Suggerimenti

Parassiti e malattie dei piselli: guida completa con foto

Ciao a tutti agrohuerter! Nel precedente articolo abbiamo visto come coltivare i piselli nei nostri orti ma abbiamo lasciato un argomento in sospeso…, individuare i principali parassiti e malattie del pisello ! Pertanto, questo sarà il compito di oggi. Per questo, ci aiuteremo con diverse foto, alcuni suggerimenti e vedrai quanto è facile per noi.

Ti ricordo che la peste e la malattia non sono la stessa cosa. Quando parliamo delle nostre piante che hanno una piaga, intendiamo che un gruppo di artropodi (acari, insetti, crostacei, …), nematodi o altri tipi di animali stanno causando danni alle nostre colture. Tuttavia, quando usiamo il termine malattia, ci riferiamo al fatto che sono funghi, batteri o virus che colpiscono le nostre piante.

1. Parassiti e malattie del pisello: i parassiti più importanti

Falena del pisello ( Laspeyresia nigricana)

È una falena di colore scuro che depone le uova sui piselli in fiore. Da queste uova nascono i bruchi che si nutrono dei grani dei baccelli.

Controllo: olio di Neem per la falena e bacillus thuringiensis per il bruco.

Cimici dei piselli marroni: sitonia

La sitona è una specie di coleottero che colpisce principalmente i legumi da granella (fave, lenticchie, fagioli, piselli, …). Dopo la riproduzione, la deposizione avviene nel terreno e da lì le piccole larve si nutrono delle radici.

Per rilevare la loro presenza dobbiamo guardare il bordo delle foglie poiché si dedicano a rosicchiarlo in maniera molto regolare. Questi danni si traducono in ritardo della crescita. Le larve, invece, non provocano danni significativi alle radici.

Controllo: semina precoce del pisello per evitare che il coleottero e il pisello coincidano nel tempo.

Tripidi dei piselli ( Kakothrips robustus )

Segni argentei o brunastri possono essere visti sulle piante colpite da questo insetto. I tripidi adulti sono neri e le ninfe, al contrario, sono di colore giallo pallido. Questa specie è molto dannosa soprattutto nelle estati calde e secche.

Controllo: Sorveglianza e trappole cromatiche.

Afidi sulla pianta di pisello ( Acyrthosiphon pisum  Harris)

Gli afidi, come abbiamo visto in articoli precedenti, appartengono alla famiglia degli afidi. I piselli non li eliminano. Sono di piccole dimensioni (1-3 mm di lunghezza) e attaccano i giovani germogli di colture ad alto contenuto zuccherino.

Gli adulti si nutrono succhiando la linfa da foglie, gemme e giovani germogli utilizzando lo stiletto dell’apparato boccale. Inoltre, espellono un liquido appiccicoso e zuccherino chiamato  melassa  che attira le formiche. Favoriscono la comparsa di un fungo detto  grassetto  e sono anche vettori di malattie.

Uccelli e roditori che mangiano piselli

I piselli non sono immuni dall’attacco di alcune specie di uccelli e roditori. Per controllare questo tipo di parassiti, vengono spesso utilizzate tecniche di deterrenza come i petardi. I petardi sono generalmente efficaci, ma gli uccelli sono in grado di memorizzare la frequenza degli scoppi e poi smetteranno di esserlo. Spesso vengono utilizzati anche spaventapasseri, reti protettive o trappole per roditori.

2. Malattie dei piselli più comuni

Macchie bianche di pisello: oidio ( Erysiphe poligoni )

Appare sotto forma di macchie bianche e si trasforma gradualmente in una polvere bianco-grigiastra. Grazie a quella polvere bianca , è uno dei funghi più facili da rilevare. Si sviluppa normalmente nella parte superiore delle foglie, sebbene possa diffondersi anche attraverso il fusto o i frutti.

La sua presenza rende difficile la fotosintesi. Se non lo controlliamo bene, le foglie ingialliscono e possono seccarsi. L’umidità e le temperature calde ne favoriscono la diffusione.

Controllo: I metodi ecologici più utilizzati si basano su preparati di equiseto o aglio.

Rabbia da pisello o antracnosi ( Ascochyta pisi )

La crosta è un fungo che attacca principalmente baccelli, foglioline e fusti. La malattia inizia con la comparsa di numerose macchie rotonde (circa 5 mm) di colore giallo con bordi scuri. Col passare del tempo si diffondono e si uniscono fino a occupare una vasta area.

La cosa peggiore di questa malattia è che si diffonde in profondità e può causare danni ai piselli se il baccello è colpito. Di solito appare quando la temperatura e l’umidità sono elevate. E può causare la morte delle nostre piante.

Alcuni metodi di prevenzione:

  • Buon drenaggio del terreno.
  • Rotazione delle colture.
  • Pulisci le colture dalle erbacce.
  • Applicazione di timo rosso.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.