Apiacee

Coriandolo


Coriandolo


Botanica

Nome latino: Coriandrum sativum

.
Famiglia: Apiaceae, Ombrellifere
Origine: Asia occidentale, Bacino del Mediterraneo, Vicino Oriente

.
Tempo di fioritura:
giugno, luglio, agosto

.
Colore del fiore: bianco, rosa
Tipo di pianta : aromatica

Tipo di vegetazione: annuale

.
Tipo di fogliame:
perenne

.
Altezza :
da 30 a 60 cm Tossicità : stelo, fiori e semi commestibili


Piantagione e coltivazione

Resistenza : resistenza

Resistenza : resistenza
Esposizione: sole, mezza ombra
Tipo di terreno:
ben drenato, ricco di humus

.
Acidità del suolo:
neutro, acido o calcareo
.
Umidità del suolo:
normale Uso: frutteto Piantagione, vaso: primavera
.
Metodo di propagazione:
Semina primaverile

.
Malattie e parassiti :
afidi


Generale

Il coriandolo, talvolta chiamato prezzemolo arabo o prezzemolo cinese, è una pianta la cui origine è a volte in Europa e a volte in Asia. Quel che è certo è che è naturalizzata in molte regioni della Francia (Midi, Centro ed Est).

Il coriandolo è una pianta annuale i cui steli rettilinei, sottili, a forma di canne, formano leggeri grappoli erbacei, che a volte superano i 60 cm e si estendono per 25 cm. Le foglie inferiori sono lobate e dentate. Sono larghi alla base e diminuiscono di dimensione man mano che crescono. Quelli all’apice formano solo piccoli segmenti lineari e appuntiti. I fiori si aprono in estate; bianchi o rosa, sono raccolti in delicate ombrelle. I primi semi appaiono a partire da luglio. All’inizio sono verdi, ma poi diventano rossi e poi marroni. Strizzati con piccole rughe, rilasciano il loro aroma quando vengono schiacciati.

L’intera pianta emana un forte odore, che alcuni troveranno sgradevole.


Cultura

Il coriandolo viene coltivato in tutti i tipi di terreni drenati, ma la sua preferenza è per i terreni freschi e ricchi di humus. È una pianta soleggiata, ma un po’ di ombra è utile per lo sviluppo del suo fogliame.

La semina viene effettuata all’inizio della primavera (aprile) in terreni sciolti arricchiti con fertilizzanti. Si può seminare in confezioni da 3 semi o in file, le file devono essere distanziate tra loro da 30 a 40 cm e le piante da 10 a 25 cm (lasciare più spazio tra le piante per la raccolta dei semi che per la raccolta delle foglie).


Manutenzione

Il Cilantro è una pianta di grandi dimensioni; ricordatevi di sbavarla o inchiodarla, soprattutto se dovete affrontare venti forti. Apprezzando la freschezza e la morbidezza del terreno, pacciamate il piede. Se la pioggia scarseggia, innaffiare la pianta più volte.


Raccolta e utilizzo

Dalla tarda primavera alla fine dell’estate, raccogliere le foglie fresche secondo le necessità, poiché possono essere conservate solo per un breve periodo di tempo. I semi vengono raccolti quando le ombrelle sono diventate marroni. Metteteli ad asciugare in un luogo asciutto e arieggiato.

Il coriandolo è una pianta da condimento; il sapore speziato delle sue foglie profuma molti piatti (pollame, zuppe, arrosti, arrosti, insalate o salse), i boccioli floreali sono ampiamente utilizzati nella cucina cinese, indiana o pakistana e i semi, con una fragranza più sottile (arancia), danno sapore a curry, peperoncini e chutney indiani.


Lo sapevi?

  • Coriandrum deriva dalla parola greca “Koris” che significa “insetto”, a causa dell’odore di foglie fresche che ci ricorda questa specie di insetto.
  • I semi sono utilizzati in medicina per le loro proprietà carminative, aperitive e digestive


Specie e varietà di Coriandrum

Il genere è composto da 2 specie – il tipo specie

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *