Suggerimenti

Calateas: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Calathea è il genere che raggruppa in natura circa 300 specie diverse. Ognuno di loro è differenziato in base ai loro colori, foglie e fiori.

Di tutte le specie, le più popolari sono l’ ornata , la crocata , la zebrina e la makoyana . Questo articolo fornirà informazioni sulla Calathea makoyana .

Tuttavia, la maggior parte delle raccomandazioni e delle cure sono applicabili anche ad altre specie di questo stesso genere. La Calathea Makoyana è una delle specie più pregiate del genere a causa dei motivi sorprendenti nelle foglie. Sono piante altamente decorative e di facile manutenzione che purificano l’aria.

Calathea makoyana è stata insignita del Garden Award of Merit dalla Royal British Horticultural Society (RHS) per il suo grande fascino decorativo, la facilità di coltivazione e la resistenza a malattie o parassiti.

Punti importanti quando si semina una calatea:
  • Nome scientifico: Calathea, calathea makoyana.
  • Nome volgare : Calatea, pianta di pavone, finestre della cattedrale.
  • Altezza: da 25 a 30 centimetri.
  • Necessità di luce: mezz’ombra e ombra.
  • Temperatura: climi caldi e temperati (da 15ºC a 29ºC).
  • Irrigazione: moderata.
  • Fertilizzante : fertilizzante organico o liquido.

Quali caratteristiche ha la calatea?

La Calathea makoyana è una pianta originaria del Brasile che rimane sempreverde. È generalmente alto da 25 a 30 centimetri, ma a volte raggiunge i 60 centimetri.

Le foglie della calatea sono appositamente decorate. Presentano macchie e linee di colore verde chiaro, ed altre più ovali sulla superficie della foglia, di tonalità verde scuro. Inoltre, la parte anteriore della foglia ha macchie viola e viola.

Si dice che le peculiari decorazioni della calatea siano molto simili ai dettagli che presenta la coda del pavone, per questo è conosciuta anche con il nome della pianta del pavone .

Questa pianta di solito non produce fiori quando viene coltivata indoor, a meno che non si trovi in ​​zone calde. Tuttavia, in condizioni ottimali, produce fiori gialli, viola e bianchi, che sbocciano durante l’ estate .

Quando seminare la calatea?

La stagione migliore per riprodurre la calatea è la primavera e l’estate. Si consiglia di eseguire questa procedura al cambio della pentola, per non sottoporla a sollecitazioni eccessive.

Dove piantare la calatea?

La Galatea è una pianta che necessita di ambienti luminosi, sempre con luce indiretta. Fare attenzione a non posizionarlo in luoghi esposti alla luce solare diretta. Di gran lunga, sarà in grado di essere posizionato in mezz’ombra.

La calatea va invece coltivata in luoghi caldi e temperati in modo che possa svilupparsi pienamente. Crescono a temperature che vanno da 21ºC a 29ºC, ma possono anche tollerare 15ºC, come limite.

È importante scegliere un luogo in cui sia protetto dalle correnti d’aria fredde. Dovresti anche provare a posizionarlo in luoghi umidi, come il bagno, nei terrari o ovunque, purché tu abbia l’aiuto di un umidificatore del 50% o del 60%.

Come preparare il terreno?

La Calathea makoyana è una pianta che può crescere all’esterno in climi caldi ricchi e materia organica del suolo. Si coltiva però principalmente in vaso, indoor, quindi sarà importante scegliere il substrato giusto.

Affinché la calatea non abbia problemi a svilupparsi, il substrato deve essere preparato in modo tale da trattenere molto bene l’acqua. Per questo, si consiglia di utilizzare una miscela di torba leggera con un pH di 6,5.

Un’altra opzione è acquistare un mix di substrato speciale per le violette africane. È generalmente composto da parti uguali di sabbia, torba, pacciame e substrato da giardino universale altamente organico.

Come innaffiamo la calatea?

La Calathea makoyana è una specie tipica degli ambienti umidi. Pertanto, dovrebbe essere annaffiato regolarmente per mantenere il terreno umido, senza diventare fradicio.

Si consiglia di lasciare asciugare 2 o 3 centimetri dello strato superiore del substrato tra ogni irrigazione. Ciò eviterà che la base dello stelo e le sue foglie marciscano a causa dell’acqua in eccesso.

Nel caso dell’acqua deve essere utilizzata acqua filtrata, piovana o di rubinetto, preventivamente riposata, per consentire l’evaporazione di sostanze nocive per la calatea .

Ogni quanto annaffiamo la calatea?

La frequenza dell’irrigazione dipenderà da aspetti quali le dimensioni della pianta, le condizioni di temperatura e lo stadio di sviluppo in cui si trova. Di solito viene annaffiato 1 o 2 volte a settimana.

Un modo semplice per sapere se la pianta ha bisogno di annaffiare o meno è affondare un dito nel substrato. Se il terreno viene percepito come umido, bisognerà attendere ancora un po’ per effettuare la successiva annaffiatura.

Come seminare una calatea passo dopo passo?

La Calatea si riproduce principalmente con il metodo della divisione quando la pianta ha prodotto delle zappe. I passaggi da seguire sono presentati di seguito.

  1. Rimuovi la pianta madre dal vaso.
  2. Rimuovere con cura la pianta figlia che è separata da essa insieme al proprio apparato radicale. Dovrebbe avere almeno una foglia e radici ragionevolmente sviluppate.
  3. Metti la piccola pianta in un nuovo vaso, riempito con lo stesso tipo di substrato della pianta madre, e pietra vulcanica, o palline di argilla, sul fondo.
  4. Innaffia accuratamente la nuova pianta e mantienila nelle stesse condizioni di irrigazione, temperatura e posizione della pianta madre.

Di che cure ha bisogno la calatea?

La Calathea makoyana è una specie facile da coltivare se abbiamo le condizioni ideali. Tuttavia, si consiglia quanto segue:

  1. Applicare fertilizzante liquido, una volta al mese, durante i mesi primaverili, estivi e autunnali . Puoi anche applicare fertilizzante organico per piante verdi ogni 15 giorni.
  2. Il vaso può essere posizionato su un piatto pieno di acqua e sassi, sia decorativo che di fiume, in modo che la pianta sia idratata per capillarità .

Quali parassiti e malattie colpiscono la calatea?

La calatea non è soggetta a parassiti o malattie. Occorre però assicurarsi che l’umidità nel substrato sia ottimale per non favorire il marciume radicale o la comparsa di acari o cocciniglie.

Riferimenti

  • https://www.thespruce.com/grow-calathea-indoors-1902745
  • https://es.qaz.wiki/wiki/Calathea_makoyana
  • https://be.green/es/blog/cuinados-de-la-calatea-guia-util-cuinados-y-consejos
  • https://blog.manomano.es/cuinados-de-la-calathea/
  • http://biblioteca.usac.edu.gt/tesis/02/02_2474.pdf
  • https://www.researchgate.net/publication/337927723_Home_Doctors_-Calathea_Makoyana-Peacock_Plant
  • https://www.uneditorial.com/media/hipertexto/carpeta_7/9789587618587.pdf
  • https://jardinbotanico.montevideo.gub.uy/sites/jardinbotanico.montevideo.gub.uy/files/articulos/descargas/cultivo_industrial_plantas_macetas_0.pdf
  • http://www3.playasenator.com/esp/docs/guia_botanica_pcanaria.pdf

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.