Suggerimenti

Cura del timo

Il timo, comunemente chiamato timo, comprende tra le 200 e le 300 specie di piante della famiglia delle Lamiaceae. Sono erbe e sottoarbusti provenienti dalle zone climatiche più temperate dell’Europa, dell’Asia e del Nord Africa ed è una delle erbe più utilizzate nel corso della storia per molte ragioni. I greci, ad esempio, già facevano bagni con il timo e lo bruciavano come incenso, mentre gli antichi egizi lo utilizzavano come parte delle loro tecniche di imbalsamazione.

In questo articolo di EcologíaVerde ti mostreremo cos’è la cura del timo, i principali vantaggi di questa pianta e come dovresti piantarla per poterne godere di tutte le proprietà.

Caratteristiche della pianta del timo

I membri più conosciuti e più utilizzati della famiglia del timo sono le piante aromatiche, ampiamente utilizzate per le loro proprietà medicinali e culinarie. Le specie più comuni sono alte da 15 a 40 cm, con rami robusti e legnosi e foglie piccole e morbide. Sbocciano a fine primavera e regalano bellissimi fiori nei toni del bianco, rosa e viola, molto apprezzati per il loro valore estetico. Ma ciò che spicca di più di questa pianta è, senza dubbio, il suo caratteristico aroma, poiché è un elemento iconico del Mediterraneo.

varietà di timo

Come abbiamo già detto, esistono un gran numero di specie di timo, ma qui daremo una rapida occhiata alle più comuni:

  • Thymus vulgaris – Questa è di gran lunga la specie di timo più conosciuta e più comune. Può crescere fino a 40 cm ed è particolarmente aromatico. È comunemente usato come condimento.
  • Thymus citriodorus: chiamato anche timo limone, questa specie si caratterizza, come indica il nome, per il suo profumo di agrumi molto gradevole e rinfrescante. Viene utilizzato anche come tappezzeria.
  • Thymus serpyllum: chiamato anche serpol o moongrass tra gli altri nomi, questa specie cresce nell’Europa settentrionale e centrale, nelle valli e nelle montagne dove il Thymus vulgaris non cresce. Questo tipo di timo è popolarmente noto per le sue proprietà antitosse.
  • Thymus pulegioides – Pulegioides è un tipo di timo simile nell’aspetto al serpol che cresce praticamente in tutta Europa.
  • Thymus adamovicii: questa specie di timo, una delle più piccole, di solito non supera i 10 cm di altezza ed è originaria dei Balcani. Come molte altre tipologie, viene utilizzato principalmente per preparare essenze aromatiche.
  • Thymus moroderi: il timo cantuesco di Alicante o Murcian è una specie endemica delle zone costiere di queste due regioni. È anche una specie protetta, poiché con essa si fa il liquore dal nome cantuesco.

Come prendersi cura di una pianta di timo – guida alla cura

Il timo è una pianta molto forte che richiede poche cure, ma come sempre, ti daremo alcune linee guida affinché la tua pianta sia sempre il più sana e bella possibile:

  • Il clima giusto: il timo è una pianta molto adattata al clima mediterraneo temperato secco, motivo per cui resiste molto bene alla siccità e richiede poche annaffiature. Quando innaffi il tuo timo, cerca sempre di non bagnare il terreno o bagnarlo troppo perché, come con la maggior parte delle piante di questo tipo, marcirebbe a causa dell’umidità in eccesso.
  • Malattie: stiamo parlando anche di una pianta molto resistente a parassiti e malattie, tanto che l’unica cosa che può colpirla di più sono i funghi se soffre di umidità eccessiva. Non perderti questo articolo sui fungicidi fatti in casa per mantenere la tua pianta sempre protetta.
  • Substrati e fertilizzanti: per tutto quanto sopra, quando pianti il ​​tuo timo in un vaso, prepara un substrato con un buon drenaggio e una base di graniglia o ghiaia sul fondo. Puoi aggiungere del fertilizzante o del fertilizzante comune o fatto in casa ogni due o tre settimane in estate se vuoi aiutarlo nei mesi più rigidi, ma se vivi in ​​un clima freddo, non usarne uno ricco di azoto o minerali, come farebbero rendere la pianta più debole contro il gelo.
  • Esposizione al sole: il tuo timo apprezzerà anche l’esposizione diretta al sole, che, lungi dal danneggiarlo, lo rafforzerà.

Proprietà medicinali del timo e suoi benefici

È una pratica molto comune asciugare le foglie di timo. Ciò consente di conservarli senza marcire o deteriorarsi per molto più tempo, permettendoci di sfruttare molto meglio le proprietà medicinali di questa utile pianta.

Per asciugarli, trova un luogo asciutto, ombreggiato, ventilato e non troppo caldo. Puoi lasciare i rami e le foglie separati in vassoi con una griglia, che consentono un’adeguata aerazione.

  • Il timo è un ottimo disinfettante e antisettico, quindi può essere usato per curare piccole ferite superficiali o infezioni come la congiuntivite.
  • La pianta, presa in infusione, è anche un ottimo espettorante e antitosse, risultando benefica per la cura di raffreddori, raffreddori e mal di gola.
  • Inoltre, è un ottimo digestivo, quindi uno di questi infusi dopo un pasto abbondante aiuterà a prevenire disturbi come bruciore di stomaco, reflusso o eccesso di gas.

Perché il timo si asciuga

Ci sono tre ragioni principali per cui il timo si asciuga e ruotano tutti attorno alla disidratazione. Di seguito spieghiamo questi rischi in modo più dettagliato:

  • Troppo sole – Se il tuo timo riceve molto sole diretto per lunghe ore, potrebbe seccarsi molto bene. Come abbiamo detto è una pianta dal clima mediterraneo, quindi a volte un eccesso di sole potrebbe danneggiarla. Se vedi che sta succedendo, la cosa migliore che puoi fare è spostarlo in un altro posto in modo che abbia anche ore di ombra.
  • Mancanza d’acqua: il timo può seccarsi per mancanza d’acqua. Ancora una volta incontriamo il problema della disidratazione, quindi se ritieni di non aver annaffiato a sufficienza la tua pianta, ti consigliamo di farlo più frequentemente in modo che possa continuare a svilupparsi forte.
  • Parassiti di afidi – Esistono diversi tipi di afidi che possono affliggere piante sia da interno che da esterno. In linea di massima, ciò che fanno questi insetti è aspirare la linfa dalle piante e, di conseguenza, farle seccare. In questo articolo sui rimedi casalinghi per eliminare gli afidi sulle piante, ti insegniamo come sbarazzarti di questo problema in modo naturale ed efficace.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cura del timo, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.