Suggerimenti

15 cespugli fioriti per il tuo giardino

Gli arbusti vivono a cavallo tra alberi e piante ornamentali. Le sue dimensioni sono ideali per la coltivazione in qualsiasi punto del giardino. Inoltre, troverai alcuni splendidi arbusti da fiore le cui specie puoi mescolare e abbinare per giocare con diversi colori, dimensioni delle foglie e crescita.

In questa guida abbiamo voluto mettere insieme un elenco di diversi arbusti da fiore facili da coltivare che possono essere acquistati in qualsiasi vivaio. E soprattutto, ognuno ha un diverso periodo di fioritura, alcuni sono decidui e altri no. Questo ti permetterà di giocare con fioriture diverse a seconda del periodo dell’anno.

Troverai anche alcune specie di arbusti la cui fioritura avviene in pieno inverno, quindi, indipendentemente dalla tua fascia climatica, potrai coltivarne alcuni in questo elenco.

Elenco di arbusti da fiore da coltivare nel tuo giardino

Rododendro ( Rhododendron spp.)

Il rododendro e i suoi parenti stretti, le azalee, sono noti per includere molte varietà, ibridi e sottovarietà all’interno del genere Rhododendron. Una pianta molto nota all’interno di questo gruppo è l’ erica e tutte le piante che rappresentano la famiglia delle Ericaceae.

Questi rododendri possono essere decidui o sempreverdi, a seconda della varietà e del clima in cui li coltiviamo. Sebbene assomiglino alle azalee, questi arbusti da fiore differiscono in quanto hanno foglie più grandi e sono generalmente di dimensioni maggiori.

I rododendri possono essere sempreverdi o decidui e si distinguono dalle azalee per le loro dimensioni maggiori e le foglie più grandi, che hanno spesso una consistenza coriacea. In generale, le varietà di rododendri più coltivate sono caratterizzate come sempreverdi. Le azalee, invece, sono generalmente caducifoglie.

La cosa più impressionante di questi arbusti è la loro fioritura, dato che producono grandi numeri e di buone dimensioni, praticamente a metà primavera. A seconda della varietà e della cultivar, avrà un colore di fioritura diverso.

Sono spesso usati come arbusti di confine, piantagioni di gruppo o specie isolate nel giardino.

  • Climatologia:  coltivazione in pieno sole o mezz’ombra. Supporta le basse temperature.
  • Substrato: ricco di sostanza organica, leggermente acido e con buon drenaggio
  • Irrigazione:  mantenere costante l’umidità, con 3 annaffiature a settimana in primavera ed estate.
  • Abbonato:  concime per piante da fiore all’inizio della primavera e applicazione ogni 15-20 giorni.
  • Potatura: i rami vecchi o incrociati possono essere rimossi.

Lillà comune ( Syringa vulgaris)

I lillà comuni sono arbusti da fiore che anticipano l’arrivo dell’estate emettendo una spettacolare fioritura con tutta lavanda o violetta. Il suo nome scientifico è  Syringa vulgaris.  La più comune è la fioritura durante la primavera e l’estate, ma ci sono varietà che la estendono per tutto l’autunno.

In generale il lillà comune è un arbusto abbastanza resistente alle diverse fasce climatiche e al tipo di terreno. Potrebbe essere necessaria una potatura di ringiovanimento se vediamo che i germogli sono molto lignificati e il legno è vecchio.

Possiamo piantarli in fila come cespuglio separatore, ma anche in modo isolato, controllandone la crescita con la potatura.

  • Climatologia:  si coltiva in pieno sole, sopportando un’ampia escursione termica e resistendo al freddo.
  • Substrato:  apportare periodicamente sostanza organica garantendo un buon drenaggio.
  • Irrigazione:  mantenere costante l’umidità, soprattutto in primavera e in estate durante la fioritura.
  • Abbonato:  concime per piante da fiore dalla primavera e per tutta l’estate
  • Potatura: eseguire la potatura di ringiovanimento quando c’è molto legno morto o invecchiato.

Kerria giapponese ( Kerria japonica)

È conosciuta come kerria giapponese ( Kerria japonica) e la sua fioritura è molto attraente per i colori gialli che produce per diverse settimane in piena primavera. Ha steli di un verde vivo e brillante e li mantiene fino all’arrivo delle basse temperature.

In genere la fioritura può durare circa 60 giorni, potendo continuare a produrre fiori per tutta l’estate a seconda delle condizioni meteorologiche. Questo cespuglio è adatto alle condizioni ombrose, ha una grande resistenza alle temperature e potature impegnative.

  • Climatologia:  coltivabile in semiombra
  • Substrato:  buon drenaggio e con apporto di sostanza organica su base annua.
  • Irrigazione:  mantenere costante l’umidità, ma senza ristagni, soprattutto in estate.
  • Abbonato:  compost all’inizio della primavera e concime per la fioritura in caso di potature importanti.
  • Potatura:  si rigenera molto bene dopo la potatura, potando i fusti in inverno per stimolare la fioritura l’anno successivo.

Andromeda ( Pieris japonica)

Il nome di questo cespuglio fiorito è molto particolare, noto come andromeda ( Pieris japonica). La sua origine è asiatica ed è coltivata in Giappone e Cina, sebbene si adatti perfettamente alle condizioni dell’Europa e dell’America.

Questo arbusto è sempreverde, quindi non perde le foglie anche in condizioni di freddo. La cosa migliore è che produce piccole foglie rossastre tra l’autunno e l’inverno, quindi questo tipo di arbusto da fiore è apprezzato al freddo, quando il resto delle piante sta svernando.

Le varietà più conosciute del cespuglio di andromeda sono ‘Red Mill’ e ‘Mountain Fire’, entrambe con colori rossastri.

  • Climatologia:  si può coltivare in mezz’ombra.
  • Substrato: necessita di terreno acido e fertile (incorporare periodicamente sostanza organica), garantendo un buon drenaggio.
  • Irrigazione:  non necessita di molta acqua e il substrato può essere asciugato tra l’irrigazione e l’irrigazione (due volte a settimana in primavera e in estate).
  • Abbonato:  l’apporto di sostanza organica è sufficiente, ma la boscaglia si può rigenerare con poco fertilizzante azotato.
  • Potatura:  non necessita di potatura se non la potatura periodica dei rami storti o danneggiati.

Rosa siriana ( Hibiscus syriacus)

Il genere Hibiscus ci porta specie di malva con l’aspetto di un cespuglio di rose e fiori molto vistosi di vari colori. Ci sono varietà che forniscono colori diversi, ma in generale ha fiori grandi e in gran numero se le condizioni sono appropriate.

Questo cespuglio fiorito non cresce eccessivamente e non raggiunge una grande altezza. La rosa siriana fiorisce da fine estate a metà autunno. Viene coltivato singolarmente o in gruppi, formando siepi a grappolo. Se gli steli di base vengono rimossi, si può formare un albero di piccola altezza per formare allineamenti.

  • Climatologia:  può essere messa a dimora in ambienti costieri, in pieno sole o semiombreggiatura, resistendo alle basse temperature.
  • Substrato: suoli permeabili, ben drenati e ammissibili di tipo calcareo.
  • Irrigazione: moderata in primavera ed estate, mantenendo costante l’umidità.
  • Abbonato:  abbonato importante in primavera e in estate per stimolare la produzione di foglie e fiori.
  • Potatura:  la potatura pesante può essere effettuata prima dell’inverno per favorire futuri germogli.

Cariottero ( Caryopteris × clandonensis)

Quando si cercano arbusti con fiori bluastri o viola, un classico esempio è quello noto come cariottero o barba blu ( Caryopteris × clandonensis). Un piccolo cespuglio con una dimensione che varia tra 0,5-1,5 metri, foglie piccole ma di colore verde brillante e un’intensa fioritura violacea.

Appartiene alla famiglia delle Verbenaceae,  emette fioritura in piena estate e si protrae bene fino all’autunno, potendo crescere in pieno sole.Viene generalmente coltivata ai bordi delle strade, formando gruppi di bassa crescita. Di solito è abbastanza resistente e ammette potature intense.

Una delle varietà più conosciute e ricercate è Caryopteris x clandonensis ‘Heavenly Blue’.

  • Climatologia:  si coltiva in pieno sole, ammettendo un’ampia escursione termica.
  • Substrato: terreni umidi (argillosi) che trattengono bene l’umidità, ma senza ristagni idrici.
  • Irrigazione:  mantenere costante l’umidità, soprattutto in primavera e in estate.
  • Fertilizzante:  dopo la potatura e l’aumento dell’irrigazione, aggiungere fertilizzante ricco di azoto all’inizio della primavera.
  • Potatura:  si pota generosamente prima del germogliamento (fine inverno) per stimolare la fioritura.

Mela cotogna giapponese ( Chaenomeles speciosa)

È conosciuta come mela cotogna giapponese ed è un arbusto da fiore spinoso che emette i suoi fiori alla fine dell’inverno e li mantiene bene in primavera. Appartiene alla famiglia delle Rosacee e la sua origine è giapponese, come indica il nome.

Come per molti alberi da frutto, i fiori compaiono prima dei boccioli delle foglie, quindi la prima cosa che notiamo di questo cespuglio sono i suoi fiori rosso vivo. Le varietà più interessanti da coltivare sono:

  • Chaenomeles speciosa ‘Neve’
  • Chaenomeles speciosa ‘Nivalis’
  • Chaenomeles speciosa «Ragazza Geisha»
  • Chaenomeles speciosa ‘Moerloosei’

Alcuni consigli per coltivare la mela cotogna giapponese:

  • Climatologia:  preferenza per il pieno sole, anche se può essere coltivata in semiombra. Resiste al freddo intenso.
  • Substrato:  terreno fertile, ben drenato che trattiene costantemente l’umidità.
  • Irrigazione:  mantenere costanti e periodiche irrigazioni, aumentando la dose a 3 applicazioni a settimana in estate.
  • Abbonato:  fornire periodicamente materia organica e fertilizzante per piante da fiore all’inizio della primavera.
  • Potatura:  i fusti possono essere potati, anche se in genere non è una specie che solitamente si pota in modo intensivo.

Forsizia ( Forsizia x intermidia)

L’arbusto da fiore fortisia ( Forsythia x intermidia) è uno dei primi a fornire un paesaggio primaverile di giallo quando le temperature iniziano a salire. La Fortisia è una specie rustica e decidua con crescita rapida e vigorosa.

Se non potata può raggiungere i 2 metri di altezza. Ha fusti spinosi, quindi può essere utilizzato per formare siepi, recinzioni o dividere gli spazi del giardino.

Come nel caso precedente, i fiori sono i primi a comparire, anche prima delle foglie, quindi è considerato un arbusto a fioritura precoce.

  • Climatologia:  viene coltivata in pieno sole per stimolare la comparsa dei fiori. Specie rustica che resiste ad un’ampia escursione termica.
  • Substrato: mantenere il terreno fertile e sciolto, fornendo materia organica.
  • Irrigazione: generosa e costante durante la primavera e l’estate.
  • Abbonato:  la materia organica viene applicata attorno agli steli in autunno e il fertilizzante per le piante da fiore può essere applicato in primavera.
  • Potatura:  può essere potata prima dell’arrivo del freddo per stimolare la rigenerazione di steli e fiori nella stagione successiva.

    Hibiscus moscheto ( Hibiscus moscheutos)

    Gli ibischi sono un genere di piante che raggruppano un gran numero di arbusti con fiori di varie dimensioni e colori. Uno di questi è la varietà Hibiscus moscheutos, appartenente alla famiglia delle Malvaceae.

    L’ibisco ha guadagnato molta fama negli ultimi anni, essendo una delle specie di arbusti da fiore più utilizzate per i giardini mediterranei e le temperature miti. Resiste bene alla coltivazione all’aperto, ma dobbiamo evitare l’esposizione al sole se viviamo in una zona molto calda, oltre a proteggerla dal freddo nelle zone a bassa temperatura.

    • Climatologia:  esposizione al pieno sole o mezz’ombra in zone molto calde. Proteggere dal gelo e dai forti venti.
    • Substrato:  terreni soffici e temperature calde, con buon drenaggio e sostanza organica.
    • Irrigazione: frequente e costante nei periodi di massimo calore, con 3 irrigazioni a settimana.
    • Abbonato:  può essere pagato all’inizio della primavera per stimolare la germinazione e la fioritura.
    • Potatura:  rimuovere periodicamente i rami deboli o danneggiati.

      Azalea ( Rhododendron spp.)

      L’azalea è uno degli arbusti da fiore più utilizzati nel giardinaggio ornamentale, poiché è una pianta che produce un gran numero di grandi fiori. Al contrario, le esigenze delle loro cure sono maggiori rispetto ad altre specie.

      Le azalee crescono a cespuglio e si distinguono per la loro grande produzione di fiori. Questi hanno colori vari, anche se spiccano le tonalità rosa, rosso e bianco. Le azalee hanno bisogno di cure frequenti per stimolare e mantenere la loro fioritura durante la primavera e l’estate.

      • Climatologia: richiede molta luce e soffre nei climi caldi e secchi e necessita di umidità ambientale e temperature gradevoli per la fioritura.
      • Substrato:  terreni acidi, ben drenati e ricchi di sostanza organica, preferibilmente quelli che trattengono bene l’umidità.
      • Irrigazione:  richiede il mantenimento di un’umidità costante del terreno, soprattutto in primavera e in estate, consigliando un minimo di 3 annaffiature a settimana.
      • Abbonato:  fornire compost in autunno e fertilizzanti composti all’inizio della primavera.
      • Potatura:  in genere non necessitano di potatura se non per modellare il cespuglio ea seconda della varietà scelta.

      Alloro americano ( Kalmia latifolia)

      Questo arbusto fiorito è noto come alloro americano o alloro di montagna e appartiene alla famiglia delle Ericaceae. La sua origine è nordamericana ed è considerata una specie perenne a fioritura raggruppata, il cespuglio raggiunge diversi metri di altezza.

      La sua fioritura avviene in primavera e può essere piantata da sola, in boschetti o coltivata in gruppo. Bisogna prestare attenzione alle sue foglie in quanto contengono elementi tossici se ingerite.

      • Climatologia:  evitare temperature elevate e preferibilmente in zone semiombreggiate.
      • Substrato:  terreni leggeri e leggermente pesanti, con preferenza per quelli di tipo acido.
      • Irrigazione:  mantenere costante l’umidità del terreno, annaffiando almeno 3 volte a settimana in ambienti caldi.
      • Fertilizzante:  apporta sostanza organica in autunno e consigliabile concime per piante da fiore all’inizio della primavera.
      • Potature:  in genere non necessita di potature se non quelle che eliminano i rami storti o danneggiati.

      Rosa (specie e ibridi di rosa)

      Le rose sono uno degli arbusti da fiore più conosciuti per la loro storia e la qualità dei loro fiori. Esiste un numero enorme di varietà, ibridi e cultivar adattati a climi e stagioni diversi.

      Per quanto riguarda la sua fioritura, a seconda della varietà si possono scegliere colori diversi, anche se tutti grandi. Il loro mantenimento non è molto elevato, anche se di solito hanno problemi con malattie come l’oidio o l’oidio. Richiedono importanti potature prima dell’inverno per stimolare il germogliamento, producendo fiori per tutta la primavera e l’estate.

      • Cespugli di rose ad arbusto: grandi e alti più di un metro.
      • Cespugli di rose Floribunda: di piccole dimensioni ma in gran numero.
      • Rosales Grandiflora: piccolo cespuglio con fiori raggruppati.
      • Rose nane: piccole, 40 cm, ideali per la coltivazione in vaso.

      Le specie più comuni da coltivare in giardino sono i cespugli, che ammettono potature intense per evitare danni da freddo con l’arrivo dell’inverno.

      • Climatologia:  coltivazione in pieno sole, sopportando un’ampia escursione climatica.
      • Substrato:  terriccio con buon drenaggio e fertile, potendo piantare in zone alcaline
      • Irrigazione:  mantenere costante l’umidità nei mesi primaverili ed estivi, ma senza allagamenti.
      • Abbonato:  fertilizzante per cespugli di rose e specie floreali all’inizio della primavera, con germogliamento.
      • Potatura:  ammette potature forti per rigenerare i tessuti, da effettuarsi prima dell’inverno.

        Spirea di Vanhoutte ( Spiraea x Vanhouttei)

        È comunemente nota come Spirea di Vanhoutte ( Spiraea x Vanhouttei) e appartiene alla famiglia delle Rosacee ( genere  Spiraea). In esso sono presenti più di 100 cespugli con caratteristiche simili a questa specie e fioriture molto ornamentali.

        Questo arbusto cresce formando rami arcuati per il suo peso, molto compatto e con fusti raggruppati ed un’altezza che può superare i 2 metri. I fiori di Spirea de Vanhoutte sono bianchi, di piccole dimensioni ma appaiono in gran numero, ricoprono l’intera pianta e fioriscono in estate.

        • Climatologia:  esposizione al pieno sole, sopporta bene il freddo e le leggere gelate.
        • Substrato:  Non è molto esigente, anche se deve avere un buon drenaggio ed essere fertile di sostanza organica.
        • Irrigazione:  mantenere costante l’umidità senza lasciare asciugare il supporto e non allagare.
        • Abbonato: applicare il compost a fine inverno e con concime minerale ogni 20 giorni durante la primavera e l’estate.
        • Potatura:  ammette una leggera potatura di addestramento una volta terminata la fioritura .

        Ortensia foglia di quercia bianca ( Hydrangea quercifolia)

        L’ortensia foglia di quercia è originaria degli Stati Uniti. Si distingue per essere un arbusto che può raggiungere i 2 metri di altezza con una morfologia fogliare molto particolare. Anche la sua fioritura è molto attraente, con colori bianchi e di grandi dimensioni.

        Questo arbusto deciduo fiorito è una specie abbastanza rustica, adatta a tutti i tipi di terreno e resistente anche a temperature rigide.

        • Climatologia:  coltivazione in pieno sole o mezz’ombra. Resiste a un’ampia gamma di temperature.
        • Substrato:  si adatta a tutti i tipi di terreno, anche calcareo. La materia organica può essere aggiunta se sono molto poveri.
        • Irrigazione:  resiste ai terreni asciutti, effettuando una frequenza di 3 brevi irrigazioni in estate.
        • Fertilizzante:  se il terreno è povero, applicare in primavera sostanza organica e fertilizzante ricco di NPK.
        • Potatura:  si può potare a fine inverno, quando le foglie cadono.

        Viburno speziato coreano ( Viburnum carlesii)

        La spezia coreana viburno è un grande cespuglio, e può superare i 2 metri di altezza nel corso degli anni. La sua origine è coreana, e da lì ha preso il suo nome molto particolare, anche se per non sbagliare con altre specie di viburno, dovrebbe essere chiamato con il suo nome scientifico, Viburnum carlesii.

        La sua fioritura avviene tra aprile e maggio con una magnifica fioritura di grandi dimensioni e numero sul cespuglio. I fiori sono raggruppati in grandi grappoli e sono molto profumati. Il viburno coreano viene piantato singolarmente o in cespi.

        • Climatologia:  coltivazione in pieno sole o mezz’ombra. Sviluppo rustico e resistente al freddo e al caldo.
        • Substrato:  terreno fresco e preferibilmente con pH acido.
        • Irrigazione:  moderata e frequente durante i mesi caldi.
        • Abbonato:  applicare il compost con la caduta della foglia e concime minerale all’inizio della primavera.
        • Potatura:  potatura leggera per mantenere la struttura del cespuglio.

        Deja una respuesta

        Tu dirección de correo electrónico no será publicada.