Suggerimenti

Attrezzi indispensabili per la manutenzione del giardino

La manutenzione del giardino comporta un lavoro e uno sforzo economico che viene piacevolmente ricompensato quando possiamo goderne. Per fare ciò, non è necessario acquisire tutte le attrezzature e i macchinari esistenti sul mercato, anche se ce ne sono alcuni essenziali.

L’acquisizione di strumenti meccanici o manuali dipenderà dalle dimensioni del nostro giardino e dalla nostra capacità di sforzo. Certo, nel primo caso, la tecnologia rende le cose più facili, anche se l’attrezzatura richiede una manutenzione maggiore.

Ad esempio una motozappa può sostituire una motozappa purché la superficie da lavorare sia davvero ridotta. Altrimenti il ​​costo del tempo e della fatica supererà di gran lunga l’ammortamento dell’utensile meccanico e sarà interessante acquistare la prima cosa.

Se invece la superficie è piccola, una zappatrice manuale ci aiuterà a diserbare le erbacce avventizie, a preparare l’orto per la nostra piccola piantagione oa distribuire la materia organica sul terreno.

Questo è l’elenco degli attrezzi meccanici e manuali per una corretta manutenzione del giardino.

strumenti meccanici

Gli utensili elettrici funzionano con elettricità o combustibili fossili (benzina). In genere questi ultimi offrono una maggiore potenza di lavoro e sono progettati per grandi aree o abbattimenti complessi (grandi alberi).

motoseghe

Le motoseghe possono diventare indispensabili quando il volume di potatura e abbattimento è elevato, poiché con la sega a mano o sega avremmo bisogno di un tempo molto più lungo.

I più recenti hanno una cadenza e frequenza di lavoro sufficientemente buona da non provocare danni eccessivi con tagli nel legno vivo (potatura), anche se sono sempre consigliati trattamenti con rame o stucco per evitare la formazione di gommosi. 

Le motoseghe del marchio Stihl sono un riferimento nel mercato e dipenderà dal tuo obiettivo in giardino per selezionare una potenza o un’altra. Possiamo usarli quando lo spessore di taglio dei germogli, specialmente negli alberi da frutto a nocciolo e semi, è abbastanza grande da non poter usare le forbici da taglio.

Motocultor (motozappa)

La preparazione e il mantenimento del terreno è un compito fondamentale prima della semina. Quando piove molto o c’è traffico sul terreno, tende ad addensarsi e riduce l’ossigenazione del terreno, che è dannosa e provoca ristagni e soffocamento delle radici.

Per superfici moderatamente grandi, un motocoltivatore, noto anche come motozappa, permette di arare il terreno in modo rapido ed efficace. A seconda della macchina che acquistiamo, avrà una larghezza di lavoro e una profondità di guida diverse.

Per le piantagioni orticole basta un aratro di 30 cm per avere una corretta rotazione del terreno e permettere un buon sviluppo delle sue radici. Un consiglio è quello di aggiungere sostanza organica al terreno prima dell’aratura, per mescolare bene terriccio e letame quando si passa con il trattore motorizzato.

Naturalmente, superfici molto grandi (> 1 ha) richiederanno già attrezzature più grandi o trattori per aratri.

Falciatrice

Per i più esigenti del giardino che amano il manto erboso, in particolare quelli che costeggiano la piscina, un rasaerba è uno strumento indispensabile e praticamente insostituibile.

Ci sono varie dimensioni e potenze, anche se quella di base è sufficiente per piccole aree di giardino. Ricordiamo che il prato necessita di molte operazioni di manutenzione, non solo la potatura con il rasaerba, ma anche la sabbiatura, la fertirrigazione, la programmazione dell’irrigazione, il diserbo, il trattamento contro insetti e funghi, ecc.

tagliasiepi

Tutti gli elementi di barriera di un giardino, recinzioni e recinzioni, ci offrono la possibilità di coltivare specie rampicanti e siepi. Nel secondo caso, i più comuni sono i cipressi, poiché offrono una garanzia di successo fornendo un grande volume di copertura e un’elevata densità fogliare.

Inoltre, hanno buone condizioni per la potatura e sono abbastanza rustici in termini di manutenzione. Tuttavia, quando vogliamo che la parte superiore sia dritta e non ci siano rami sporgenti, abbiamo bisogno di uno strumento noto come tagliasiepi.

Qualcosa di simile a una sega elettrica ma con un braccio di estensione molto più lungo e una superficie diritta.

L’ operazione di taglio delle siepi di cipressi o altre specie della famiglia delle Cupressaceae può essere effettuata 1 o 2 volte l’anno, trattandosi di specie a lento sviluppo.

Strumenti manuali

Gli utensili manuali sono destinati alla manutenzione di piccoli giardini o alle semplici operazioni del frutteto. Richiedono uno sforzo maggiore in termini di forza e tempo, ma sono più economici e, in alcuni casi, più pratici.

pennello per foglie

Gli alberi decidui iniziano a cadere le foglie con l’inizio dell’autunno (anche se ogni anno viene ritardato un po’ di più). Queste foglie possono essere utilizzate per preparare il compost e convertirlo in materia organica utilizzabile per le piante.

Per la sua collezione, un pennello a setole aperte è lo strumento abituale per farlo in modo efficace. L’alternativa in termini di strumenti meccanici sarebbe il soffiafoglie o l’aspirapolvere.

Cesoie

Le forbici da potatura sono il primo strumento che dovrebbe venire in mente quando si acquistano attrezzature per il giardinaggio. È valido per potature, tagli di materiale vegetale, tubi, funi per picchetti, ecc.

Il solito giardiniere sa di dover sempre avere a portata di mano delle forbici da potatura, con un taglio che bisogna tenere sempre affilato per evitare il diffondersi di malattie con la potatura.

C’è un’alternativa meccanica, che aiuta a chiudere pneumaticamente il taglio, soprattutto per le operazioni a lunga distanza come la potatura di viti e rami più grossi.

Zappa o pala da giardiniere

La zappa è un altro strumento di base che rientra nel budget iniziale dell’agricoltore. L’orto in terra nuda produce continuamente (anche in inverno in alcune zone), erbacce avventizie, croste da pioggia e offre difficoltà di impianto che dobbiamo risolvere con una zappa.

È un altro utensile, insieme alle forbici, di cui ha bisogno di continuo chiunque si dedichi alla manutenzione dei giardini.

Ascia

Un’ascia non è uno strumento di potatura, poiché i tagli che effettua nel legno vivo sono spesso non perfetti e possono causare gravi lesioni al legno. Tuttavia, un’ascia è uno strumento molto utile per spaccare la legna potata e utilizzarla per fuochi e caminetti.

Il sostituto dell’ascia per tagliare i rami è la sega elettrica, che a sua volta sostituisce anche la tradizionale sega a mano.

Sega

La sega a mano è anche un classico nel mondo del giardinaggio. È il sostituto manuale della sega elettrica e dello strumento per la potatura. Se è ben affilato e ha buoni denti, può potare in modo pulito legno giovane e vecchio.

Quando si eseguono tagli con il seghetto o le forbici, è sempre consigliabile eseguirli ad angolo inclinato, in modo da evitare che umidità o gocce si accumulino e diffondano malattie.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.