Suggerimenti

Come propagare le piante da talee di fusto e risparmiare un sacco di soldi

Quando ho iniziato a lavorare in giardino, il termine “propagazione delle piante” mi ha spaventato. Ad essere onesti, ne avevo così tanta paura , che non capivo nemmeno cosa fosse .

Ora che ho passato gli ultimi anni a trasformare il paesaggio della mia casa in un giardino dove si può mangiare , so quanto può essere semplice propagare piante da talee di fusto. Mi fa anche risparmiare così tanti soldi che non riesco a immaginare di non farlo!

>


Forniture che dovrete dividere in tagli di stelo

>

Non ci vogliono molte attrezzature per avviare nuove piante da talee di fusto. Ecco gli elementi di base di cui avrete bisogno.

1. buone forbici o tosatrici per prendere i ritagli

2. 2. disinfettante per attrezzi da giardino (ad esempio, 1 cucchiaio di candeggina in un gallone d’acqua) per disinfettare forbici e cesoie da potatura prima e dopo ogni taglio per prevenire la trasmissione accidentale di malattie tra le piante.

3. Un asciugamano umido e un contenitore di raccolta per evitare che le vostre talee si secchino fino a quando non potrete piantarle.

4. Pentole da usare per iniziare le vostre talee. Per iniziare è sufficiente un centimetro quadrato per ogni taglio. Così si possono mettere diverse talee in ogni contenitore.

5. Un sacchetto di plastica che viene posto sul contenitore per mantenere alta l’umidità durante il periodo di attecchimento.

6. Un mix di piante a bassa fertilità. Sabbia, vermiculite, miscela di semi o terreno senza fertilizzante funzionano bene. Il fattore essenziale è che il terreno di coltura deve essere a bassa fertilità, per cui la pianta è costretta a radicare le sostanze nutritive. Il terreno di coltura deve inoltre essere esente da malattie e agenti patogeni.

7. Etichette per identificare le vostre talee se iniziate più piante contemporaneamente

8. 8. Talee di piante mature e sane.

9. In alcuni casi, si desidera anche l’ormone di base. Si può acquistare per pochi euro al garden center. Oppure puoi fartene uno tuo.


Ormone della radice di salice fatto in casa

Per creare il proprio ormone della radicazione, riempite un contenitore da mezzo gallone con giovani steli di salice e foglie. Copritelo con acqua bollente e lasciatelo riposare per 24 ore. Scolate i solidi e usate il tè come ormone radicante.

Per utilizzarlo, immergete le vostre talee in questo tè per diverse ore prima di piantarlo. Per le talee a radicazione lenta, potete anche usare una miscela di metà acqua e metà tè di salice per innaffiare le vostre talee fino a quando non emergono le radici.

Conservare questo tè in frigorifero per un massimo di 4 giorni.


Perché propagare piante da talee di fusto

>

Quando si prendono le talee delle piante e le si radica, si sta essenzialmente clonando la pianta madre. Quindi se siete a casa di un amico e vedete una bella ortensia o un’uva spina che vorreste avere in casa, potete farlo! (Con il vostro permesso, naturalmente, e facendo attenzione a non danneggiare la pianta madre).

Ci sono tonnellate di piante che possono essere propagate per talea. Le piante arbustive sono di solito più facili da iniziare con le talee di fusto. Inoltre, alcuni arbusti non producono veri tipi da seme, quindi la clonazione da talea può essere l’unico metodo per rendere le nuove piante simili al genitore.

Le erbe come la lavanda o il rosmarino crescono più velocemente dalle talee che dai semi. Anche le conifere e alcuni alberi crescono bene dalle talee. Con un po’ di sforzo e di pazienza, potete coltivare il vostro giardino per mangiare quasi gratuitamente utilizzando le talee di stelo.

Si noti che in generale, le piante che hanno steli cavi, o che non prendono vita quando vengono messe in acqua dopo essere state tagliate, non sono buoni candidati per il taglio del fusto. Inoltre, la maggior parte degli annuari sono più facili da propagare per seme.


Esempi di piante da iniziare con tagli di fusto

>

Le liste di piante che possono essere iniziate con le talee di fusto sono quasi infinite. Per cominciare, prendete in considerazione la possibilità di provare alcune di queste piante per sviluppare rapidamente le vostre abilità e il vostro giardino.

  • Erbe: rosmarino, lavanda, timo, salvia, issopo vero, stevia, santoreggia, santoreggia, menta
  • Frutta: kiwi, lampone, vite, mora, ribes, ribes, mirtillo, fico, miele
  • Altri: ortensia, salice, agrifoglio, rosa, lilla, forsythia, crespino, pesa, viburno


Cose da sapere prima della propagazione per talea di gambo

Per la propagazione per talea, è utile fare alcune ricerche specifiche sulla pianta che si vuole radicare. In particolare, vorrete sapere se la pianta attecchisce meglio con legno morbido o semi-morbido o con talee di legno duro.

Vorrete anche sapere se l’ormone della radice è necessario. L’ormone delle radici è uno stimolante che incoraggia le piante a crescita lenta a sviluppare le radici più velocemente di quanto non farebbero altrimenti. Alcune talee sono difficili da stabilire senza l’uso di un ormone radicante. Tuttavia, molte talee non ne beneficiano.

Infatti, poiché è così facile ed economico estrarre le piante dalle talee, spesso taglio le piante a caso e cerco di radicare le radici con e senza ormoni radicanti. Poi prendo appunti su ciò che funziona e ciò che non funziona, così so cosa fare dopo.

In generale, le piante a crescita vigorosa tendono a mettere radici da tutti e tre i tipi di taglio e senza ormoni radicali. Le piante a crescita più lenta tendono ad essere più facili da tagliare da legno morbido o duro e richiedono un ormone radicante.

Alcune piante sono brevettate e possono essere propagate solo con il permesso o il pagamento di una royalty. È improbabile che i detentori di brevetti sulle piante vi diano la caccia e vi facciano causa per la clonazione di alcune piante per uso personale. Tuttavia, è consigliabile fare una rapida ricerca su Internet per assicurarsi che le varietà che clonate non siano coperte da un brevetto o da un marchio registrato.

Si prega di notare che a™ o il marchio è solo una protezione legale per il nome di una pianta e non la pianta stessa.


Legno morbido, semi-morbido e duro

I tagli sono chiamati legno morbido, semi-morbido o duro, a seconda del periodo dell’anno in cui vengono effettuati e dello stato degli steli che vengono tagliati. Per molte piante, tutti e tre i tipi di talee funzionano. Tuttavia, alcune piante radicano più rapidamente con alcuni tipi di talee.

1. Taglio di legno tenero

La maggior parte delle piante radica bene utilizzando i tagli di legno dolce prodotti in primavera. Quando inizia una nuova crescita, di solito è morbida e di colore diverso da quello delle foglie e degli steli maturi. Questa nuova crescita non è abbastanza forte da poter essere utilizzata come taglio e sarà soggetta a muffa.

Quando questo nuovo germoglio inizia a mostrare segni di invecchiamento, anche se, come il passaggio dal verde al marrone, è perfetto per l’utilizzo in steli da taglio. In questa fase, ci sono ancora molti ormoni della crescita rimasti nel gambo. E’ anche abbastanza forte da resistere al marciume mentre mette radici.

2. Taglio di legno semi-morbido

Molte piante radicano bene grazie alle talee semidure che sono cresciute in primavera ma si sono indurite un po’ in autunno quando queste talee vengono raccolte. Queste talee spesso richiedono più tempo per attecchire. Ma le temperature più fredde in genere rendono meno probabili i problemi di muffa.

3. 3. Tagli di legno duro

Le piante decidue sono spesso propagate da talee di legno duro prese in inverno quando le piante sono dormienti. Ho le migliori possibilità di iniziare con le talee di legno duro proprio quando le piante iniziano a germogliare.

Per prepararsi alla rapida crescita primaverile, le piante inviano gli ormoni della crescita attraverso i loro steli. Prelevando le talee appena prima che le piante comincino ad emergere, è possibile sfruttare questa energia per una propagazione più rapida.


Come prendere i tagli del gambo

>

Ora, per la parte divertente, raccogliamo qualche ritaglio! Lo si può fare dal proprio cortile di casa solo per abituarsi. Oppure, andate in un giardino consolidato a prendere le talee di piante che non avete (assicuratevi di avere il permesso di prendere le talee prima di iniziare a tagliare!)

1. Etichetta di taglio

La maggior parte di noi giardinieri preferisce tagliare gli steli delle piante ad angolo piuttosto che in linea retta. Come nel caso di un tetto spiovente, piuttosto che un tetto piano, questo taglio angolare fa sì che la pioggia scorra via. Questo riduce al minimo il rischio di funghi per le piante di tendenza.

È anche molto facile trasmettere malattie da una pianta all’altra utilizzando strumenti da giardinaggio. Disinfettare le forbici o le cesoie da potatura con una soluzione di 1 cucchiaio di candeggina per 1 gallone di acqua prima di effettuare il primo taglio. Disinfettare di nuovo tra le piante.

Basta prendere le talee di piante sane. Prima di tagliare, verificare la presenza di segni di stress, come la decolorazione delle foglie, le punte dei gambi secchi e l’eccessivo danneggiamento degli insetti.

2. Evitare la fioritura e la fruttificazione degli steli

>

Gli steli delle piante da fiore o da frutto non sono generalmente adatti alle talee. Questo perché questi steli mettono tutta la loro energia nella produzione di fiori e semi. Di conseguenza, non ci saranno così tanti ormoni naturali nella pianta per incoraggiare la crescita delle radici.

Prendere le talee prima o dopo la fioritura e la fruttificazione. Per alcune piante, come le viti o le rose, non tutti gli steli fioriscono o fruttificano allo stesso tempo. Si possono sempre prendere le talee da steli non ancora in produzione e ottenere buoni risultati.

Inoltre, alcune piante a crescita vigorosa continueranno a mettere radici durante la fioritura. Ma ci vorrà più tempo e spesso le piante che ne derivano cresceranno più lentamente all’inizio.

3. Una nota sui nodi

>

In generale, dovreste assicurarvi che le vostre talee abbiano almeno da 4 a 6 nodi. Nodi è semplicemente un termine di fantasia per indicare il punto in cui le foglie crescono sul fusto.

4. Lunghezza di taglio

Volete anche che il vostro taglio sia lungo almeno 2 cm e possibilmente più vicino a 4 cm. Per alcune piante è difficile ottenere 4 cm di legno dolce.

Munstead, per esempio, è una lavanda compatta che cresce solo pochi centimetri all’anno. Di conseguenza, le mie talee di queste piante sono solitamente lunghe poco meno di 2 cm, mentre le viti hanno spesso qualche cm tra i nodi, quindi queste talee possono essere lunghe più di 4 cm.


Come tagliare gli steli per la propagazione delle piante

Passiamo alla produzione di nuovi impianti.

1. disinfettare gli attrezzi

Immergere le forbici o le forbici da potatura nel disinfettante prima di tagliare.

2. Effettuare il taglio

Tagliare lo stelo a circa ¼ di cm sotto il nodo inferiore della sezione che diventerà il vostro stelo.

3. Sbarazzati della tua quota

>

Rimuovere le lame dalla metà inferiore del taglio. Assicurarsi che questa sezione abbia almeno due nodi.

Alcuni rimuovono anche le foglie superiori. Personalmente, mi piace lasciarle come molte delle mie piante attecchiscono così rapidamente che le foglie sopravvivono e ricominciano a crescere.

4. Mantenere le talee umide

>

Avvolgete le estremità senza foglie delle vostre talee in un tovagliolo di carta o in un panno umido per mantenerle umide mentre raccogliete altre talee. Non lasciate che le vostre talee si secchino. L’ideale sarebbe usarli entro poche ore dal raccolto.

5. Consigli per l’etichettatura

Se state prendendo talee da diverse piante, assicuratevi di etichettare le talee con attenzione nel caso in cui non sappiate quali. Questo è particolarmente importante per i tagli di legno duro, in quanto non vi è alcuna crescita delle foglie per ricordare ciò che si sta tagliando.


Come estrarre le piante dalle talee di fusto

Ora che avete le vostre talee, piantiamole in modo che possano iniziare a mettere radici.

1. preparare un vaso con terreno di coltura

>

Qualsiasi contenitore con fori di drenaggio che possa contenere qualche centimetro di terreno di coltura funzionerà a questo scopo.

Annaffiare bene il mezzo prima dell’uso. Questo lo comprime un po’ in modo che le talee di radice rimangano dritte. Inoltre impedisce alle talee di galleggiare dopo il posizionamento.

2. Applicare l’ormone della radicazione

>

Se si utilizza un ormone radicale in polvere, versarne un po’ in un contenitore separato. Immergere il nodo inferiore del vostro taglio nella polvere.

Toccare delicatamente il taglio per rimuovere la polvere in eccesso. Si vuole solo un sottile strato di polvere sul gambo. Scartare la polvere di radice inutilizzata che ha bagnato le vostre talee.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *