Suggerimenti

Potare i kiwi: [Importanza, tempo, strumenti, considerazioni e passaggi]

Avere kiwi in giardino è una delle esperienze più belle (e deliziose) là fuori, ma dovresti sapere che la potatura dei kiwi farà parte della tua routine di cura .

Non è che dovresti farlo ogni giorno, ma farà parte delle azioni obbligatorie che dovrai intraprendere affinché l’albero sia in condizioni ottimali.

Questo ovviamente si tradurrà in frutti più grandi e squisiti che faranno invidia a tutti coloro che li assaggeranno. Senza altro da dire in questa introduzione e con l’emozione concentrata su questo compito, vedremo ora come potare i kiwi e non morire provandoci.

Perché potare il kiwi?

La potatura dei kiwi è uno dei compiti obbligatori che devono essere applicati per garantire che l’ albero sia sano , poiché consente di eliminare i germogli. Sebbene sia vero che si tratta di una specie che normalmente cresce senza difficoltà, i rami che non contribuiscono in alcun modo vanno individuati ed eliminati .

Lo stesso accade nel caso delle parti che sono colpite nella salute, come nel caso delle foglie. Tutto ciò ha un impatto molto negativo sulla distribuzione interna dei nutrienti e, quindi, sulle prestazioni del tuo albero, un problema che non puoi permetterti.

Quando è meglio potare i kiwi?

La potatura del kiwi è diversa dalle altre specie in molti modi, e uno di questi è il tempismo.

In questo caso deve essere applicato sia in inverno che in estate , eseguendo in ognuna un diverso insieme di azioni.

Quali strumenti dobbiamo usare per potare i kiwi?

La potatura del kiwi può essere applicata con le forbici a due mani e l’uso di una sega a mano per i rami più spessi.

È importante che questi strumenti siano ben affilati e disinfettati in modo che non ci siano problemi dovuti allo sviluppo di malattie.

Quali considerazioni dobbiamo tenere in considerazione quando si potano i kiwi?

La considerazione principale che dovresti avere quando poti il ​​kiwi ha a che fare con il fatto che gli esemplari femminili e maschili vengono lavorati in modo diverso. Ciò significa che dovrai gestire la piena sicurezza rispetto al sesso che hai nel tuo giardino.

Inoltre, devi prestare molta attenzione alla struttura, conoscere il tuo esemplare, in modo da avere maggiore facilità nell’applicazione dei passaggi che ti daremo.

Come potare i kiwi senza danneggiare l’albero?

La potatura del kiwi viene eseguita in modi diversi a seconda dell’età dell’esemplare. Inoltre, deve essere preso in considerazione il sesso di ciascuno.

Potatura di formazione di kiwi

La prima potatura è quella di allevamento e viene applicata in entrambi i casi con la stessa procedura, iniziando in inverno dopo un anno di vita.

L’idea qui è quella di favorire la struttura principale dell’albero che sarà basata su un tronco definito da cui cresceranno i rami secondari.

È importante che questo tronco venga scelto tra quelli che crescono durante il primo anno e che appaia vigoroso e con una direzione più o meno diritta.

Questo ramo principale dovrà essere tagliato su una gemma, quando ha un’altezza adeguata, in modo che inizi a sviluppare i rami laterali. Più tardi, quando arriverà l’estate, dovrai tagliare i rami laterali per favorire i germogli.

In questa fase va eliminata l’eventuale ricrescita che cresce alla base del kiwi.

Potature fruttifere e ringiovanimento del kiwi

Il kiwi lavora secondo nuovi rami per fiorire e dare i suoi frutti , quindi il suo continuo rinnovamento è ciò che garantirà un buon raccolto.

Allo stesso modo, in questa potatura è fondamentale risciacquare correttamente il vetro per evitare che si ammorbidisca e si interrompa il passaggio della luce e dell’aria.

Nel caso di esemplari femminili, devono essere presi in considerazione i seguenti punti:

  1. In estate: eliminare tutte le parti che non svolgono alcuna funzione, come i ciucci. Allo stesso modo i rami che si intersecano o si scontrano. I rami che portano frutti dovranno essere puntati per lasciare 6 foglie dopo l’ultimo frutto .
  2. In inverno: tagliare i rametti che hanno prodotto i frutti, facilitando così la schiaritura della chioma.

Nel caso dei kiwi maschi , il lavoro di potatura sarà:

  1. In estate: rimuovere i polloni ed eventuali rami che sono nella direzione sbagliata, sono fragili o si scontrano con un altro. Anche i rami laterali dovranno essere potati in modo che abbiano tutti una struttura identica a cinque gemme.
  2. In inverno : potare tutti i rami che si trovano in cattiva posizione, sia all’interno della sua struttura che nell’ambiente con l’albero femmina. Anche i rami che non sono stati lavorati in estate devono essere tagliati.

Seguendo alla lettera questi passaggi, il lavoro di potatura del kiwi non comporterà grosse complicazioni e darà molti benefici.

Forse ti interessano anche:
  • 21 tipi e varietà di kiwi più famosi e deliziosi
  • Cura del kiwi: [terreno, umidità, potatura e problemi]
  • Talee di kiwi: [Innesto, Stagione, Radicazione e Semina]
  • Parassiti e malattie del kiwi: [Rilevamento, cause e soluzioni]
  • Irrigazione Kiwi: [Necessità, Frequenza e Procedura]

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.