molto caldi, dove il sole è particolarmente intenso.

Questo punto è il più importante, perché se hai intenzione di coltivare il tuo ficus elastica in casa e non hai un posto luminoso per farlo, finirà per perdere le foglie, soffrire e appassire. Se non puoi dedicare uno spazio luminoso come dovresti e devi accontentarti di un posto vicino alla finestra, girare il vaso una volta alla settimana aiuterà tutte le foglie a ricevere abbastanza luce solare e a regolarizzare la loro crescita e sviluppo.

Clima per ficus elastica

Il ficus robusta o ficus elastica cresce molto bene sia nei climi tropicali che mediterranei. L’importante qui è proprio non esporlo al gelo, in quanto non sopporta temperature inferiori a 0 ºC, e non sopporta bene nemmeno quelli che si avvicinano a questo punto a meno che non sia molto acclimatato.

Con le alte temperature non ci sono problemi, a patto che non sia esposto a sbalzi termici. Se lo hai in una pentola e c’è una grande differenza di temperatura tra l’interno e l’esterno della casa, non spostarlo improvvisamente dall’uno all’altro o le sue foglie cadranno in risposta al cambiamento improvviso.

Irrigazione per ficus elastica

L’altro grande punto chiave nella cura di questo ficus è l’irrigazione. In questo caso, la cosa più importante è non esagerare: cerca sempre di non annaffiare fino a quando il supporto non si sarà quasi completamente asciugato dall’ultima volta. Nonostante siano una pianta tropicale, questi alberelli non sopportano l’eccesso di acqua e un’irrigazione eccessiva è una garanzia che i problemi con i funghi finiranno per comparire.

Il primo sintomo di un’irrigazione eccessiva nel ficus è che le foglie inferiori sembrano ingiallire e cadere o sono indebolite. Se vedi questo, riduci immediatamente i tuoi rischi. Particolarmente importante per questo è anche un contenitore con buoni fori di drenaggio.

Essendo tropicale, gli fa bene anche un po’ di umidità ambientale, per questo si può spruzzare acqua intorno e sfruttarla per pulirne le foglie. Non farlo mai quando il sole ce lo dà, aspetta la notte.

In quest’altra guida puoi saperne di più su Quando innaffiare le piante.

Terreno e substrato per ficus elastica

Questa pianta, che si distingue per la sua rusticità purché vengano mantenute le condizioni necessarie di bassa umidità e buona luce, non è esigente in termini di substrato in cui cresce. In questo senso, la cosa più importante è prepararne uno leggero e con un buon drenaggio, per il quale sarà sufficiente la torba universale mista a fibra di cocco o con una buona aggiunta di vermiculite e perlite. Se vuoi, sì, puoi dargli una buona scorta di humus di lombrico o compost, che la pianta apprezzerà sempre.

Altri consigli per prendersi cura di un ficus elastica

Per finire, ti diamo altri consigli per prenderti cura del ficus robusta o elastica nel miglior modo possibile:

  • Se il tuo ficus si ramifica molto poco, puoi sempre pizzicarlo e stimolare la comparsa di nuovi rami, attivando le gemme vicino al punto di taglio. Ricordarsi di utilizzare sempre strumenti affilati e sterilizzati. Inoltre, qui ti diciamo come potare un ficus.
  • Si consiglia inoltre di utilizzare dei picchetti se la pianta sembra avere difficoltà a mantenere il suo stelo in posizione verticale a causa del peso elevato delle sue foglie, cosa molto probabile che accada.
  • Si consiglia di pulire le foglie con un panno morbido inumidito con acqua tiepida. L’accumulo di polvere e sporco su di essi può ostacolare sia l’assorbimento della luce che la corretta respirazione da parte della pianta. Qui ti insegniamo di più su Come pulire le foglie delle piante.
  • Se il tuo ficus sembra perdere molto le foglie subito dopo averlo preso o quando cambi posizione, è probabilmente dovuto a un acclimatamento troppo brusco: sii paziente e dagli tempo.

Se desideri leggere altri articoli simili a Ficus elastica: cura, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.