Vantaggi e svantaggi

Vantaggi e svantaggi di piantare fiori balsamici

Chiamato anche “touch-me-not”, “balsamo di rosa”, “balsamo da giardino” o “jumping betty”, il fiore del balsamo ( Impatiens balsamina ) è bello e facile da coltivare – così facile, infatti, che questa pianta autosemina può diventare un fastidio di erbaccia in alcune zone. Ci sono molti motivi per coltivare fiori di balsamo in giardino, e se avete spazio per questa pianta vivace da diffondere, non rimarrete delusi – a meno che i seguenti negativi delle piante di balsamo non vi facciano cambiare idea. Ricordate che ci sono sempre due lati da considerare.

Vantaggi di piantare fiori balsamici

Attirano gli impollinatori e continuano a tornare . Mentre i fiori di balsamo si stringono mentre proliferano, avrete masse di fiori luminosi e di lunga durata per attirare le farfalle più e più volte. I fiori di balsamo attirano anche le sfingi (chiamate anche falene o colibrì), che galleggiano e sorseggiano il nettare dei dolci fiori.
Possono essere utilizzati per i rimedi erboristici . Gli erboristi usano i fiori di balsamo schiacciati, spesso sotto forma di cataplasma, per alleviare una serie di disturbi, tra cui ustioni e scottature, verruche, unghie lacerate, morsi di serpente e varie infiammazioni della pelle.
Si tratta di piante dure . I professionisti dei fiori di balsamo includono la capacità della pianta di crescere in aree ombreggiate e giardini della foresta pluviale. Una volta stabiliti, i fiori di balsamo richiedono pochissima cura e sbocciano anche durante le peggiori ondate di caldo estivo. Basta modificare il terreno con un po’ di concime o di compost ben arrostito prima di piantare, quindi mantenere il terreno leggermente umido ma mai bagnato. I fiori di balsamo beneficiano di una leggera applicazione di fertilizzante secco o solubile in acqua ogni due settimane durante tutta la stagione di crescita – ma anche senza fertilizzante, queste piante generalmente prosperano.

Gli svantaggi della coltivazione di fiori di balsamo

Potete prendere il controllo, velocemente ! Per quanto riguarda i negativi delle piante balsamiche, ce n’è solo uno, ma è importante. Questi fiori sono prolifici autoseminatori! Come il suo cugino, il balsamo dell’Himalaya, questa pianta si riproduce per semi, molti dei quali ogni anno. Ed è dal suo seme che riceve il meritato soprannome di “non toccarmi”, perché al minimo tocco, i baccelli del seme si aprono, scuotendo i semi ovunque, anche nelle zone in cui non si vuole che si aprano.
L’ho scoperto in prima persona dopo averli aggiunti al mio giardino per attirare altri impollinatori. Hanno fatto bene il loro lavoro e sono arrivate le api e le farfalle. I miei ortaggi crescevano e producevano in abbondanza. Anche il giardino era bello, con i suoi tanti fiori colorati. Ma alla fine della stagione, quando i fiori sono appassiti e i baccelli di semi pelosi hanno preso il loro posto, ho tirato fuori gli annuari e li ho gettati nel mucchio di concime vicino al margine della foresta. E con mia grande sorpresa, ho trovato rapidamente tonnellate di piantine che sono apparse nella pacciamatura del giardino, nel concime, attraverso il bosco, e persino nelle aree di prato anteriore. OGNI VOLTA!
Anche se si raccomanda di tagliare e tirare a mano, ed è il miglior metodo di controllo che uso spesso, anni dopo, continuo a combattere queste bellezze minacciose. Come per l’orda di mosche che sembrano partecipare ai funerali dell’altro, più le piante giovani vengono raccolte, più sembrano prendere il loro posto. Quest’anno, infatti, hanno preso possesso dell’orto, dando ombra a molte delle mie piante un tempo fiorenti.
Sono sensibili all’oidio . Oltre al loro potenziale di diventare erbacce nel paesaggio, le piante balsamiche sono anche sensibili all’oidio, che può colpire le piantagioni vicine.

Considerazioni finali sulla coltivazione di fiori di balsamo nei giardini

Ci sono molte ragioni per coltivare fiori di balsamo in giardino, ma sarebbe irresponsabile non avvertire gli altri della loro natura in espansione. Se cercate qualcosa di meno aggressivo, allora questa pianta non fa per voi. Naturalmente, se non vi dispiace che le piantine appaiano in altre zone del paesaggio, o se avete molto spazio per far crescere e ripiantare le piante ogni anno, godetevelo! Detto questo, verificate prima con il vostro servizio di estensione della cooperativa locale, in quanto gli impianti possono essere considerati invasivi in alcune aree. Se gli esperti vi danno il via libera, prendete dei semi e mettetevi al lavoro.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *