Colfiori

Germinazione dei semi di cavolfiore: consigli per piantare i semi di cavolfiore

Il cavolfiore è un po’ più difficile da coltivare dei cavoli e dei relativi broccoli. Ciò è dovuto principalmente alla sua sensibilità alla temperatura: se è troppo fredda o troppo calda, non sopravviverà. Tuttavia, è tutt’altro che impossibile, e se siete alla ricerca di una piccola sfida nel vostro giardino quest’anno, perché non provare a coltivare cavolfiori da seme? Continuate a leggere per una guida alla semina dei semi di cavolfiore.

Germinazione di semi di cavolfiore

Il cavolfiore cresce meglio a circa 60 F. (15 C.). Troppo sotto, la pianta morirà. Troppo alta, la testa si “abbottonerà”, cioè si romperà in un mucchio di piccole parti bianche al posto della testa bianca solida desiderata.

Per evitare questi estremi, il cavolfiore dovrebbe essere coltivato da seme molto presto in primavera e poi trapiantato all’aperto.

Il momento migliore per piantare semi di cavolfiore all’interno è di 4-7 settimane prima dell’ultimo gelo medio. Se avete delle molle corte che si riscaldano rapidamente, dovreste puntare più vicino a sette. Seminate i vostri semi in materiale fertile fino a una profondità di mezzo pollice e annaffiateli bene. Coprire il terreno con un involucro di plastica fino a quando i semi non sono germinati.

La germinazione dei semi di cavolfiore di solito richiede da 8 a 10 giorni. Quando appaiono le piantine, rimuovere la plastica e mantenere il terreno uniformemente umido. Posizionare le luci di coltivazione o le luci fluorescenti direttamente sulle piantine e metterle su un timer per 14-16 ore al giorno. Tenere le luci qualche centimetro sopra le piante per evitare che si sdraiino e si capovolgano.

Cavolfiore da seme in crescita

Trapiantate le vostre piantine all’aperto da 2 a 4 settimane prima della data dell’ultima gelata. Saranno sempre sensibili al freddo, quindi assicuratevi di indurirli con cura prima di utilizzarli. Metteteli fuori, al riparo dal vento, per circa un’ora, poi portateli dentro. Ripetete questo ogni giorno, lasciandoli fuori per un’ora in più alla volta. Se fuori fa insolitamente freddo, salta un giorno. Tenerli per due settimane prima di piantarli nel terreno.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *