Colfiori

Cura del cavolfiore in vaso: è possibile coltivare il cavolfiore in contenitore?

Si può coltivare il cavolfiore in contenitore? Il cavolfiore è un ortaggio di grandi dimensioni, ma le radici sono sorprendentemente poco profonde. Se avete un contenitore abbastanza largo per accogliere la pianta, potete certamente coltivare questo gustoso e nutriente ortaggio di stagione fredda. Continuate a leggere per saperne di più sull’invasatura dei cavolfiori.

Come coltivare il cavolfiore in vaso

Quando si coltiva il cavolfiore in contenitori, la prima considerazione è ovviamente il contenitore. Un vaso grande con una larghezza di 12-18 cm e una profondità minima di 8-12 cm è adatto per una pianta. Se avete un vaso più grande, per esempio mezzo barile di whisky, potete coltivare fino a tre piante. Qualsiasi tipo di vaso funzionerà, ma assicuratevi che abbia almeno un buon foro di drenaggio sul fondo, poiché le piante di cavolfiore marciscono rapidamente nel terreno inzuppato.

Per la coltivazione del cavolfiore in vaso, le piante hanno bisogno di una miscela leggera e sciolta che trattenga l’umidità e le sostanze nutritive ma che fluisca bene. Qualsiasi terriccio commerciale di qualità a base di ingredienti come torba, compost, corteccia fine e vermiculite o perlite funziona bene. Non utilizzare mai terra da giardino, che si compatta rapidamente e impedisce all’aria di raggiungere le radici.

Potete iniziare a seminare i semi di cavolfiore al chiuso circa un mese prima del gelo medio del vostro clima, oppure potete piantare i semi direttamente all’aperto nel contenitore quando le temperature sono di circa 50 F. (10 C.). Tuttavia, il modo più semplice per iniziare a rinvasare i cavolfiori è quello di acquistare i semi in un centro di giardinaggio o in un vivaio. Se volete raccogliere i cavolfiori in primavera, piantate le piantine circa un mese prima dell’ultima data media di gelo. Per un raccolto autunnale, piantate le piantine circa sei settimane prima dell’ultima gelata media nella vostra zona.

Cura del cavolfiore in vaso

Collocare il contenitore in un luogo dove il cavolfiore riceva almeno sei ore di luce solare al giorno. Innaffiare la pianta fino a quando l’acqua scorre lungo il foro di scarico ogni volta che il terreno è asciutto al tatto. Non annaffiare se il terriccio è ancora bagnato, in quanto le piante possono marcire rapidamente nel terreno bagnato. Tuttavia, non lasciate mai asciugare la miscela. Controllate il vaso ogni giorno, poiché il terriccio si asciuga rapidamente, soprattutto in caso di tempo caldo e secco.

Alimentare il cavolfiore una volta al mese, utilizzando un concime bilanciato e solubile in acqua. È anche possibile mescolare un fertilizzante secco a rilascio prolungato nel terreno al momento della semina.

Le vostre piante potrebbero aver bisogno di un piccolo aiuto per assicurarsi che le verdure siano tenere e bianche al momento del raccolto. Questo processo, chiamato “scottatura”, è semplicemente la protezione delle teste dalla luce diretta del sole. Alcune varietà di cavolfiore sono “auto sbiancanti”, il che significa che le foglie rotolano naturalmente sul cespo in via di sviluppo. Osservare attentamente le piante quando le teste sono larghe circa 2 cm. Se le foglie non proteggono bene i cespi, aiutateli tirando le grosse foglie intorno alla testa e poi fissatele con un pezzo di spago o una pinzetta.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *