Suggerimenti

I compiti dell’orto biologico a maggio

Durante il mese di maggio viene incrementata l’attività nell’orto biologico . È primavera (nell’emisfero nord, se sei nell’emisfero sud clicca qui ) e abbiamo molto da seminare e trapiantare senza interrompere la raccolta.

Le ore diurne e le temperature aumentano, allo stesso tempo abbiamo ancora giornate di pioggia e questo diventa un eccezionale terreno fertile per lo sviluppo di alcuni parassiti e malattie. Un parassita molto comune in primavera e in estate sono gli afidi , quindi fate attenzione e mettete dei rimedi ecologici per prevenirlo. Per quanto riguarda le malattie, i funghi sono molto comuni in questo periodo dell’anno, ecco i rimedi ecologici per le malattie fungine .

Con più ore di sole, le piante crescono di più, e questo include piante avventizie o indesiderate (mal chiamate erbacce), quindi controlla attentamente che non si sviluppino nelle aree in cui hai appena seminato o trapiantato, poiché potrebbero ridurre lo sviluppo delle colture . Puoi rimuoverli manualmente, ma ti consiglio anche di mettere imbottitura in paglia o qualsiasi altro materiale organico per impedirne lo sviluppo e allo stesso tempo evitare il lavoro di doverlo fare periodicamente. Le piante avventizie possono essere utilizzate per il compost

pomodori, melanzane, peperoni, meloni o mais. C’è anche la necessità del traliccio –ribaltamento dei tralci laterali e legatura delle canne delle piante di pomodoro–, operazione indispensabile se si vogliono gustare pomodori di buona pezzatura.

SEMINA TRAPIANTO RACCOLTA

– Zucchine – Zucchine – Sedano

– Cavoli – Melanzane – Aglio

– Lattuga – Cavoli – Bietola

– Porri – Cipolle – Broccoli

– Cetrioli – Sedano rapa – Asparagi

– Ravanelli – Zucca – Cipolle

– Melone – Melone – Cavoli

– Spinaci – Peperoni – Piselli

– Piselli – Pomodori – Asparagi

– Zucca – Porri – Spinaci

– Indivia – Lattuga

– Fagioli – Porri

– Barbabietole – Carote

– Pomodori

– Carota .

Ogni volta che devi lavorare la terra, l’ideale è farlo quando ha una certa umidità (temperata o di stagionatura), questo facilita il tuo lavoro. Quando aggiungi materia organica al terreno, considera le esigenze delle piante che coltiverai e fornisci la quantità di cui hanno bisogno.

Quando si progetta il giardino, tenere conto delle associazioni e delle rotazioni delle colture . Questo ti permetterà di evitare i parassiti e di sfruttare la fertilità del terreno.

Per semplificarti le cose, dai un’occhiata agli altri suggerimenti e idee che ti diamo da ECO agricoltore , oltre al materiale di riferimento per il tuo orto biologico.

.

.
.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.