Suggerimenti

Potare un cachi: [Importanza, tempo, strumenti, considerazioni e passaggi]

Il kaki è una delle specie più vigorose che possiamo trovare ed è per questo che la potatura del kaki diventa un compito obbligatorio all’interno della sua cura.

Fare in modo che il lavoro sia ottimale non deve significare per te un problema, anzi, tenendo conto di queste informazioni avrai sicuramente successo.

L’idea principale è garantire che l’albero generi una buona produzione di frutti e che tu abbia l’opportunità di goderne.

Quindi, hai il coraggio di unirti a noi per scoprire tutti i dati che devi considerare per eseguire una buona potatura di kaki ?

Perché potare i cachi?

La potatura del cachi è una delle cure giuste da avere con questa specie in quanto tende a crescere abbastanza velocemente. Grazie ad esso sarà possibile controllare le dimensioni del vetro e mantenerlo libero da zone in cattive condizioni.

Quando un albero di cachi riceve una potatura ben gestita, il risultato si vedrà nella produzione, che sarà più numerosa e con caratteristiche migliori.

Quando è meglio potare i cachi?

Per fare in modo che la pianta possa riprendersi senza problemi dalle talee, è meglio aspettare la fine dell’inverno .

Il più comune è stabilire il processo di potatura all’orizzonte della fine dell’inverno e dell’inizio della primavera.

In questo modo il recupero sarà più efficace perché la linfa inizierà presto a viaggiare attraverso la struttura, sigillando le ferite.

E tenendo conto che il kaki ha la condizione di contrarre le sue ferite, il processo di taglio differisce da quelli raccomandati per qualsiasi altra specie di alberi da frutto.

In questo caso è fondamentale lasciare in ogni taglio un moncone , che sarà più grande quanto più grosso è il ramo dove si trova.

Quali strumenti dovremmo usare quando potiamo i cachi?

Gli attrezzi usati per potare i cachi sono , in pratica, cesoie da giardino a due mani . Se arrivi a un ramo di un diametro che le forbici non sono in grado di coprire, appoggiati a una sega a mano .

Se l’albero è molto alto, sarà necessaria una scala per raggiungere i rami in cima alla chioma. Indossa sempre guanti e occhiali protettivi e assicurati che tutti gli strumenti siano ben igienizzati e affilati.

Quali considerazioni dovremmo tenere in considerazione quando potiamo i cachi?

Una corretta pianificazione è la strategia migliore sia quando si potano i cachi che qualsiasi altra specie, quindi sarà il primo passo. L’albero ha bisogno di diversi tipi di potatura a seconda di quanti anni ha, devi tenerne conto quando definisci quali parti taglierai.

È conveniente che tu faccia una proiezione mentale del risultato che speri di ottenere alla fine in modo che lavori in base a quello e tutto sia più ordinato.

Come potare un cachi senza danneggiare l’albero?

La potatura dei cachi sarà diversa a seconda dello stadio in cui si trova l’albero. Abbiamo 3 tipi.

Potatura di formazione

È quello che viene eseguito durante la giovinezza del kaki e il cui obiettivo è creare la struttura che avrà nella sua età adulta.

L’idea qui è quella di consentire al tronco o al ramo principale di crescere un po’ più in alto dell’altezza desiderata per l’albero e quindi tagliare un po’ più in basso.

Questo taglio motiverà la formazione di rami secondari che inizieranno ad espandersi verso i lati. L’anno successivo devi selezionare i 3 rami che hanno la migliore struttura e rimuovere il resto.

Questi 3 li riducono a 2/3 della loro lunghezza in modo che da essi crescano nuovi rami. Nel secondo inverno l’albero avrà una serie di rami più grandi e tutti dovranno essere nuovamente tagliati a 2/3 della loro lunghezza.

Potatura fruttifera

Questa è la potatura che ha lo scopo di migliorare le condizioni generali della pianta in modo che sia in grado di darci una produzione migliore.

Questa potatura comprende tutto il lavoro che corrisponde alla manutenzione per eliminare le parti non funzionanti che sono in qualche modo interessate.

Una delle aree più importanti da affrontare in questa potatura sono le ventose perché sembrano di qualità ma rubano solo energia. Bisogna prestare particolare attenzione ai rami che sono nati l’anno precedente e che sembrano giovani perché è proprio in essi che il cachi darà i suoi frutti.

È possibile attuare una potatura di ringiovanimento quando sembra che l’albero abbia già dato tutto ciò che poteva durante la sua vita attiva. Tuttavia, non è molto comune perché comporta la rimozione di un gran numero di rami dall’albero per favorire la crescita di nuovi con una struttura più giovane.

Il fatto è che se fatto male, l’albero può morire, quindi non molte persone ci provano. In ogni caso, questo momento arriverà sicuramente dopo che il tuo albero ti avrà dato molta produzione, quindi organizzati con le altre due potature e goditi il ​​tuo esemplare.

  • Irrigazione Kaki: [Necessità, Frequenza e Procedura]

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.