Piante

Come prendersi cura e coltivare la lingua della suocera

Vuoi sapere come curare e coltivare la lingua della suocera ? Una delle piante più comuni e conosciute è la pianta comunemente nota come “lingua della suocera”. La pianta della lingua della suocera può essere divisa in due gruppi fondamentali. Le prime di queste sono piante alte che crescono verticalmente verso l’alto con foglie rigide a forma di spada sollevate.

Come prendersi cura e coltivare la lingua della suocera?

lingua di suocera

La Sansevieria è un gruppo di piante grasse tropicali e perenni  della famiglia delle agave, il più delle volte coltivate in casa. Le piante di questo genere producono foglie rigide, spesse, a forma di spada, spesso a motivi geometrici o multicolori. Le piante mature hanno fiori simili a  gigli che sono di  colore crema, bianco o verdastro.

È  facile da coltivare e da curare, appartiene alle cosiddette “Piante di Ferro” . Predilige la siccità, può resistere diversi mesi senza una goccia d’acqua. La Sansewieria è una foglia  succulenta  che immagazzina l’acqua nelle sue foglie carnose. In  inverno bisogna fare particolare attenzione a non annaffiarlo troppo e mantenere la temperatura sopra i 10 gradi C.

La specie più popolare di questo argento è la sansevieria guineana  (Sansevieria trifasciata). Una specie indoor  sempre più apprezzata  è anche la  Sansevieria cilindrica (Sansevieria cylindrica). Tra le varietà, ci sono esemplari che crescono fino a 1,5 m di altezza, così come forme nane – non più di 30 cm.

Caratteristiche

Proviene dall’Africa equatoriale occidentale (Guinea). È stata coltivata come pianta d’appartamento per diversi secoli, ma delle 50 specie conosciute, solo 5-6 sono coltivate in vaso. È una pianta longeva e molto resistente che può sopportare quasi tutti i disagi: siccità, grandi sbalzi di temperatura, luce solare intensa, salvo eccessive annaffiature.

Come viene coltivata la pianta della lingua della suocera?

La Sansevieria è caratterizzata da un’elevata resistenza a condizioni esterne sfavorevoli. Alla bobina piacciono i luoghi ben illuminati, preferibilmente con la luce solare. La temperatura ottimale in estate è compresa tra 20 e 25ºC, ma non dovrebbe scendere sotto i 15ºC. Tollera l’aria secca e inquinata, la scarsità d’acqua e persino la mancanza di luce. Irrigazione moderata.

Troppa acqua fa marcire le foglie alla radice. Concimazione estiva con concime universale per piante in vaso. Se il vaso è troppo piccolo per la sansewieria, dovrebbe essere trapiantato a marzo-aprile in un vaso leggermente più grande riempito con normale terriccio floreale.

Metti uno strato di drenaggio sul fondo della pentola. La pianta può essere propagata in molti modi. Il più popolare per la divisione del rizoma. Ci dividiamo in primavera, prima che appaia la nuova crescita.

Un altro metodo di riproduzione è il taglio delle foglie. Dividete le foglie in sezioni di 7-8 cm e mettetele in un substrato umido dopo che il taglio è asciutto. Le talee mettono radici in circa un mese.

Quando si propaga la sansevieria da talee, otteniamo sempre piante verdi, anche se le talee sono state prese da una pianta di garofano. Quindi, se le nuove piante devono mantenere il loro bel fogliame, devono essere coltivate dividendo i rizomi.

Come si riproduce la lingua della suocera?

Per moltiplicare la lingua della suocera, tagliare frammenti di foglie in primavera o estate o dividere i rizomi delle piante più vecchie a fine estate. Tagliare le foglie trasversalmente in pezzi di 5-6 cm, quindi immergere le loro parti inferiori in un agente radicante  e immergerle nel substrato costituito da una miscela di  torba  e sabbia (1: 1). Posiziona le piantine in un luogo luminoso con una temperatura di 20 gradi C.

Le giovani piante vengono trapiantate in vasi dopo 4-6 settimane. La propagazione per talea è possibile nel caso di varietà con foglie di colore uniforme. Le varietà con i bordi gialli, invece, possono essere propagate solo per divisione, perché nel caso delle talee non ripetono le caratteristiche della pianta madre (tutte le foglie sono verdi). Dividiamo il gruppo in 2-3 parti. I frammenti ottenuti vengono piantati in vaso dopo 2-3 giorni, quando il danno tissutale dopo il taglio è guarito.

Quali sono le varietà di lingua della suocera?

La specie più diffusa: la  Guinea  Sansevieria ( Sansevieria trifasciata ) è caratterizzata da foglie verde scuro con strisce trasversali irregolari, che crescono fino a 1 m di altezza.

Le seguenti forme possono essere distinte tra le varietà di questa specie:

‘  Oro nero  ‘ – una varietà simile alla specie, che cresce fino a 60 cm di altezza; la lama è più piatta, può essere ondulata

‘  Corallo nero  ‘ : foglie verde scuro con strisce trasversali grigio-verdi

‘  Black Robusta  ‘ – foglie simili al corallo nero, che crescono fino a 30 cm di altezza

‘  Gigantea  ‘ : foglie verdi a motivi con bordi gialli

Come prendersi cura e coltivare la lingua della suocera
‘  Golden Hahnii  ‘ – rosette a foglia verde chiaro con bordi giallo scuro con motivo marmorizzato verde scuro

‘  Hahnii  ‘ – varietà nana, foglie lunghe fino a 15 cm,

‘  Laurenti  i’ : foglie verde scuro con strisce trasversali più scure e circondate da un bordo dorato, che crescono fino a 1,2 m

‘  Moonshine  ‘ : larghe foglie grigio-argento verdastre che crescono fino a 30 cm di lunghezza

‘  Silver Laurentii  ‘ : foglie verde scuro con un sottile bordo argentato che cresce fino a 60 cm di altezza

‘  Twist  ‘ : foglie leggermente a spirale, verde scuro al centro con strisce grigie e giallo brillante lungo i bordi; crescendo fino a 18 cm di altezza

Una specie popolare coltivata in vaso è anche la sansevieria cilindrica (Sansevieria cylindrica). La specie si distingue per foglie rotonde con strisce trasversali grigie e verdi. Le foglie raggiungono un’altezza di 2 me una larghezza di 3 cm. Possono essere intrecciati in una caratteristica treccia verde.

Tra le varietà di questa specie possiamo distinguere la forma ‘  African Spear  ‘ con foglie ellittiche verde chiaro con strisce trasversali più scure, che crescono fino a 30 cm di altezza.

La Guinea e la Sansevieria cilindrica possono essere piantate individualmente in contenitori e sembrano ancora più efficaci nelle piantagioni di gruppo, specialmente negli interni moderni e minimalisti. I migliori contenitori per loro sono pentole poco profonde e pesanti.

 La lingua della suocera è velenosa?

La lingua della suocera, sebbene controversa, non è velenosa. Come ogni pianta, vale la pena proteggerla dai più piccoli. La tendenza dei bambini a esplorare il mondo con la bocca può portarci grande preoccupazione, non per le conseguenze, ma per paura e preoccupazione per la salute del bambino.

Sebbene il livello di tossicità della bobina sia basso, il contatto orale può causare alcuni sintomi di disturbo. Questi possono includere nausea, vomito, dolore alla bocca e salivazione eccessiva. Quindi teniamo i fiori lontani dai nostri figli.

La lingua della suocera fiorisce?

La fioritura di questa pianta avviene su piante mature. I suoi fiori sono piccoli, a forma di giglio, di colore crema, bianco o verdastro. Non sono molto grandi. Appaiono indipendentemente dalla stagione.

L’odore dei fiori dalla lingua della suocera è molto intenso e caratteristico. Assomiglia al profumo del gelsomino in fiore. Affinché la pianta fiorisca, fai attenzione a non annaffiarla troppo spesso. Si consiglia di annaffiare meno frequentemente, con intervalli anche di due settimane. Dopo la fioritura, l’intera infiorescenza dovrebbe essere tagliata.

Quali sono le malattie della lingua della suocera?

Le malattie che possono arricciarsi sono generalmente strisce che vanno via e scompaiono. È correlato a una quantità di luce insufficiente. Un altro sintomo spiacevole può essere macchie marroni sulle foglie o il loro marciume. Questo è il risultato di un’annaffiatura eccessiva della pianta.

L’imbrunimento e l’essiccazione delle foglie, d’altra parte, sono la causa della scarsa acqua e delle alte temperature dell’aria, mentre i frammenti secchi e bruciati delle foglie sono causati dall’eccessiva esposizione della pianta al sole. Quando la pianta è troppo fredda, le foglie diventeranno morbide e nere. Un’altra malattia che si verifica spesso in vari tipi di fiori è la cocciniglia. La pianta colpita è caratterizzata da piccoli fiocchi bianchi sulle foglie.

Per eliminare il problema, spruzzare una sostanza chimica appositamente selezionata che può essere trovata in un negozio di giardinaggio o pulire le foglie con alcol denaturato. Implica la completa eliminazione dei semi di cocciniglia, che sono difficili da rimuovere con i metodi casalinghi e possono diffondersi ad altre piante.

Quando i bordi delle foglie sono sfilacciati, affrontiamo un attacco di gonfiore. Per curare la pianta, dovresti anche usare una preparazione adeguatamente selezionata nel negozio del giardino.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *