Piante

Salix atrocinerea (salice cenere): arbusto con proprietà terapeutiche

La penisola iberica integra un ampio catalogo di specie adattate al clima mediterraneo e continentale del paese. Sebbene molti di essi, come il Salix atrocinerea (salice cenerino) non abbiano usi ornamentali in giardino, è importante conoscere l’ecologia del loro sviluppo e le loro principali caratteristiche.

Inoltre, il genere Salix è sempre stato associato a proprietà terapeutiche e medicinali, con componenti antinfiammatorie che si possono ritrovare nella linfa di questi cespugli.

Caratteristiche della Salix atrocinerea o salice cenere

Salix atrocinerea, comunemente noto come salice frassino, è un cespuglio alto (in età adulta può superare i 12 metri) e molto ramificato appartenente al genere Salix, che raggruppa un gran numero di specie dette salici (un esempio, il salice piangente salice).

Non è una specie molto vistosa ma cresce facilmente in quasi tutta la Spagna e in Portogallo, così come in alcune zone atlantiche dell’Europa, come l’Inghilterra. È una specie molto resistente e sempreverde, formata da foglioline di forma ovale, di colore verde scuro e con nervi ben sviluppati.

Le diverse specie di Salix hanno una grande capacità di incrociarsi e formare nuovi ibridi, molti dei quali difficili da identificare, quindi ogni decennio troviamo nuove specie molto simili e imparentate tra loro.

Anticamente questi alberi, piuttosto numerosi in molte zone della Penisola, erano utilizzati per la qualità del legno, apprezzato per la sua elasticità e facilità di lavorazione. Per questo motivo sono stati realizzati pezzi di legno come brocche, bicchieri o pezzi intagliati.

tassonomia

  • Ordine:  Malpighiales
  • Famiglia:  Salicacee
  • Genere:  Salix
  • Specie: Salix atrocinerea

Etimologicamente, il nome scientifico deriva dalla miscela di Salix, nome dato ai salici dai romani, e atrocinerea, che deriva da cinereus,  nome che designa il colore del legno e delle foglie, di colore grigiastro.

Nomi comuni:  cenere di salice, zalce, bardaguera, serga negra, balsero, salgueiro, prieto di salice.

Fioritura: emette caratteristici fiori a forma di cono che ricoprono i mesi di gennaio fino all’inizio della primavera. La sua dispersione è relativamente facile attraverso il vento, fruttificando a partire dalla primavera.

dove trovarlo

Salix atrocinerea è una specie abbastanza numerosa e frequentata nelle aree mediterranee e continentali della Penisola Iberica. Si trova anche nelle isole del Mediterraneo come le Isole Baleari o le isole francesi (Corsica).

Nell’Atlantico possiamo trovare anche specie raggruppate, come Portogallo e Inghilterra, oltre che sulla costa mediterranea africana (Tunisia e Marocco).

Proprietà medicinali

Storicamente e nella medicina tradizionale, il genere Salix e tutte le specie di salice sono sempre state associate a determinate proprietà medicinali. Principalmente correlato alla capacità di ridurre l’infiammazione e alla sua attività antipiretica (contro la febbre).

Alcune proprietà studiate dei salici sono effetti analgesici, antiossidanti e antinfiammatori.

componenti medicinali

Uno dei componenti principali è la salicina, un derivato dell’acido salicilico creato chimicamente. Inoltre, nella pianta si trovano più di 100 metaboliti secondari (flavonoidi, diidrocalcone, antociani, glicosidi, steroli e terpeni).

Sviluppo di  Salix atrocinerea

Salix atrocinerea si trova in tutti i tipi di aree, preferibilmente zone umide vicino a fiumi, fontane o sorgenti. Alcune delle caratteristiche del suo sviluppo sono le seguenti:

Ubicazione:  zone ben illuminate o semiombreggiate. Supporta tutti i tipi di temperature, anche se preferiscono il caldo al freddo.

Altitudine: dal livello del mare a 2000 metri.

Tipo di terreno: terreni  preferibilmente acidi che trattengono bene l’umidità e non sono necessariamente fertili.

Foto di copertina: Valter Jacinto | Portogallo

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.