Suggerimenti

Talee di mandorlo: [Concetto, tempo, radicamento e semina]

Cosa significa piantare per talea?

La moltiplicazione o propagazione di un ortaggio per una parte di esso, sia essa una foglia, un ramo o uno stelo, è noto come metodo di semina per talea.

La semina per talea è molto utile per quelle piante che non producono semi o che ne producono un numero limitato.

La talea o parte della pianta deve essere un frammento che contenga gemme e di buona consistenza, in modo tale da poter essere riprodotta in opportune condizioni ambientali.

Le piante riprodotte per talea hanno il vantaggio di mantenere tutte le caratteristiche della pianta originaria. Con questo metodo di impianto si può moltiplicare un buon numero di piante da un singolo esemplare: omogeneo e di buona qualità commerciale.

La tecnica della messa a dimora per talea è ampiamente utilizzata e consigliata dagli orticoltori ed è il metodo preferito dagli appassionati di giardinaggio perché semplice e di facile esecuzione.

Qual è il momento migliore per piantare talee di mandorle?

Il periodo migliore per piantare le talee di mandorle, e trattandosi di una specie di pianta legnosa, dovrebbe essere l’autunno- inverno .

Come far radicare correttamente le talee di mandorle?

Una volta preparate le talee di mandorlo , vengono poste in un bicchiere di vetro con agente radicante naturale, che può essere lenticchie , e lasciate immerse per un periodo di 12 ore. 

Si consiglia di eseguire questa procedura prima della semina del mandorlo per garantire le condizioni necessarie per un buon radicamento della pianta .

Dopo 12 ore di ammollo delle talee di mandorle nell’agente radicante naturale, verranno adagiate su un tovagliolo umido e arrotolate e poi riposte in un sacchetto di plastica.

Le talee verranno posizionate in un luogo buio e sotto sorveglianza in modo che rimangano umide nella parte dove vengono arrotolate con il tovagliolo. Sarà necessario attendere che le radici escano prima di procedere alla semina.

Come dobbiamo prendere le talee di mandorle per piantarle?

Le talee di mandorlo vanno tagliate dalla parte inferiore dell’albero o pianta madre, dalla quale si può ricavare un lungo ramo di circa 50 cm.

Il ramo ottenuto dall’albero verrà ripulito da foglie e nodi e poi tagliato in più parti. Successivamente, le talee vengono preparate tagliando in modo tale che conservino due o tre gemme, ciascuna di esse. 

Le talee di mandorle dovrebbero essere lunghe almeno 10-15 centimetri in modo da avere del materiale quando si pianta. È importante prelevare le talee di mandorle da una pianta madre sana e in buone condizioni fitosanitarie.

Gli attrezzi da giardinaggio per prelevare le talee di mandorle devono essere affilati, puliti e disinfettati.

Quanto tempo dobbiamo lasciare le talee di mandorle in acqua?

Esperti giardinieri effettuano una lavorazione alle talee di mandorle con radicazione naturale per dodici ore per poi riporle in un sacchetto di plastica, avvolto in un tovagliolo e riporle in un luogo buio.

Sebbene le talee di mandorlo non vengano lasciate direttamente in acqua, l’umidità deve essere curata fino a quando non emergono le nuove radici e alcuni germogli.

È conveniente usare il compost o il compost?

Sebbene l’apporto di nutrienti non sia così importante per il mandorlo, almeno prima del nuovo germogliamento e trapianto, si può aggiungere del fertilizzante azotato durante la primavera e l’autunno per favorire la fioritura dell’anno successivo.

I substrati radicali del mandorlo devono essere sufficientemente densi e sodi da fungere da ancoraggio per le talee. Devono inoltre avere una sufficiente capacità di ritenzione idrica ma con un buon drenaggio e che consentano lo scambio di gas.

Una miscela di muschio di torba con perlite sarà fantastica per il mandorlo in quanto hanno qualità di ritenzione idrica. La torba è un ammendante naturale al 100%, che ha la qualità di trattenere l’acqua, oltre a migliorare la struttura del suolo.

Quanto tempo ci vuole di solito per uscire dal taglio di un mandorlo?

Nel caso di specie legnose, come il mandorlo, è possibile che una talea di mandorlo richieda dai 3 ai 4 mesi per attecchire e alcuni germogli.

In termini generali si può dire che la produzione di mandorle è molto precoce, potrebbe essere il 2° anno anche se il primo importante raccolto commerciale è durante il 3° anno. 

La piena produzione, secondo studi e ricerche, si raggiunge normalmente nel 7°-8° anno, e può essere avanzata (6° o 7° anno) in piantagioni ad alta densità e ben condotte. Nelle piante di mandorlo ad altissima densità, la piena produzione può essere raggiunta entro il 5° anno dalla semina.

Bibliografia e riferimenti

  • Bent Ana. (2019). Grande libro di giardinaggio indoor. Prima edizione. Servilibro Ediciones, SA Madrid-Spagna. PP 43-47.
  • Manuale di propagazione delle piante superiori. Autonomous Metropolitan University, prima edizione digitale 2017, Coyoacán. Messico PDF.

Banca dati digitale

  • Hidalgo, J. Antonio. Mandorlo da zero con tre trapianti. Riprodotto da: https://www.youtube.com/watch?v=f038y1t9nh4
  • Purogamer.com. Come tagliare o picchettare i mandorli. Riprodotto da: https://www.youtube.com/watch?v=LctBc5zTyxA
  • Un semplice trucco per far crescere le piante per talea. Riprodotto da: https://www.youtube.com/watch?v=GfHWU_y_gX8
  • Ecured.com. talee Riprodotto da : https://www.ecured.cu/Esqueje
  • López D e Carazo N. La produzione di talee. Riprodotto da: https://www.researchgate.net/publication/28280218_La_produccion_de_esquejes
  • Munitsgo.info. Riproduzione di piante . Riprodotto da: www.munistgo.info/medio_ambiente/…/Reproduccion_de_Plantas.pdf
Nella nostra pagina puoi saperne di più sulla riproduzione per talea di alcune piante e alberi:
  • Talee di rosa.
  • Talee del cespuglio di rose in patata.
  • Talee di olive .
  • Ritagli di rosmarino .
  • Talee di lavanda.
  • Talee di gelsomino.
  • Talee di edera .
  • Talee di geranio.
  • Talee di mandarino.
  • Talee di cipresso.
  • Ritagli di garofano.
  • Talee di Dracena marginata.
  • Ritagli di garofano.
  • Talee di Camelia .
  • Talee di cactus.
  • Talee di bouganville.
  • Talee di bambù.
  • Talee di patate dolci.
  • Talee di bosso.
  • Ritagli di carciofi .
  • Talee di begonia.
  • Talee di alberi .
  • Ritagli di mandorle.
  • Talee di aloe vera.
  • Talee di oleandro .
  • Talee di agrifoglio.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.