Piante

Calluna vulgaris, una pianta modesta con molte qualità

Calluna vulgaris detto anche Brecina, Biercol, Quiroga, Sardino, Garbeña o Heather. Appartiene alla famiglia delle Ericaceae, che comprende 8 specie di arbusti. È originario dell’Europa e dell’Asia.

L’origine del nome Calluna deriva dalla parola greca che significa “ginestra”, in quanto la pianta veniva usata nell’antichità per fare le scope.

Caratteristiche di Calluna vulgaris

Un arbusto strisciante o eretto che supera appena un metro di altezza.

Le foglie sono piccole e sovrapposte, con due speroni alla base e disposte su quattro file.

I fiori appaiono in spessi grappoli terminali di diversi colori (rosso, rosa, giallo o bianco). Fiorisce dall’estate all’autunno inoltrato.

Il frutto è una capsula, circondata dai petali e dai sepali di molti piccoli semi.

Cura di Calluna vulgaris

È una specie utilizzata per bordure miste, vasi, fioriere, rocce alpine, bordure e terrazze.

Richiede una piena esposizione al sole, ma può anche svilupparsi in mezz’ombra. È in grado di resistere a basse e sporadiche gelate, ma la temperatura non deve scendere sotto i 5˚C.

Per quanto riguarda il suolo, deve essere acido perché è un esemplare che non tollera la calce.

L’irrigazione dovrebbe essere moderata in primavera e in estate, mentre il resto dell’anno dovrebbe essere ridotta al minimo.

Il fertilizzante deve essere annuale, a base di letame.

La potatura dovrebbe essere effettuata ogni anno, tagliando appena sotto gli steli. Questo lavoro si svolge in autunno dopo la fioritura, o all’inizio della primavera.

Di solito non ha un problema di parassiti. Tuttavia, se è intasata dall’acqua, potrebbe far marcire le radici e generare una notevole malattia.

Si moltiplica per le talee che si fanno alla fine dell’estate.

Dati

  • La qualità del miele ottenuto dal nettare dei fiori del Callunavulgares è notevole. Viene utilizzato industrialmente e fa addirittura parte dei 38 fiori di Bach, essendo un efficace rimedio naturale per le malattie di origine emotiva.
  • In Germania viene utilizzato come sostituto del tè per il suo sapore. Ma deve essere preparato in modo speciale.
  • Le infiorescenze sono utilizzate come sostituto del luppolo in fabbrica.
  • È una pianta mellifera, che fornisce alle api miele scuro, molto apprezzato nell’industria dolciaria.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *