Zucche

Impollinazione di piante di zucca: come impollinare a mano le zucche

La sua zucca è quindi gloriosa, grande e sana, con foglie verde intenso e ha anche fiorito. C’è un problema. Non si vede alcun segno di frutta. Le zucche si auto-popolano? Oppure bisogna dare una mano alla pianta e, in tal caso, come si impollinano a mano le zucche? Il seguente articolo contiene informazioni sull’impollinazione delle piante di zucca e sull’impollinazione manuale delle zucche.

Impollinazione di piantine di zucca

Prima di farvi prendere dal panico per la mancanza di frutta, parliamo dell’impollinazione della zucca. Innanzitutto le zucche, come le altre cucurbitacee, hanno fiori maschili e femminili separati sulla stessa pianta. Questo significa che ci vogliono due persone per fare il frutto. Il polline deve essere trasferito dal fiore maschile al fiore femminile.
I primi fiori che appaiono sono maschi e rimangono sulla pianta per un giorno, poi cadono. Non fatevi prendere dal panico. Le femmine fioriscono in circa una settimana e anche i maschi continueranno a fiorire.

Le zucche si autoimpollinano?

La risposta semplice è no. Hanno bisogno delle api o, in alcuni casi, di voi per impollinare. I fiori maschili producono nettare e polline, e le femmine hanno quantità maggiori di nettare ma non di polline. Le api visitano i fiori maschili dove sono attaccati grandi e appiccicosi pallini di polline. Poi passano al nettare celeste prodotto dalle femmine, e il trasferimento è completo.
La qualità dei frutti è migliorata grazie all’aumento dell’attività degli impollinatori. Oggi, per vari motivi, nonostante la presenza di fiori sia maschili che femminili, l’impollinazione delle piantine di zucca non sembra verificarsi. Forse sono stati usati pesticidi ad ampio spettro nelle vicinanze, oppure troppa pioggia o troppo caldo tengono le api al chiuso. In ogni caso, le zucche impollinate a mano possono essere parte del vostro futuro.

Come impollinare le zucche a mano

Prima di iniziare ad impollinare manualmente la pianta di zucca, è necessario identificare i fiori maschili e femminili. In una femmina, guarda dove il gambo incontra il fiore. Vedrete quello che sembra un piccolo frutto. Questa è l’ovaia. I fiori maschili sono più corti, mancano di frutti immaturi e di solito sbocciano a grappolo.
Ci sono due metodi di impollinazione a mano, entrambi semplici. Con un piccolo e delicato pennello o un tampone di cotone, toccare l’antera al centro del fiore maschile. Il tampone o la spazzola raccoglie il polline. Successivamente, toccare lo stigma del fiore femminile al centro del fiore con il tampone o il pennello.
Potete anche rimuovere il fiore maschile e scuoterlo sopra il fiore femminile per liberare i granelli di polline, oppure rimuovere il fiore maschile e tutti i suoi petali per creare una “spazzola” naturale con l’antera carica di polline. Poi basta toccare l’antera con gli stimmi del fiore femminile.
Questo è tutto quello che devi fare! Una volta completata l’impollinazione, l’ovaio comincia a gonfiarsi con lo sviluppo del frutto. Se la fecondazione non avviene, l’ovaia appassisce, ma sono sicuro che sarai un impollinatore a mano efficace.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *