Suggerimenti

Come conservare i bulbi di tulipano

I tulipani sono piante bulbose della famiglia delle Liliaceae che producono alcuni dei fiori più belli e suggestivi del mondo del giardinaggio. Con oltre 5.000 varietà, ibridi e cultivar esistenti oggi, questo fiore è diventato un simbolo dei Paesi Bassi, dove la sua coltivazione è diventata particolarmente popolare.

La sua varietà di colori e motivi è così straordinaria che oggi i tulipani possono essere trovati in quasi tutte le combinazioni di colori e in un’ampia varietà di dimensioni. Tuttavia, conservare i bulbi di tulipano potrebbe non essere così facile come sembra, ma è necessario conoscere bene il processo per evitare disastri tra le stagioni. Se vuoi imparare a conservare correttamente i bulbi di tulipano, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde.

Come conservare i bulbi di tulipano passo dopo passo

Con i tulipani, la raccomandazione generale è di tenere sempre il bulbo piantato durante tutto l’anno in modo che la sua fioritura sia il più spettacolare possibile in seguito. Tuttavia, può capitare che abbiamo acquisito i bulbi troppo presto o che il clima sia troppo freddo, quindi è necessario conservarli fuori terra.

Il momento ideale per piantare i bulbi di tulipano è in autunno. Allo stesso modo, i bulbi non tollerano temperature inferiori a -10ºC nel terreno, quindi se li abbiamo acquisiti in primavera o viviamo in una zona con inverni molto freddi, dovremo conservare i bulbi fino a un momento più ottimale per loro.

Potremmo anche dover rimuovere i nostri bulbi piantati per ripararli dalle settimane più fredde dell’inverno. In ogni caso, se ti stai chiedendo come conservare correttamente i bulbi di tulipano, segui questi passaggi:

  1. Taglia i gambi: usa delle forbici da potatura adeguatamente sterilizzate per tagliare i bulbi dei tulipani piantati quando i loro fiori sono già morti. In questo modo evitiamo che la pianta disperda energia per la manutenzione di parti che comunque presto morirebbero. Fai il taglio il più in basso possibile da terra, ma taglia solo lo stelo, non le foglie.
  2. Aspetta che le foglie si asciughino e ingialliscano: ci vogliono circa sei settimane, durante le quali il bulbo avrà immagazzinato energia dal sole grazie alle sue foglie. In questo momento, ridurre l’irrigazione dei tulipani per evitare problemi di marciume. Usa una pala per allentare il terreno attorno al bulbo e infine rimuovilo con cura.
  3. Estrarre le radici e le foglie: a questo punto dovrebbero uscire facilmente con la stessa mano, senza bisogno di forbici. Tuttavia, se non si staccano, utilizzate un attrezzo da potatura sterilizzato, lo stesso con cui dovreste tagliare ciò che resta del gambo il più vicino possibile alla base del bulbo, ma senza danneggiarlo.
  4. Pulisci i bulbi: rimuovi accuratamente ogni residuo di sporco, polvere, sporco o quant’altro con carta da cucina.
  5. Cerca i bulbi in cattive condizioni: un bulbo di tulipano dovrebbe essere duro e liscio. Se vedi aree morbide o marrone scuro, questo indica problemi di decadimento. Detto questo, puoi scartare direttamente il bulbo o provare a pulire la zona interessata con la carta assorbente stessa. Puoi anche potare la parte interessata se non è molto grande.
  6. Conservare i bulbi in un luogo fresco e asciutto per circa 48 ore: non devono essere esposti alla luce diretta del sole o all’umidità, che possono causare marciume.
  7. Avvolgi ogni bulbo in un giornale: fallo separatamente e scegli dove conservarlo. Puoi appenderli in una tipica griglia per cipolle o patate in una stanza fresca e buia come un garage, in un armadio o, se il tuo clima è davvero caldo, in frigorifero. Tuttavia, se scegli quest’ultima opzione, devi prestare attenzione ai consigli di seguito.

Controlla regolarmente le condizioni dei tuoi bulbi e se sono molto rugosi o asciutti, spruzzaci sopra dell’acqua in modo che mantengano livelli minimi di umidità e non muoiano. In autunno, ma prima che arrivi il primo gelo, puoi piantarli di nuovo.

La conservazione dei bulbi di tulipano: pericoli ed errori comuni

Fai attenzione a questi errori comuni quando si tratta di conservare i bulbi e ai pericoli che possono rappresentare:

Non tenerli in frigo è un errore

Uno degli errori più comuni è credere che i bulbi non si possano conservare in frigorifero. Possiamo farlo, e in alcuni climi è il più consigliato, ma devi seguire alcune linee guida per questo.

Innanzitutto, non conservarli con altra frutta o verdura, che emanano etilene, un gas che uccide i bulbi di tulipano. L’altro requisito importante è tenerli al riparo dalla luce del frigorifero, quindi devono essere protetti in un cassetto opaco.

Non fornire umidità è un errore molto grave

L’altro errore comune è non fornire loro umidità, poiché il bulbo è vivo e ha bisogno di una certa quantità di umidità. Se passa molto tempo e i tuoi bulbi sembrano peggiorare, usa uno spruzzo d’acqua per dare loro un po’ di umidità, ma poi cambia il giornale.

Quanto durano i bulbi di tulipano?

Dipende da ogni pianta e dalle condizioni di conservazione specifiche, ma la solita cosa è che i bulbi possono resistere tra le 6 e le 12 settimane se ci prendiamo cura dell’intero processo. Estendere il tempo del bulbo fuori terra molto probabilmente finirà male, poiché si sarà deteriorato molto e, sicuramente, la pianta non potrà più crescere e svilupparsi.

Affinché tu possa goderti al meglio i tuoi bulbi di tulipano, ti consigliamo queste altre guide di giardinaggio GreenEcology su Come piantare i tulipani e Come prendersi cura dei tulipani in vaso. Inoltre, di seguito puoi vedere questa guida per conservare i bulbi di tulipano in video.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come conservare i bulbi di tulipano, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.