Suggerimenti

6 piante officinali ad azione antinfiammatoria e analgesica per ridurre infiammazione e dolore in modo naturale

Da un mal di testa per il mal di schiena , distorsioni , emicrania , artrosi , ecc possiamo ridurre il dolore e l’infiammazione in modo naturale con le piante medicinali .

Se preferisci utilizzare le erbe officinali per prenderti cura di te in modo naturale attraverso la fitoterapia, in questo articolo troverai alcune delle qualità di 6 piante che abbiamo scelto per il loro alto potenziale antinfiammatorio e analgesico.

Ci sono 6 erbe medicinali che sono molto utili e utili in questo senso. Ve li mostriamo noi!

.

6 Piante medicinali analgesiche e antinfiammatorie

Curcuma :

Questa radice è stata utilizzata nei paesi asiatici come l’India per 4.000 anni a causa della sua grande diversità di proprietà medicinali.

Viene utilizzato sia per uso interno che esterno in ambito estetico e cosmetico, infatti è molto diffuso preparare una Maschera Viso alla Curcuma per avere una pelle giovane e luminosa.

Tra i suoi usi terapeutici è noto il suo grande potere antinfiammatorio anche nei casi di artrosi e artriti in cui si è dimostrato altamente efficace. Il suo potenziale antinfiammatorio è molto utile nei casi acuti e cronici. Ma questo è solo uno degli usi medicinali della curcuma, scoprine molti altri nel mio post sulle Proprietà della Curcuma .

E se hai il coraggio, ti do alcuni consigli per coltivare la curcuma a casa.

Artiglio del diavolo:

È una pianta originaria dell’Africa. Tradizionalmente è stato utilizzato per migliorare la digestione, come detergente e contro la febbre.

Ma anche l’artiglio del diavolo è una pianta medicinale con un grande potere di ridurre sia il dolore che l’infiammazione, essendo efficace anche per le condizioni degenerative delle ossa. Scopri di più sui vantaggi dell’artiglio del diavolo .

È anche una pianta molto utile per ridurre il dolore e l’infiammazione in caso di urti e distorsioni.

Può essere assunto internamente o applicato con cataplasmi nell’area o nelle aree interessate.

Verbena:

È una pianta originaria dell’Europa. La verbena fa parte della medicina popolare da generazioni per la sua vasta gamma di usi: congestione, tosse, insonnia, problemi al fegato, periodi mestruali irregolari….

E, naturalmente, la Verbena è molto efficace nel combattere sia l’infiammazione che il dolore grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, analgesiche e sedative.

La verbena è una pianta davvero meravigliosa: allevia il mal di testa associato a periodi dolorosi, e nelle emicranie in genere riduce i dolori reumatici e gli spasmi. Vuoi sapere di più? Scopri di più sui vantaggi di Verbena .

Alloro:

Attualmente non possiamo dimenticare di aggiungere delle foglie di alloro quando prepariamo alcune ricette, giusto? Sebbene oggi sia una spezia molto utilizzata, soprattutto nella cucina mediterranea, fa parte anche dei rimedi naturali che sono stati utilizzati di generazione in generazione.

L’alloro è particolarmente utile nel ridurre il dolore reumatico e le mestruazioni dolorose. L’alloro è anche in grado di alleviare i dolori muscolari e ridurre le infiammazioni in caso di reumatismi, contusioni e botte.

Conoscere in dettaglio le Proprietà e gli usi di Laurel .

Arnica :

Conosciuto anche come tabacco di montagna, l’Arnica appartiene alla stessa famiglia botanica della camomilla e della calendula o fiore di calendula.

Questa è una pianta medicinale tradizionalmente utilizzata per ridurre l’infiammazione e il dolore in caso di colpi, traumi, distorsioni, distorsioni, strappi e dolori muscolari, lussazioni o anche infiammazioni croniche come l’artrite.

Scopri di più sui benefici dell’arnica e su come viene utilizzata .

Corteccia di salice bianco:

La sesta opzione che proponiamo è un altro rimedio naturale che è stato utilizzato per migliaia di anni per alleviare il dolore e l’infiammazione e anche abbassare la febbre.

È molto efficace per dolori reumatici, dolori muscolari, mal di testa, dolori mestruali, tendiniti, ecc.

Come vengono utilizzate queste piante medicinali?

Ci sono due modi per usarli:

  • Preparare un’infusione

Metti un cucchiaino della pianta essiccata in una tazza e riempila con acqua molto calda (non deve arrivare a bollore). Coprire e lasciare riposare 5 minuti. Quindi viene filtrato e bevuto a poco a poco. Può essere assunto fino a un massimo di tre tazze al giorno per un periodo massimo di due settimane consecutive.

  • Esternamente

Realizzare cataplasmi, cerotti, maschere o anche applicare direttamente nella zona da trattare lo stesso infuso della pianta.

Oltre a queste piante medicinali, esiste un enzima chiamato Bromelina che si trova in alcuni frutti tropicali (come la papaia e l’ ananas ) che è in grado di aiutare a ridurre l’infiammazione e il dolore.

Ricorda che queste sono informazioni generali e in nessun caso sostituiscono il parere medico. Le piante medicinali non devono essere utilizzate nei bambini di età inferiore ai 12 anni. Se sei in trattamento farmacologico, consulta il medico e/o il farmacista prima di assumere qualsiasi pianta medicinale perché può interagire con i medicinali.

.

.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.