Suggerimenti

Giardino verticale: [Guida completa, esempi e come realizzarlo]

Cos’è un giardino verticale?

I giardini verticali sono particolari strutture ricoperte da piante di varie specie, il cui scopo è imitare la loro capacità di svilupparsi su rupi e/o anfratti , con il supporto di discipline come botanica, idroponica e anche ingegneria e architettura, se vi aspirano . duraturo .

  

L’idea è di sfruttare  la capacità naturale di alcune piante per sopravvivere in una forma sospesa , con l’aiuto di una struttura che permette loro di crescere parallelamente alle terreno grazie ad una struttura indipendente fissata al muro.

Pertanto, nella loro costruzione, dobbiamo prima analizzare il modo in cui le piante che andranno a comporre il nostro giardino trovano un supporto meccanico che offra loro condizioni di sopravvivenza ottimali e un corretto apporto nutritivo.

Quali sono i vantaggi di un giardino verticale?

Fra  spiccano i vantaggi più rilevanti: 

  1. Assorbimento di monossido di carbonio (C02), che migliora la qualità dell’aria.
  2. Regolazione della temperatura, dovuta al fatto che le piante mantengono una temperatura ambiente interna più bassa in estate , intorno ai 5°C , e in inverno ne impedisce la caduta.
  3. Isolamento acustico naturale , migliora l’umore in casa o in ufficio , perché riduce l’ inquinamento acustico fino a 10 decibel.
  4. Regolazione naturale del livello di umidità ambientale , grazie alla cattura di ioni negativi.
  5. Riduzione dell’effetto isola di calore nei grandi centri urbani.

Come possiamo beneficiarne?

La produzione di ossigeno è incalcolabile, al punto che un metro quadrato di copertura vegetale fornisce tutte le necessità che una singola persona richiede per vivere.

Ma uno dei maggiori vantaggi collettivi di questi giardini architettonici è la loro capacità di abbassare la temperatura interna di un edificio . In estate ottengono una riduzione fino a 5°C, che in inverno sostengono anche, che aiuta a risparmiare circa 500 euro al mq all’anno. 

Inoltre,  aiuta a prevenire le inondazioni,  perché assorbono buona parte dell’acqua nei periodi piovosi.

Un altro vantaggio diretto è che nella sua concezione, questo sistema ecologico dovrebbe fornire un repellente biologico che non attrae la proliferazione di insetti e batteri. 

Questi pacciami vegetali intrappolano anche 130 grammi di polvere in un anno , il che ha benefici per la salute delle persone.

Per esempio:
Un edificio di 4 piani, 60 metri quadrati per piano, con la facciata coperta da un giardino verticale, filtrerà circa 40 tonnellate di gas tossici.

E anche, è in grado di intrappolare e lavorare 15 chilogrammi di metalli pesanti all’anno.

Come iniziamo il nostro giardino verticale?

Scegli dal posto

La prima cosa è decidere che tipo di giardino verticale preferiamo : uno monocromatico con toni verdastri, o uno multicolore. Dovresti anche pensare se aspiri ad avere piante sospese o un muro della giungla.

Ma  considerazioni su luce e temperatura, Sono fondamentali per decidere la collocazione finale, a seconda che la si voglia avere negli spazi interni della casa o dell’ufficio , o negli ambienti esterni.

Substrato e attrezzi

Poiché ci sono molte opzioni, è consigliabile prima di tutto informarsi su  i vari substrati esistenti e i loro vantaggi, come l’idroponica, con terra o mista, in questo modo decidere in modo adeguato quale sia il più conveniente per il nostro giardino verticale.

Una buona formula esistente nella segnaletica è l’acquisto di giardini prefabbricati. Hydrowall è un’ottima soluzione.

Sistema di irrigazione

Una volta posato il supporto più idoneo, nonché il sottofondo su cui verrà collocato il giardino verticale, quanto segue è l’installazione dell’impianto di irrigazione. Se, ad esempio, scegliamo un sistema modulare con terra, avresti solo bisogno il metodo di irrigazione a goccia (consigliamo). 

Se non sei sicuro, è meglio consultare un professionista esperto che ci dirà qual è il metodo più conveniente.

Selezione di piante per il giardino verticale

Se sei già riuscito ad installare la struttura e il suo impianto di irrigazione , la cosa più  importante viene : piante selezionate. Qui è imperativo che tutti ricevano i livelli appropriati di luce e umidità. La loro posizione sarà fondamentale per evitare che si secchino.

Come vengono curati i giardini verticali?

È molto importante studiare e controllare il substrato da utilizzare , le condizioni ambientali e le caratteristiche fisico-chimiche del mezzo.

In ambienti chiusi sono moderatamente controllabili, ma negli spazi aperti sarà fondamentale adattarsi alle condizioni ambientali del luogo e alle sue specie vegetali predominanti .

Un altro fattore di cui occuparsi,  forse il più importante, Risiede nel controllo degli squilibri nel PH del suolo, nella conduttività dell’acqua e dei gas disciolti o nella cosiddetta salinità , nonché nella porosità o tessitura e profondità del substrato.

Per questo, possono essere installati sistemi di sensori che avvisano di questi squilibri , che possono essere fatali se non vengono corretti in tempo.

Quali piante funzionano meglio in un giardino verticale?

In questi ecosistemi artificiali la selezione delle piante è vitale. È necessario creare associazioni di specie, cercare mutalismi e interazioni delle piante, batteri e funghi che coesisteranno nel giardino verticale, affinché tutti ne traggano beneficio.

 Ma quali sono, allora, le piante più adatte? 

In realtà le piante cercano sempre di adattarsi all’habitat che le sostiene, e poco importa se provengono da un burrone, da un crepaccio o vivono sulla sponda di un fiume, ma se le vogliamo portare in un nuovo ambiente prefabbricato, quel muro Vegetale dobbiamo individuarlo molto bene rispetto alla gestione del sole o dell’ombra, a seconda che il giardino verticale sarà collocato in ambienti chiusi o esterni.

Da lì, possiamo identificare quali sono le migliori piante da sole o da ombra.

Stai attento con questo:
Un consiglio importante è quello di scegliere piante sane con esigenze idriche simili. Pertanto, è bene cercare piante piccole, sono le migliori.

Vediamo quali sono i più consigliati:

felci

 Sono ideali per giardini verticali grazie alla loro grande resistenza all’umidità e un modo meraviglioso per distribuire le sue foglie, in modo sospeso . Di solito vengono posti nella parte inferiore del giardino verticale , in quanto sono abbastanza tolleranti all’umidità.

Le migliori felci per il giardinaggio verticale sono:  Soleirolia Soleiroli, Nephrolepis Exaltata, Adiantum Raddiatum, Davallia Bullata, Asplenium Nidus, Blechum Gibbum e Pteris Ensiformis.

Hostas

Sono piante erbacee perenni della famiglia delle Agavaceae originarie dell’Asia. Illumineranno le zone scure con il loro fogliame e colore verde, con foglie bianche o gialle . Si trovano in luoghi ornamentali all’ombra.

orchidee

Di grande sontuosità, sono tre le specie ideali per i giardini verticali: quelle del genere Dendrobium, Miltonia o Cymbidium. Le orchidee vengono poste nella parte più alta del modulo per evitare che le radici vengano inumidite in modo improprio.

Piante rampicanti

Sono molto popolari nei giardini verticali, perché  crescono rapidamente senza molte richieste. Le specie più consigliate sono: Bugambillla , Hedera Hélix, Clematis Flammula, Hydrangea Anómala, Lonicera Japónica, Vitis Vinífera, Jasminum Officinale e Rosa o Aloha.

Innamorata del Muro

Questa pianta, famiglia delle Moraceae , è una fantastica rampicante perenne con foglie cuoriformi lunghe da 2 a 3 cm . Amano i luoghi bui perché amano l’umidità.

guscio di noce

Questa pianta erbacea dalle foglie cuoriformi e striate viene coltivata all’ombra o semiombra , con sfumature verdi o rossastre. Necessita di poche annaffiature e nel suo periodo di fioritura , in estate, germoglia un piccolo fiore bianco . 

Ogni volta che vogliamo dipingere di colori il nostro giardino verticale, possiamo contare sulle seguenti meraviglie floreali che la natura ci regala.

Begoñas

 I fiori delle begoñasSono speciali per l’ esterno , poiché hanno bisogno di crescere con l’aiuto della luce solare. Poiché fioriscono tutto l’anno , sono spettacolari nei giardini verticali all’aperto , purché provvisti di buona umidità ambientale , terreno ricco di humus, e una temperatura che va dai 17°C ai 23°C.

Gerani

I suoi meravigliosi fiori a cinque petali e i colori spettacolari, che vanno dal bianco anche rosa, blu, viola, arancione e il suo aroma unico, daranno una luce multicolore unica al giardino verticale che li accoglie, ma non va dimenticato che l’umidità in eccesso fa marcire le sue radici e che ha bisogno di circa 6 ore di sole e buona quantità di acqua. 

I gerani vanno concimati in estate e potati in autunno e daranno fiori abbondanti.

Esempi di giardini verticali

Museo del Quai Branly

I muri verdi o giardini verticali più famosi al mondo, dopo la geniale invenzione del botanico francese Patrick Blanc, che inventò il primo nel 1988, per la Città delle Scienze e dell’Industria, a Parigi.

Queste strutture, inquadrate nella cosiddetta architettura sostenibile , offrono uno spettacolo visivo unico.

Patrick Blanc è l’autore del muro del Musée du Quai Branly , a Parigi, composto da 15.000 piante di oltre 150 specie , molto vicino alla Torre Eiffel .

Max Juvenal Bridge

Sempre in Francia si trova il Max Juvenal Bridge , ad Aix-en-Provence , che vanta un muro verde di 605 m2, alto 15 metri e più di 20.000 piante o nella Cité de L’Espace , situata a Tolosa, dove sono riusciti ad armonizzare più di 200 piante provenienti da diverse parti del pianeta.

Giardini della Baia

Ma una delle mura più imponenti si trova nel parco a tema orticolo e architettonico , i Gardens by the Bay , realizzato a Singapore, su progetto di Wilkinson Eyre , che vi ha inserito la cascata più grande del mondo.

Muro verde di Caixa Fórum

Nel famoso Passo del Prado di Madrid, si può ammirare in tutto il suo splendore la parete verde del Caixa Fórum , alta 24 metri e 15.000 piante di 205 specie diverse , uno spettacolo ideato anche da Blanc.

Milano

Il Milan non è da meno. Nel centro commerciale II Fiordaliso<

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.