Suggerimenti

6 modi naturali per uccidere le piante velenose

Stai camminando in una parte del tuo giardino quando ti accorgi che ti prude il braccio. Il giorno dopo si vede un’eruzione cutanea e delle vesciche. Hai l’edera velenosa… e ora? Dopo aver trattato il prurito, bisogna capire come uccidere l’edera velenosa. Non è facile, ma si può fare se si conoscono i trucchi giusti.

Il sommacco velenoso ha la reputazione di essere una pianta fastidiosa che provoca prurito ed eruzioni cutanee rosse ovunque tocchi la pelle nuda. Molti di noi probabilmente ricordano l’edera velenosa della nostra gioventù, con quelle mani e quei piedi che prudono, o peggio, il culo!

Ma non c’è niente di divertente in Poison Ivy. Può essere molto grave. Una volta ho dovuto portare mio figlio all’ospedale perché le eruzioni cutanee da edera velenosa gli invadevano gli occhi e le orecchie.

L’85% delle persone è allergico all’edera velenosa. Infatti, alcune persone sono così sensibili che possono essere irritate quando le particelle di petrolio sono trasportate dal vento.

L’urushiolo è la sostanza oleosa che si trova nelle foglie della pianta. Questo olio irrita la pelle e provoca prurito quando viene a contatto con la pianta. Si può anche spargere edera velenosa intorno al corpo toccando l’eruzione cutanea e poi toccando un’altra parte del corpo.

Allora, come ci liberiamo di questa pianta apparentemente posseduta dai demoni? Questo articolo vi mostrerà come uccidere l’edera velenosa con metodi naturali – e alcuni rimedi nel caso in cui siate morsi dalla pianta nel processo.


Che aspetto ha l’edera velenosa?

Avete sentito il vecchio detto: “Foglie di tre, lasciatevi andare”? Il sommacco velenoso ha foglie composte, costituite da tre foglie appuntite. La foglia centrale è più grande e sporgente.

Le foglie cambiano colore a seconda della stagione. In primavera assumono un colore rossastro. In estate sono verdi e in autunno diventano gialli o arancioni. A volte la stessa pianta avrà foglie di colori diversi allo stesso tempo.

Alcune piante di edera velenosa sono viti che si arrampicano sugli alberi o si arrampicano sulla casa. Altri sono varietà di arbusti. Tutti contengono urushiolo, la resina oleosa che ricopre le foglie. Sorprendentemente, l’edera velenosa appartiene alla stessa famiglia botanica degli anacardi e dei manghi. Ecco perché ad alcune persone vengono le vesciche intorno alla bocca dopo aver mangiato mango.

Molte piante possono essere confuse con il sommacco velenoso. Il rampicante della Virginia ha un aspetto simile, ma ha cinque foglie. Altre piante simili – lamponi e more – hanno gli adesivi caratteristici, mentre il sommacco velenoso non ce l’ha. L’edera velenosa e il sommacco velenoso si assomigliano, e alcune parti del paese hanno entrambi.


Come uccidere l’edera velenosa

Anche se può essere spiacevole se lo si incontra, ci sono diverse ricette e tecniche che vi aiuteranno a sbarazzarvi dell’edera velenosa senza dover ricorrere a sostanze chimiche aggressive.


1. cospargere con sale e aceto

Combinazioni :

  • Una tazza di sale
  • Un gallone di aceto

Mettete il sale e l’aceto in una casseruola e riscaldate a fuoco basso, mescolando finché il sale non si scioglie. Lasciare raffreddare.

Aggiungere un cucchiaio di detersivo per piatti alla miscela. Il sito
Il sapone lo aiuta ad aderire alla pianta.

Mettere la miscela in un flacone spray.

Spruzzare le foglie e il fusto della pianta di edera velenosa
finché le gocce non cadono dalle foglie. Ci vorrà qualche giorno perché le foglie appassiscano, e poi
la pianta morirà. Fare attenzione a non spruzzare altre piante da giardino come questo ucciderà la pianta.
…anche loro.


2. Date loro qualcosa da bere in casa

Non l’ho mai provato, ma di certo suona
divertimento. Il gin dovrebbe uccidere l’edera velenosa e la miscela di aceto e sale.
nella ricetta di cui sopra.

Mescolare quanto segue:

  • Un’oncia di gin
  • Un’oncia di aceto di sidro di mele
  • Un cucchiaio di qualsiasi shampoo che si bagni bene
  • Un quarto dell’acqua.

Spruzzare questa miscela quando il sole splende.

Fatemi sapere se lo provate e se funziona. Possiamo fare un brindisi virtuale!


3. Prendi una capra

I miei assistenti. Foto di Ame Vanorio

Sappiamo tutti che le capre mangiano di tutto. Beh, non proprio tutto, ma mangeranno edera velenosa. Le capre possono mangiare la pianta senza effetti negativi. Hanno anche molti altri vantaggi nella fattoria.

Quando ho comprato la mia fattoria, era solo un pezzo di terra senza edifici. Quindi la prima decisione è stata quella di decidere dove mettere la casa. Non volevo metterlo su un terreno pianeggiante, così ho deciso di metterlo su un pendio roccioso vicino a un bosco.

La collina era ricoperta di edera velenosa. Per risolvere il mio problema, ho comprato due capre e le ho legate alla collina. Mentre io e mio figlio ci scavavamo i piedi, le capre masticavano felici (non lasciate le capre legate quando non siete con loro, perché potrebbero rimanere impigliate o intrappolate da un predatore).

Un avvertimento. Anche se l’edera velenosa non
disturbare le capre, che possono trasmettere l’olio dal loro mantello al loro corpo. È la stessa cosa.
va al tuo cane o al tuo gatto.

I cervi dalla coda bianca mangeranno anche l’edera velenosa, così potrete incoraggiarli a visitare il vostro giardino.


4. Scaldare

Permettetemi di iniziare dicendo che non dovete MAI bruciare l’edera velenosa con il fuoco . Bruciando la pianta, rilascia nell’aria tossine che possono causare un’eruzione cutanea all’interno dei polmoni e persino uccidervi. Se volete trattare l’edera velenosa con il calore, fatelo con acqua bollente.

Il metodo dell’acqua bollente funziona meglio quando le piante si trovano vicino a un marciapiede o a una strada rocciosa. Se le piante si trovano in una zona dove c’è molto terreno, non funzionerà altrettanto bene. L’idea è quella di portare l’acqua bollente alle radici, che poi appassiscono e non possono più alimentare le foglie.

Il modo migliore per farlo è riscaldare l’acqua in un bollitore. Quando l’acqua è bollente, togliete il bollitore e portatelo alle piante. Versare l’acqua calda intorno alla base della pianta. Questo metodo richiede spesso diverse applicazioni, ma è un buon modo per finire il lavoro.


5. Asfissia

Questo metodo funziona bene per una piccola invasione. Richiede
un po’ di tempo, ma è facile ed economico. Smontare le scatole extra e mettere
…che sono sulla lastra di edera velenosa. Coprire le scatole per tenerle in posizione.

Prendere due piccioni con una fava e ricoprire il cartone con materiale da compostaggio. Accatastate il letame, la paglia e l’erba tagliata. Si decomporranno tutti insieme distruggendo le piante sottostanti, lasciandovi una bella zona di semina.

Assicuratevi di dare a questo metodo un anno intero per migliorare
risultati.


6. In caso di dubbio, toglierlo

Un modo per sbarazzarsi rapidamente dell’edera velenosa è estrarre il ciuccio. Ma è anche il modo più pericoloso per farsi venire un’eruzione cutanea.

Per proteggerti, indossa pantaloni lunghi infilati negli stivali e una camicia a maniche lunghe. Assicuratevi che la vostra pelle non sia visibile. Indossare guanti di pelle o di cotone, non guanti di lattice, che possono assorbire gli oli. Anche la protezione degli occhi è una buona idea.

Lo strumento migliore per il lavoro è una bottiglia. Simile a un piccone, una zappa viene utilizzata per scavare e tagliare. È un’opzione migliore di una pala, perché si può andare sotto le radici per tirarle fuori dal terreno.

Scavare sotto le radici per essere sicuri di ottenere l’intera pianta. Se volete essere sicuri, usate la combinazione di aceto e sale da versare nei fori e assicuratevi di uccidere tutte le radici.

Mettete le piante in un sacchetto della spazzatura di plastica per smaltirle. Non mettere mai l’edera velenosa nella pila delle bruciature. La combustione rilascia gli oli e diffonde le goccioline nell’aria, che possono causare un’infezione polmonare.

Una volta terminato il vostro compito, toglietevi immediatamente tutti i vestiti e metteteli in lavatrice. Lavare i vestiti con detersivo o con uno speciale sapone all’edera velenosa. Poi fate una doccia, assicuratevi di lavarvi le mani prima di lavare altre parti del corpo.


Ci sono buone notizie?

Giusto per essere onesti, ci sono alcune cose buone sull’edera velenosa. Non è tutto negativo, ha una nicchia ecologica.

Il sommacco velenoso è un’importante fonte di cibo per molti animali selvatici. Alcuni animali, come cervi e topi muschiati, mangiano le foglie senza reazioni allergiche.

Il sommacco velenoso produce anche bacche bianche che vengono mangiate e disperse dagli uccelli. Tacchini selvatici, picchi e pettirossi si godono le bacche a fine autunno. Anche i rospi sono appassionati di edera velenosa perché fa un bel baldacchino e un posto sicuro per nascondersi.


Trattamento delle edere velenose

Ora sai come uccidere l’edera velenosa. Ma cosa succede se hai lavorato diligentemente per rimuovere l’edera velenosa dal tuo cortile o dal recinto e ora hai un’eruzione cutanea rossa pruriginosa sul braccio?

La prima cosa da fare è lavare con acqua calda e sapone neutro. Meglio ancora, utilizzare un sapone alle erbe con lavanda e rosmarino, in quanto sono calmanti. Applicare poi una crema antistaminica.

L’amamelide è un favoloso rimedio naturale che allevia il prurito e i lividi. La banana e il comfrey sono anche buone erbe da usare per le irritazioni della pelle.

Un altro trattamento lenitivo è il bicarbonato di sodio. Mescola il bicarbonato di sodio con l’acqua per ottenere una pasta densa. Poi spalmare la pasta sulla pelle infetta. Avvolgici intorno un asciugamano perché il bicarbonato di sodio tende a sbucciarsi.

Il gel di aloe vera offre un trattamento rinfrescante per le eruzioni cutanee da edera velenosa. Non eliminerà l’eruzione cutanea prima, ma ti farà sentire meglio. L’olio dell’albero del tè è un’altra opzione, è un antinfiammatorio naturale che aiuta a ridurre il rossore e il gonfiore.


To go

L’edera velenosa è una pianta odiosa, ma non disperate se appare nel vostro spazio. Ora sai come uccidere l’edera velenosa. Basta seguire le nostre precauzioni in modo da non finire con un brutto sfogo per cercare di combattere la bestia.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *