Suggerimenti

Cura della pianta Philodendron selloum o Filodendro paraguayo

Il nome del genere Philodendron è dovuto a Schott e deriva dal greco “phileo” (amare) e “dendron” (albero), cioè sono piante che amano gli alberi. Appartiene alla famiglia delle Araceae e comprende circa 120 specie provenienti da paesi come Brasile, Guyana e Colombia.

Alcune specie del genere sono: Philodendron selloum (Philodendron bipinnatifidum), Philodendron scandens (Philodendron climbing), Philodendron speciosum, Philodendron giganteum, Philodendron verrucosum, Philodendron andreanum, Philodendron hastatum, Philodendron sanguineum, Philodendron imbe.

È conosciuto anche con il nome scientifico Philodendron bipinnatifidum e con i nomi comuni: güembé, Banano de monos o Filodendro paraguayo.

Questi Filodendri sono arbusti a stelo lungo con radici aeree. Hanno caratteristiche foglie lobate di colore verde brillante. I fiori , che di solito non compaiono sulle piante locali, sono grandi, bianchi e simili a quelli di Spachyphil.

A causa del loro carattere tropicale , vengono utilizzate come piante d’appartamento. Sono piante delicate che hanno bisogno di cure costanti ma che sono molto grate di fornire un fogliame bello e decorativo.

Il filodendro può prosperare in un’esposizione ben illuminata ma senza luce solare diretta o anche con luce artificiale e in zone abbastanza ombreggiate.

Come il terreno serve come substrato universale o come miscela di 14 sabbie, 14 terricci da giardino e 24 terricci di erica. Nel caso di trapianto , è meglio farlo in primavera e solo quando il vaso è già piccolo (queste piante non sono molto resistenti al trapianto).

Si consiglia di annaffiare bene queste piante ogni 4 giorni con acqua priva di calcare in primavera ed estate e di ridurre un po’ l’irrigazione verso l’inverno. È anche importante spruzzare le foglie ogni 2 giorni e il muschio del palo sulle specie rampicanti.

È possibile potare di tanto in tanto per controllarne la crescita.

Concimare ogni due settimane con concime minerale in primavera e in estate. In autunno è consigliabile aggiungere del concime organico in polvere, mescolando il terreno solo sulla sua superficie.

Possono essere attaccati dall’acaro del ragno rosso se l’umidità dell’aria è bassa o dagli insetti calcarei .

È possibile moltiplicare dalle talee che possiamo ottenere per la dimensione che facciamo.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *