Calendario agricolo

Calendario agricolo a luglio

Luglio è il primo mese d’estate e quindi abbiamo uno dei mesi più caldi dell’anno. Questo eccesso di temperatura sottopone le nostre piante a stress che a volte possono causarne la morte.

Queste temperature estreme sono più aggressive nei giardini urbani a terrazza o balcone in quanto le temperature raggiunte dai materiali di costruzione, vasi e fioriere, aggiunte alla minore umidità ambientale della città, complicano notevolmente il corretto sviluppo delle piante.

D’altra parte, è anche un mese molto attivo in termini di produzione e molte delle piante orticole sono in piena fioritura. Quindi, anche se non dobbiamo abbassare la guardia e smettere di piantare… è un periodo in cui possiamo raccogliere quasi ogni giorno.

E non abbassiamo la guardia perché da metà agosto inizia un periodo di basse temperature che ci darà un tratto da fine estate a metà autunno che possiamo descrivere come una seconda primavera.

Gli aromatici del nostro frutteto urba n o , lavanda e salvia sono principalmente alla fine delle loro spettacolari fioriture. La potatura li aiuterà a germogliare di nuovo e con essa una seconda fioritura non meno intensa nei prossimi mesi.

Se non abbiamo un’irrigazione localizzata, dopo alcuni giorni di irrigazione a tappeto , è consigliabile rimuovere lo strato superficiale del terreno per evitare la perdita di acqua attraverso la traspirazione e quindi allontanare l’irrigazione. L’irrigazione a tappeto non è il sistema migliore per l’irrigazione a causa dell’uso eccessivo di acqua, ma se non abbiamo altre opzioni, dovremmo fare il possibile per risparmiare acqua.

Terremo il giardino urbano libero da erbacce per evitare che queste piante possano competere con le nostre colture, sia in acqua che in nutrienti. Queste erbacce tendono anche a comportarsi come piante nidificanti, essendo un rifugio ottimale per molte specie di insetti , acari , lumache e lumache , ecc. che forniscono un potenziale rischio di reinfezione.

Verdure nell’orto urbano a luglio

Come abbiamo già detto, il nostro giardino urbano , indipendentemente dal tipo di piantagione, se abbiamo effettuato un adeguato calendario di semina , luglio è un mese tranquillo che ci invita a raccogliere quasi ogni giorno.

Possiamo raccogliere le prime cipolle estive , pomodori , melanzane e peperoni costantemente, come per le zucchine e cetrioli .

I fagioli saranno in piena fioritura e i fagioli di prima semina avranno già i loro baccelli per la raccolta verde .

È il momento ideale per la raccolta dell’aglio , che dobbiamo lasciare asciugare in modo che si indurisca e duri più a lungo.

Anche così, continueremo a seminare e piantare questo grande gruppo di ortaggi, poiché possiamo continuare a raccogliere i loro frutti fino all’autunno.

Possiamo anche iniziare con la piantagione di patate . Per fare questo, tagliateli in tre o quattro pezzi, assicuratevi che ognuno contenga da 1 a 3 tuorli. Un’altra opzione è quella di piantare patate intere che sono diventate più piccole.

Alberi da frutta nel giardino urbano a luglio

Molti alberi da frutto hanno terminato la loro produzione come il ciliegio , anche se ora iniziano le picotas , frutti con caratteristiche simili.

Altri alberi da frutta in piena produzione in questo momento sono pesca , albicocco , fico , nettarina , pero … anche se dobbiamo sapere che se abbiamo la possibilità di avere diverse varietà, giocando bene con loro possiamo estendere i periodi di raccolta della stessa specie in modo notevole.

Ad esempio, con l’attuale set di varietà di nettarina , possiamo avere dal primo del mese di giugno fino all’ultimo di settembre.

Gli alberi da frutto in piena produzione vanno toccati il meno possibile, ma in quelli che hanno già finito possiamo effettuare una potatura verde e in quelli che i loro frutti sono ancora piccoli, un diradamento selettivo per migliorare l’ingrasso dei frutti non eliminati.

Per gli alberi da frutto guidati a palmeta, possiamo supervisionare il tutoraggio, ma come diciamo noi, è un mese tranquillo nelle attività culturali.

Monitoreremo la comparsa di possibili parassiti come afidi , cocciniglie e soprattutto l’acaro del ragno rosso , poiché le alte temperature e la bassa umidità relativa favoriscono il loro sviluppo.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.