Asteraceae

Assenzio


Assenzio

Assenzio, Artemisia absinthium


Botanica

Nome latino: Artemisia absinthium

.
Famiglia: Asteraceae, Composti < br>
Origine: Regioni temperate dell’Asia, dell’Europa e dell’Africa settentrionale

.
Tempo di fioritura:
da luglio a ottobre

.
Colore del fiore: giallo
.
Tipo di impianto :
aromatico

Tipo di vegetazione: perenne

.
Tipo di fogliame:
perenne

.
Altezza:
fino a 1m, diffusa Tossicità : pianta aromatica ma attenzione alle sostanze pericolose (uso a basso dosaggio)


Piantagione e coltivazione

Resistenza : resistenza

Resistenza : resistenza
Esposizione: pieno sole

.
Tipo di terreno:
ricco di humus, ben drenato

.
Acidità del suolo:
neutro
.
Umidità del suolo:
normale Uso: giardino, aiuola Piantare, invasatura: primavera, autunno

>Piantagione: primavera, autunno
Metodo di propagazione: seminare in primavera dal freddo, separare i letti in autunno e in primavera, tagliare le talee erbacee e i talloni in giugno Potatura: in autunno, ripiegare le zampe dell’assenzio alla base.

Malattie e parassiti : ruggine “Invia una foto di


Generale

L’assenzio è una pianta perenne della stessa famiglia dell’assenzio, che è una pianta selvatica che si trova sulle nostre pendici, lungo le strade e nelle terre desolate. È una pianta aromatica di colore grigio argento. Le foglie sono fortemente tagliate con peli setosi. Produce fiori gialli a forma di tubo che vengono raccolti in cespi da luglio a ottobre, a seconda della regione. I fiori sono di poco interesse, la pianta è coltivata per il suo fogliame e il suo profumo gradevole. Può essere alto fino a 1 m.

L’assenzio è facile da coltivare, prospera in terreni ricchi, ben drenati e in pieno sole. Non gli piace la terra pesante. Sono piantati singolarmente o in gruppi a 1 m di distanza. Se vi piace il suo sviluppo, può essere importante. Porta la sua acqua in caso di siccità. In autunno, piegare i piedi di assenzio alla base.

L’assenzio si moltiplica dividendo i ciuffi in autunno e in primavera, il recupero è facile. Si semina anche in primavera, al riparo dal freddo, con trapianto a cubetti e semina finale in estate e in autunno. La rifilatura dell’erba e del tacco può essere effettuata anche a giugno.


Lo sapevi?

  • L’assenzio è conosciuto dai nostri anziani come una bevanda alcolica che veniva versata sopra uno zucchero nel 1900, è stato vietato nel XX secolo per motivi di tossicità, ha fatto perdere la testa alla gente, ma ora è di nuovo permesso in alcuni paesi.

  • L’assenzio viene utilizzato per sostituire la menta nel tè in Nord Africa.

  • L’essiccazione tiene lontani gli insetti (mosche, zanzare, ecc…) Usiamo le foglie e i fiori secchi della pianta, ma facciamo attenzione che la pianta contenga sostanze pericolose (uso a basse dosi)

  • L’assenzio deve il suo nome alla dea greca Artemide che si dice abbia usato questa pianta per avvelenare i suoi nemici.

  • L’assenzio appartiene ad una famiglia di piante perenni e annuali ben note ai giardinieri dove troviamo tra l’altro Artemisia abrotanum(citronella, arbusto), Artemisia dracunculus(il nostro famoso dragoncello), Artemisia pontica(il piccolo assenzio).


Specie e varietà di Artemisia

Il genere comprende circa 300 specie- Artemisia absinthium il tipo- Artemisia absinthium Canescens con fiori marrone-marroni

Mappe di piante dello stesso genere

  • Artemisia , Artemisia
  • Artemisia dracunculus , Dragoncello,Dragoncello

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *