Suggerimenti

Talee di margherita: [Innesto, stagione, radicamento e semina]

Decorare un giardino con le margherite è un’azione che ameremo tutti perché è una specie con fiori di petali ben differenziati e belli.

Oltre a ciò, esistono in diversi colori, dandoci l’opportunità di creare bellissime composizioni in qualsiasi spazio.

La moltiplicazione per talea è quella che offre i migliori risultati, permettendo di godere di più esemplari della stessa pianta madre. Come puoi raggiungere questo obiettivo? Approfittando delle informazioni che ti forniamo ora per gustare nuovi margarita.

Con quali altre piante o alberi possiamo innestare la talea della margherita?

Le margherite vengono innestate tramite l’utilizzo dei loro boccioli al fine di modificare le condizioni di colore in fioritura. Il colore tipico delle margherite è con un centro giallo e petali bianchi.

Tuttavia, tramite le versioni ad innesto con il centro in giallo ei petali in blu , sono state ottenute altre versioni.

Qual è il momento migliore per piantare talee di margherita?

Le margherite sono piante che accettano il taglio durante le stagioni primaverili e autunnali. Preferibilmente, è necessario convalidare che si tratti di giorni con temperature miti per aiutare le piante madri a riprendersi dalle ferite senza contrattempi.

Tuttavia, quando le serre saranno disponibili, sarà possibile anticipare la procedura in qualsiasi momento dell’anno.

Come far radicare correttamente le talee di margherita?

La prima condizione importante per avanzare con sicurezza durante questo processo è che la pianta madre abbia caratteristiche molto buone.

Ciò significa che è sano e ha prodotto una buona fioritura nell’ultimo periodo corrispondente. Il taglio deve essere effettuato garantendo una tessitura semilegnosa.

Quindi, dovrai passarlo attraverso un ormone radicante , preferibilmente in polvere, e rimuovere l’eccesso prima di procedere alla semina. Riempi un vaso con un substrato leggero e nuovo per ridurre il rischio di contagio con microrganismi derivati ​​da colture precedenti.

Le margherite fanno meglio in miscele di 50% di torba e 50% di sabbia, ma non è necessario. Prima di procedere alla semina della talea, si consiglia di inumidire il substrato con acqua a sufficienza e lasciare scolare l’eccesso qualche minuto.

Ciò consentirà alla talea di raggiungere un ambiente umido gradevole, ma non vi è alcun rischio di marciume da ristagno. Il foro per introdurre la talea può essere aperto con l’aiuto di un ramo secco o di una matita, evitando così di esercitare su di esso più pressione del necessario.

Quindi devi solo regolare il livello del terreno attorno al taglio, in modo che sia molto stabile. Poiché le margherite hanno bisogno di un ambiente carico di umidità, il prossimo passo sarà coprire il vaso con un sacchetto di plastica.

Questo dovrebbe essere rimosso per alcuni minuti ogni giorno in modo che l’aria possa fluire e non si formino funghi all’interno. Se in qualsiasi momento il substrato appare non molto umido, sarà necessario aggiungere acqua con l’aiuto di un barattolo da giardinaggio per controllare il flusso dell’acqua. È importante sottolineare che le margherite devono godere di un ambiente caldo, senza correnti d’aria.

Come dovremmo prendere le talee di margherita per piantarle?

Taglia una talea da un ramo semilegnoso o tenero (di solito verde).

Una migliore condizione del taglio si ottiene quando il taglio è obliquo ed è subito dopo un nodo.

Rimuovere il maggior numero possibile di fogli, lasciando sopra solo quelli più recenti per favorire il processo di traspirazione. L’estensione del taglio dovrebbe essere compresa tra 10 e 12 centimetri.

Quanto tempo dovremmo lasciare le talee di margherita in acqua?

Le talee delle margherite non sopportano neanche un ambiente ad alta umidità. Per questo motivo è sconsigliato tenerli in acqua Infatti, quando si tratta di agenti radicali, è spesso consigliato l’uso di versioni in polvere per evitare complicazioni.

È conveniente usare il compost o il compost?

In primo luogo, le margherite non hanno bisogno di compost o materia organica fatta in casa come il compost nel terreno per generare radici. Le concimazioni vengono proposte dal momento in cui inizia la produzione di fiori per aiutarla a generare una quantità maggiore.

Quanto tempo ci vuole di solito perché esca una talea di margherita?

Le talee di margherita impiegheranno circa 30 giorni per far crescere le proprie radici , forse un po’ di più.

Un modo abbastanza semplice per verificare se l’hanno già fatto è provare a rimuovere la pianta dal contenitore. Se genera resistenza, è pronto.

Per tenerli ben protetti dai cambiamenti climatici mentre crescono, è meglio trapiantarli in vasi più grandi.

La prossima primavera può essere stabilito in giardino e permettergli così di avere condizioni migliori per adattarsi all’aria apertaSe vuoi approfondire, puoi vedere: Piantare margherite .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.