Brassicaceae

Rutabaga, cavolo rapa


Svedese, rapa


Botanica

Nome latino: Brassica napus var Napobrassica Sinonimi : Brassica napus subsp Rapifera, Brassica napobrassica

.
Famiglia:
Brassicaceae, Cruciferae

Origine: Varietà coltivata nel Nord Europa

.
Tempo di fioritura:
Giugno

.
Colore del fiore: giallo
.
Tipo di impianto : Centro di verdure, verdure

Tipo di vegetazione: biennale

.
Tipo di fogliame:
perenne

.
Altezza:
da 30 a 50 cm


Piantagione e coltivazione

Resistenza: duro, fino a -19 °C

.
Esposizione: da soleggiato a mezz’ombra

.
Tipo di suolo :
ricco


da neutro a basico
.
Umidità del suolo:
normale per raffreddare
.
Utilizzo: piantagione di frutteti, invasatura: primavera, estate
.
Metodo di propagazione:
semina


Generale

Il cavolfiore, Brassica napus var Napobrassica , è un ortaggio della famiglia delle Brassicaceae, così come il cavolo, il ravanello, la rapa, la senape e i chiodi di garofano. Il ravanello, chiamato anche rapa, è un ibrido tra Brassica oleacea , l’antenato del cavolo, e Brassica napus , la rapa.

Il cavolo rapa è un antico ortaggio che, sebbene produttivo, ha sofferto come il topinambur per la sua reputazione di ortaggio di guerra. Oggi, il disgusto trasmesso dai nostri nonni, che probabilmente mangiavano troppo, sta lasciando il posto alla riscoperta. Infine, il cavolo rapa è un ortaggio dal gusto raffinato, facile da coltivare, che permette di variare i piaceri della tavola.


Descrizione della rapa

Il cavolo rapa è considerato un ortaggio a radice: come la rapa o il ravanello, la parte gonfia che si mangia è quasi completamente sepolta, solo il collo emerge dal terreno. È infatti l’ipocotile, lo stelo sotto i cotiledoni, che si ispessisce per dare una forma arrotondata alla palla piriforme, a volte di oltre 12 cm di diametro. Questo ortaggio è spesso verde o rosso scuro nella sua metà superiore.

Le foglie sono prodotte in una rosetta nella parte superiore di questo pallone. Lunghe e profondamente lobate, le foglie assomigliano a quelle della rapa ma sono meno pelose.

Brassica napusssp La napobrassica è una pianta biennale, normalmente raccolta prima della semina nell’anno successivo al raccolto.

Diverse varietà sono state utilizzate per il consumo umano o come foraggio per il bestiame. Infatti, anche le cosiddette varietà bovine sono eccellenti da giovani.


Alcune varietà coltivate

Rutabaga rubino, rutabaga a colletto giallo, rutabaga campione a colletto rosso, rutabaga filatoio Tipperary, rutabaga Wilhelmsburger (a colletto verde), rutabaga Fortune, rutabaga Kingston rutabaga, rutabaga Waltz Nobleboro, una varietà tedesca a colletto viola già citata nel XVIII secolo.


La cultura Rutabaga

Totalmente rustico, il cavolo rapa è facile e produttivo. Per essere tenero, ha bisogno di un terreno ricco, relativamente sciolto, profondo, che mantenga la sua freschezza per tutta la sua crescita. Cresce bene nei climi umidi. Apprezza il pieno sole, ma anche di stare all’ombra nelle ore più calde.

Tra la semina e il primo raccolto passano circa 3 mesi e mezzo quando il cavolo rapa non ha raggiunto la piena crescita, ma quando è al meglio. Le piante sono a 30 cm di distanza l’una dall’altra.

Può essere seminata precocemente subito dopo la gelata in semidiretta, per un raccolto estivo. La piantina deve essere coperta di terra e ben imballata con abbondante acqua.

Può anche essere piantato in un vivaio, in una scatola o in un telaio e poi trapiantato da maggio a luglio. In questo modo la pianta non soffre la siccità. Le giovani rutabaghe sono punzecchiate molto profondamente allo stadio di 4 foglie, o quando l’ipocotile è meno di 1 cm di spessore. È molto interessante come verdura invernale e occupare l’orto nella seconda metà dell’anno.


Come si usa la rapa?

Ha un buon sapore, più leggero della rapa. Porta un tocco sottile e piacevole, mescolato con purè di patate. Può essere cotto al gratin o trasformato in una deliziosa velouté. Viene cotto in acqua salata, pelato e tagliato in pezzi di uguale spessore.


Lo sapevi?

Il nome foglie di rapa a volte si riferisce anche al camoscio, che non va confuso con la rapa. Nel camoscio, l’ortaggio cresce sopra la terra: è il gambo che si addensa.


Specie e varietà di Brassica

Il genere è composto da 30 specie.
La Brassica oleracea produce una grande varietà di ortaggi, dai cavoletti di Bruxelles ai cavolfiori
.
.
Brassica napa, la rapa
Brassica nigra , senape nera

Brassica oleraceavar. Gongylodes , cavolo riccio
Brassica repanda , un impianto rockery

Mappe di piante dello stesso genere

  • Brassica napus , Rapa
  • , Senape nera, Senape nera, Senape nera, Senape nera
  • Brassica oleracea , Cavolo
  • Brassica oleracea var. capitata , Cavolo, cavolo
  • Brassica oleracea var. botrytis , Cavolo di soia
  • Brassica oleracea var. gemmifera , Cavolini di Bruxelles
  • Brassica oleracea var acephala , Cavolo ornamentale
  • Brassica oleracea var. gongylodes , Svezia
  • cavolo rapa, cavolo rapa, cavolo rapa

    cavolo rapa, cavolo riccio

  • Brassica oleracea var ramosa Daubenton , cavolo Daubenton, cavolo perenne Daubenton

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.