Celery

Controllo del sedano tardivo: gestione del sedano con il tardo-luce

Cos’è la peronospora del sedano? Conosciuta anche come Septoria leaf spot e comunemente presente sui pomodori, la peronospora tardiva del sedano è una grave malattia fungina che colpisce le colture di sedano in gran parte degli Stati Uniti e in tutto il mondo. La malattia è più problematica durante il tempo caldo e umido, soprattutto nelle notti calde e umide. Una volta che la peronospora tardiva si stabilisce nel sedano, è molto difficile da controllare. Continuate a leggere per ulteriori informazioni e consigli su come gestire la peronospora del sedano.

Sintomi della malattia del sedano tardo-light Disease

Il sedano affetto da muffa si manifesta con lesioni rotonde e gialle sulle foglie. Man mano che le lesioni si allargano, crescono insieme e le foglie alla fine si seccano e diventano coperte di carta. La peronospora tardiva del sedano colpisce prima le foglie inferiori più vecchie e poi si sposta verso le foglie più giovani. Peronospora
Colpisce anche gli steli e può rovinare le piante di sedano intere.
Piccole macchie scure nei tessuti danneggiati sono un sicuro segno di peronospora tardiva del sedano; queste macchie sono in realtà corpi riproduttivi (spore) del fungo. Si possono notare fili gelatinosi che si estendono dalle spore in caso di pioggia.
Le spore si diffondono rapidamente attraverso gli spruzzi d’acqua piovana o l’irrigazione con l’irrigatore, e sono trasportate anche da animali, persone e attrezzature.

Gestione della malattia del sedano tardoperiodica

Varietà di sedano resistenti alle piante e semi esenti da malattie, che riducono (ma non eliminano) la peronospora del sedano. Cercate i semi che hanno almeno due anni e che sono generalmente privi del fungo. Lasciare almeno 24 cm (60 cm) tra le file per garantire una buona circolazione dell’aria.
Annaffiare il sedano all’inizio della giornata in modo che il fogliame abbia il tempo di asciugarsi prima del tramonto. Questo è particolarmente importante se si innaffia con gli irrigatori a pioggia.
Praticare la rotazione delle colture per prevenire l’accumulo di malattie nel terreno. Se possibile, evitare di piantare altre piante sensibili nel terreno interessato, come aneto, coriandolo, prezzemolo o finocchio, per tre stagioni di crescita prima di piantare il sedano.
Rimuovere e smaltire immediatamente le piante infette. Rastrellare la zona e rimuovere tutti i detriti vegetali dopo il raccolto.
I fungicidi, che non curano la malattia, possono prevenire l’infezione se applicati precocemente. Spruzzare le piante immediatamente dopo il trapianto o quando compaiono i sintomi e ripeterli tre o quattro volte alla settimana con tempo caldo e umido. Chiedete agli esperti del vostro ufficio locale di estensione cooperativa i migliori prodotti per la vostra zona.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.