Suggerimenti

Potare un Durillo: [Importanza, Tempo, Strumenti, Considerazioni e Passaggi]

Per decorare il giardino, il durillo è un’ottima opzione per le sue numerose fioriture e il valore che l’arbusto stesso aggiunge.

Lavorare alle sue cure è un piacere, soprattutto se hai abbastanza tempo a disposizione da dedicarle regolarmente.

Ma, se no, non succede nulla perché ti darà tutto il suo splendore ogni primavera. Certo, devi trattarla con cura quando è appropriato.

E uno di quei momenti chiave è la potatura, quindi mettiamoci al lavoro con tutte le informazioni di cui hai bisogno su questo particolare argomento.

Perché potare il durillo?

La potatura del durillo ha un orientamento prevalentemente ordinato , poiché con il passare del tempo e la crescita dei rami può diventare disordinato. Un’altra informazione importante è garantire che emetta un’abbondante fioritura per soddisfare l’obiettivo principale di decorare il giardino.

Un terzo motivo è per la salute della pianta , poiché l’idea è quella di eliminare tutte quelle parti che sono appassite o malate. In generale, è una specie che supporta molto bene la potatura, quindi non dovresti aver paura di implementarla quando lo riterrai necessario.

Quando è meglio effettuare la potatura del durillo?

La potatura può essere effettuata in due periodi dell’anno a seconda delle condizioni climatiche della zona.

Quando gli inverni sono molto rigidi e secchi, è meglio aspettare l’inizio della primavera per lavorare alla potatura del durillo.

Nei luoghi dove gli inverni sono miti si può fare in autunno , al termine del suo normale periodo di fioritura.

Quali strumenti dobbiamo usare quando potiamo i legni duri?

La cosa normale è lavorare con le forbici perché i suoi rami sono sottili e facili da maneggiare, anche se di solito sono abbondanti. Le forbici vanno usate con nitidezza in modo che i tagli siano precisi ed è inoltre necessario che siano ben disinfettate, preferibilmente con alcool.

È una buona idea sostenersi con i guanti per evitare di danneggiarsi le mani.

Quali considerazioni dovremmo prendere in considerazione quando potiamo i durillos?

I durillos possono essere sistemati nei giardini per decorare lo spazio, cioè lavorandoli come cespugli. È possibile utilizzarli anche per formare siepi divisorie o come meccanismo per decorare il giardino in modo più professionale.

Quindi, come prima considerazione, è necessario definire qual è l’obiettivo del durillo perché da esso dipenderà il tipo di potatura che si andrà ad applicare. Successivamente è necessario studiare nel dettaglio la boccola per individuare il modo migliore per continuare a rispettare quanto previsto nella prima fase.

Infine, devono essere disponibili gli strumenti e le risorse che verranno utilizzati per eseguire il lavoro senza interruzioni.

Come potare i durillo senza danneggiare la pianta?

L’idea della potatura del durillo è di migliorare le condizioni che presenta durante l’applicazione, quindi dovrai procedere come segue:

  1. Eliminare tutte le parti improduttive all’interno della pianta come rami secchi, fiori e foglie appassite, zone malate, che sfregano il terreno e ne vengono danneggiate, ecc.
  2. Risciacquare la struttura secondo le condizioni finali che si desidera ottenere . Se si tratta di una siepe è normale preferire che sia molto fitta, ma se si tratta di un arbusto si potrebbe favorire una migliore fioritura permettendo all’aria e alla luce di passare più facilmente al suo interno.
  3. Ridurre i rami che sono più sporgenti. Nel caso degli arbusti, l’idea è di dargli una forma specifica (normale è arrotondata o appuntita). Quando si tratta di siepi, l’importante è assicurarsi che tutti i rami abbiano caratteristiche simili, soprattutto quando si tratta di larghezza.
  4. Se si tratta di una potatura in fiore, pizzica le parti più alte dei nuovi germogli per incoraggiarli a fiorire più velocemente durante quel periodo.
  5. Quando si tratta di potatura di ringiovanimento, è necessario assicurarsi che la pianta sia in condizioni di salute ottimali, in modo che sia in grado di sopportarla perché è una potatura molto invasiva e intensa che genera un gran numero di ferite. In esso, è essenziale tagliare fino al 50% della pianta per aiutarla a ringiovanire e rifiorire.

La potatura non è l’unica azione che aiuterà il durillo a dare le sue migliori condizioni di fioritura, ma deve essere accompagnata da altre. Ciò include l’utilizzo degli abbonati nei periodi appropriati, oltre a fornirti le irrigazioni consigliate in modo da poter recuperare più velocemente.

Se hai applicato una grande ferita al ramo principale, potrebbe essere una buona idea applicare una pasta cicatrizzante. Del resto, dovremo solo aspettare che arrivi la primavera per goderci i suoi fiori piccoli ma molto decorativi che tanto amiamo.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.