Piante

Coltivazione e cura del brachichito (Brachychiton populneus)

Il genere  Brachychiton  comprende 31 specie di alberi molto interessanti e apprezzati dal punto di vista ornamentale. Uno dei più noti, il cui nome comune è brachichito, riceve il nome scientifico di  Brachychiton populneus. 

In questo articolo di tree file vogliamo commentare tutte le curiosità e le specifiche di questo genere e, nello specifico, di questa pianta. Ti terremo informato sulle sue principali cure e tecniche per coltivarlo nel tuo frutteto o giardino.

Caratteristiche del brachichito

L’albero del brachichito ( Brachychiton populneus) è un albero molto noto nel continente oceanico, soprattutto in Australia, che si sviluppa in un ampio range climatologico, nelle zone costiere e nell’entroterra.

È considerato un albero rustico poiché è in grado di vivere in climi caldi e secchi e di resistere a lunghi periodi di siccità.

Nel corso della sua storia sono stati trovati diversi usi del brachichito e di altre specie del genere Brachychiton. Gli antichi aborigeni si nutrivano dei suoi semi arrostendoli. Il legno, morbido al tatto ed elastico, veniva usato come scudo protettivo e le fibre della corteccia venivano trasformate in sandali e vestiti.

Attualmente è diffuso in altre aree lontane dall’Oceania, come il continente americano (soprattutto il Nord America). Allo stesso modo, possiamo trovarlo anche nell’Europa meridionale, in aree come la Comunità dell’Andalusia o l’intero margine mediterraneo.

Specie  di Brachichiton  più comuni

  • Brachychiton acerifolius (albero del fuoco)
  • Brachychiton bidwillii (Kurrajong nano)
  • Brachichiton scolorire  (brachykee rosa)
  • Brachychiton gregorii  (kurrajong del deserto)
  • Brachychiton populneus  (Brachykee)
  • Brachychiton rupestris  (albero delle bottiglie del Queensland)
  • Brachychiton australis (kurrajong a foglia larga)
  • Brachychiton paradoxus (kurrajong a fiori rossi)

Nomi comuni ( Brachychiton populneus): braquiquito, albero delle bottiglie o kurrajong

Fioritura: inizio estate.

Uso principale: albero ornamentale.

cura principale

Climatologia

Il Brachichito sopporta un’ampia escursione termica e la sua coltivazione al sole o in penombra è indifferente. La sua crescita è più vertiginosa nelle zone con estati calde e inverni miti (area mediterranea).

Non necessita di umidità ambientale e resiste al freddo e alle gelate meno intense.

Terra

Si sviluppa in un’ampia gamma di suoli e non necessariamente in terreni fertili, anche se ne condiziona la crescita e lo spessore del tronco.

Cresce generalmente in suoli calcarei a tessitura variabile (argillosi, argillosi-limosi o sabbiosi), anche se predilige suoli con un’elevata percentuale di sabbia.

Il Brachichito non va messo a dimora in terreni pesanti, con falda acquifera elevata ed elevata salinità.

bisogni di acqua

Resistente alle condizioni di siccità in estate. In giardino vengono posizionati 1 o 2 gocciolatori da 4 L/h.

  • Irrigazione in inverno: zero (a seconda delle precipitazioni) o 1 irrigazione a settimana di 30 minuti.
  • Irrigazione in estate:  da 2 a 3 irrigazioni a settimana della durata di 40-60 minuti.

fertilizzanti

Per un terreno medio non necessita di fertilizzanti, anche se la sua crescita può essere favorita aggiungendo concime granulare attorno al tronco principale. Un rapporto di fertilizzante NPK di 1-0,5-1,3 è adatto per lo sviluppo di questo tipo di alberi ornamentali.

Concime consigliato: NPK 12 + 8 + 16 (+3 +25) + oligoelementi

Potatura

Il Brachichito generalmente non viene potato, fatta eccezione per i rami spezzati dall’azione del vento o intrecciati, effettuando questa operazione in autunno.

Moltiplicazione

Uno dei modi più semplici per moltiplicare il brachichito è attraverso i semi, che hanno un buon potere di germinazione.

Si seminano all’inizio della primavera in un substrato inumidito con fibra di cocco. Si conserva in vaso fino a quando la piantina non supera i 30 cm di altezza e si trapianta nel luogo definitivo, aggiungendo sostanza organica alla buca di impianto ed effettuando una prima irrigazione di adattamento con un minimo di 10 litri di acqua.

prodotti correlati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.