Suggerimenti

Come combattere i parassiti del pomodoro in modo ecologico

I pomodori sono, senza dubbio, una delle verdure che più troviamo nei nostri piatti. Per questo sempre più persone le coltivano in casa, su un piccolo appezzamento, nel proprio giardino o nel proprio orto urbano. Se hai queste piante, dovresti sapere quali sono i principali parassiti del pomodoro e come combatterli.

Combattere i parassiti in un orto biologico è molto più facile di quanto possa sembrare a prima vista. Quindi, se hai problemi con le piante di pomodoro nel tuo giardino, fai attenzione perché in EcologíaVerde spieghiamo tutto su come combattere ecologicamente i parassiti del pomodoro e altre malattie che attaccano queste piante.

Cosa sono i parassiti del pomodoro e le loro malattie – elenco completo

Per cominciare, spieghiamo in dettaglio quali parassiti attaccano i pomodori, dai funghi agli insetti, oltre a malattie virali e di altro tipo molto comuni in queste piante. Citiamo anche in ogni caso quali sono i migliori trattamenti per le malattie del pomodoro, ma in seguito spiegheremo in dettaglio le migliori opzioni per combattere questi parassiti e malattie, come preparare ogni rimedio e applicarlo.

afide

C’è un afide verde, giallo, bianco, nero e rosso, quest’ultimo è quello nella foto sotto. È un parassita molto problematico perché si diffonde molto rapidamente e consuma la linfa della pianta fino ad esaurirla. Potrai vederlo dietro le foglie e sul gambo.Per combatterlo ecologicamente, ti consigliamo di utilizzare l’infuso di aglio o di includere predatori naturali di questi insetti, come coccinelle o vespe.

posamine

Sono larve di insetti che si insinuano all’interno delle foglie e mentre si nutrono lasciano delle linee come un sentiero che ricordano le miniere, da cui il nome, danneggiando gravemente la pianta se non controllate. Poiché agiscono molto velocemente, la pianta può morire in breve tempo. L’unico controllo totalmente ecologico di questo problema è tagliare le foglie colpite e gettarle nei rifiuti organici, lontano da terra, o incenerirle.

tripidi

È un parassita che oltre a danneggiare le piante trasmette anche un virus noto come bronzatura del pomodoro. In questo caso, prevenire è molto meglio che combattere il tripide, poiché è molto più complicato. Per evitare che si depositino nelle piante di pomodoro, appendi questi pezzi di plastica che li infastidiranno e posiziona delle trappole appiccicose blu, che li attireranno.

Mosca bianca

Non solo danneggia le piante di pomodoro succhiando la linfa, ma trasmette anche malattie. Posiziona trappole cromatiche che li spaventano per evitarli e irriga con acqua con olio di neem una volta al mese per prevenirli e cura il parassita se esiste già.

Ragno rosso

Questo è un altro dei parassiti dei pomodori all’aperto, anche se possono verificarsi anche all’interno della casa se abbiamo già colpito le piante all’esterno. Appaiono quando c’è mancanza di acqua e temperature elevate. Se le vedi nelle tue coltivazioni, il modo migliore per combatterle ecologicamente è eliminare le piante che vedi più colpite, rimuovere le erbacce circostanti, in quanto sono luoghi dove tendono a nidificare e ripararsi, e utilizzare rimedi come un infuso di aglio o liberarne predatori naturali, come altri acari chiamati Amblyseius sp. e Phytoseiulus persimilis.

bruchi

I bruchi delle farfalle mangiano le foglie e gli steli e i giovani germogli delle piante di pomodoro. Soprattutto la specie Spodoptera sp. e Tuta assoluta. Una delle migliori opzioni ecologiche per rimuoverli dalle piante di pomodoro è utilizzare il batterio Bacillus Thuringiensis, che può essere acquistato nei negozi di agricoltura e giardinaggio e danneggia le larve, oppure utilizzare tè allo zenzero o infuso.

Muffa

Un fungo che colpisce le foglie e si osservano macchie in diverse tonalità di verde, fino a quando non diventano molto scure e le foglie alla fine muoiono. L’uso di un solfato ecologico per i pomodori, come il solfato di rame, o altri rimedi come l’equiseto o l’ortica punín può essere combattuto.

muffa in polvere

È un altro fungo che dona un colore biancastro alle foglie, nella parte anteriore, e finiscono per comparire delle macchie giallastre fino a quando la foglia non si asciuga completamente. Puoi usare fungicidi fatti in casa, come latte, infuso di nasturzio, ortiche o equiseto, nonché zolfo in polvere.

Ruggine

Questo altro fungo rende arancione la parte posteriore delle foglie e la parte anteriore gialla, finché la pianta non muore. Può essere trattato con solfato di rame o uno qualsiasi degli altri rimedi casalinghi per i funghi delle piante che abbiamo menzionato nelle sezioni precedenti.

Crosta

È un altro fungo che attacca un’ampia varietà di colture, ma questo si differenzia dai precedenti perché lascia macchie nere sulle foglie e sui gambi. Puoi combattere la crosta di pomodoro con solfato di rame, ortica, equiseto, salvia e tanaceto o vermicompost.

Marcire

Ci sono botrite e marciumi bianchi, che sono funghi. La botrite lascia la pianta marrone e il bianco viene rilevato perché si osservano aree cotonose bianche. Per combatterli, utilizzare solfato di rame, infuso o estratto di aglio, latte, nasturzio, ortica o sapone di potassio. Il modo migliore per prevenirli è evitare danni come tagli, lasciare spazio tra ogni pianta per la ventilazione e rimuovere le parti interessate che vediamo subito.

Mancanza di calcio o marciume apicale

Citiamo separatamente quest’altro tipo di marciume perché non è causato da un fungo in sé, ma piuttosto la pianta ha un deficit di calcio, o perché lo diamo poco nel terreno o perché ha problemi ad assimilarlo. L’intera area inferiore del frutto si vede scurita o totalmente nera. È meglio irrigare con l’infuso di gusci d’uovo o aggiungerli tritati nel terreno stesso e lasciarli degradare al suo interno.

Infuso di aglio per combattere i parassiti del pomodoro

Uno dei migliori insetticidi per piante, che ha anche più proprietà come antibatterico e antimicotico, è l’infuso di aglio. Per preparare questo rimedio, prendi nota di come fare l’infuso di aglio per le piante, puoi usarlo contro afidi, ragni rossi, marciume e altre malattie.

ingredienti

  • 1 litro d’acqua
  • 5 spicchi d’aglio

Preparazione e applicazione

  1. Mondate gli spicchi d’aglio e tritateli molto piccoli oppure schiacciateli un po’ aiutandovi con un mortaio.
  2. In una pentola o casseruola aggiungete l’acqua e quando li avrete pronti aggiungete l’aglio.
  3. Coprite la pentola con un panno di cotone o un panno e lasciate riposare per 24 ore.
  4. Metti la pentola o la casseruola sul fuoco a fuoco basso o lento per 20 minuti.
  5. Spegnere il fuoco, lasciare raffreddare e scolare per eliminare i pezzi di aglio.
  6. Versare il liquido direttamente nello spruzzatore o spruzzare.
  7. Spruzzare l’intera pianta colpita, sulle zone dove sono presenti afidi e su quelle no, per respingerli dalle parti sane.
  8. Fallo per 5 giorni di seguito all’alba o al tramonto, a causa della temperatura e della luce.

Ti diciamo di più su questo rimedio e altri simili in questo altro articolo di EcologíaVerde su Come preparare insetticidi naturali per le piante.

Liquame di ortica e equiseto per parassiti

Sebbene sia un rimedio che non contenga purine, come suggerisce il nome comune, è chiamato così perché non si tratta di una semplice infusione della pianta che si utilizza, ma piuttosto di un processo di fermentazione che rende il risultato molto potente contro un’ampia varietà di malattie e parassiti di pomodori e altre colture.

Pertanto, l’ortica e l’equiseto sono piante molto adatte per combattere i parassiti nei pomodori, poiché nella loro fermentazione vengono allevati batteri molto buoni per fissare l’azoto nel terreno, che viene fornito anche in quantità allo stesso tempo con questo liquido per essere un biologico o naturale fertilizzante. Inoltre, queste erbe aiutano a rafforzare la pianta grazie al silicio che contengono, che aiuta a rigenerare i tessuti vegetali e, inoltre, agiscono come un potente fungicida o antimicotico e antiparassitario, quindi servono ad eliminare funghi, acari e afidi., tra gli altri.

Per preparare la poltiglia di ortica per combattere i parassiti nei pomodori o nell’equiseto, prendere nota di queste indicazioni:

ingredienti

  • 1 kg di ortiche o 1 kg di equiseto fresco
  • 10 litri di acqua, preferibilmente piovana
  • tamburo di plastica

Preparazione

  1. Il tamburo può essere di plastica o altro materiale simile, ma il ferro è da evitare poiché la ruggine danneggerà l’impasto che si vuole ottenere.
  2. Aggiungere le ortiche al tamburo e l’acqua piovana fino a completare la quantità indicata.
  3. Usa un bastoncino di legno per mescolare bene il composto, non usare strumenti o utensili da cucina che potrebbero avere ruggine.
  4. Mescolare per 5-10 minuti una volta al giorno. In totale potrebbero essere necessari dai 15 ai 20 giorni.
  5. Quando hai finito di mescolare, copri il tamburo ma in modo che un po’ d’aria possa entrarvi.
  6. Lasciare il tamburo in un luogo fresco.
  7. Fatelo tutti i giorni e quando vedete che in superficie ci sono meno bollicine, a causa della fermentazione, significa che mancano 15 giorni alla fine, poiché questa fase di fermentazione di solito dura questo periodo e questo è il momento migliore per utilizzarla come rimedio ai parassiti delle piante di pomodoro e, soprattutto, come metodo preventivo di questi.
  8. Versare il liquido in uno spruzzatore, in un annaffiatoio o in uno zaino per solfato, aiutandosi con un colino in tessuto non metallico. Usa il liquame sul terreno così come sul resto della pianta. Quando lo si spruzza sulle foglie e sul gambo, è meglio diluire questo liquido in una proporzione di 1 litro di impasto liquido per 15 litri di acqua.

Infine, se desideri avere opzioni di trattamento più naturali per questi problemi, ti offriamo informazioni sui fungicidi fatti in casa in modo da poter vedere quale si adatta meglio a te.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come combattere i parassiti del pomodoro in modo ecologico, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.