Suggerimenti

Come combattere l’oidio con i rimedi casalinghi

Le tue piante hanno macchie bianche sulle foglie e sugli steli? È una malattia alquanto comune causata da vari funghi. L’ oidio è anche chiamato blanquillo o cenere a causa del suo aspetto, poiché sono macchie bianche e polverose. Questa malattia a poco a poco indebolisce la pianta, può persino ucciderla, poiché se lasciamo passare il problema e progredisce, alla fine si nutre dell’intera pianta e si diffonde alle altre. Ci sono prodotti sul mercato che possono aiutarti a trattare questo problema, ma alcuni possono essere tossici per noi e per i nostri animali domestici, possono finire per danneggiare la pianta e non solo le condizioni che ha e inquinare l’ambiente. Per fortuna esistono anche rimedi naturali ed ecologici.

In questo articolo di EcologíaVerde ti portiamo i migliori consigli su come combattere l’oidio con i rimedi casalinghi. Prendi nota!

Cos’è l’oidio nelle piante e le sue cause

Come abbiamo sottolineato prima, l’ oidio nelle piante è una malattia causata da funghi che lascia le foglie con l’aspetto che possiamo vedere nell’immagine principale di questo articolo e in quella sotto, cioè come con una polvere bianca, che sono funghi, e questo indebolisce la pianta.

Le principali cause dell’oidio nelle piante sono dovute a una combinazione di fattori che favoriscono la comparsa dei funghi. Nello specifico, l’oidio compare nei giardini e nei frutteti dove c’è troppa umidità, poca ventilazione e poca luce naturale e, inoltre, la genetica della pianta può influenzare, come vedremo in seguito, anche il suo stato di salute prima del contagio di questi funghi., cioè se fosse già debole, e i fertilizzanti con troppo azoto, che fa bene al suolo e alle piante ma non in eccesso.

Questo problema, se lasciato passare, può finire per distruggere un intero giardino o frutteto, quindi devi sapere come identificarlo e trattarlo, oltre a come prevenirlo. Prestare attenzione ai seguenti consigli per la prevenzione e ai rimedi fungicidi per l’oidio.

Quali sono le piante più colpite dall’oidio

Sebbene possa comparire su qualsiasi tipo di pianta purché siano soddisfatte le giuste condizioni, l’oidio colpisce maggiormente alcune specie. Queste sono le piante più vulnerabili all’oidio:

  • Pomodori
  • Fragole
  • uva o vite
  • meloni
  • cetrioli
  • zucche
  • Ciliegi
  • alberi di pesco
  • prugne
  • alberi di mele
  • Alloro
  • cespugli di rose
  • dalie
  • Cayenne
  • orchidee
  • garofani
  • begonie

Se alcune delle vostre piante hanno questo problema, sia in giardino che in frutteto, prendete nota perché di seguito vi daremo le chiavi su come combattere l’oidio con rimedi casalinghi e biologici.

Rimedi casalinghi per l’oidio sulle piante: fungicidi efficaci

In questa sezione ti spieghiamo come eliminare l’oidio dalle piante in modo naturale con i migliori rimedi casalinghi a base di fungicidi naturali per le orecchie. Scopri quali sono i più adatti, come prepararli e come applicarli.

Zolfo e rame per l’oidio

Sia lo zolfo che il solfato di rame sono fungicidi molto efficaci, ma bisogna prestare attenzione nel maneggiarli e non eccedere la dose, poiché in questo caso possono essere dannosi per le piante e per il suolo. Procuratevi zolfo in polvere o liquido, o solfato di rame, ma non usateli insieme, e aggiungete la polvere alle foglie e al terriccio nelle quantità indicate sul contenitore o come indicato dallo specialista del negozio di giardinaggio. Se usi il liquido, puoi applicarlo con uno spray. Cerca di indossare guanti, occhiali e mascherina, soprattutto se hai intenzione di utilizzarne una grande quantità perché devi curare un intero giardino o frutteto.

Liquame o decotto di equiseto

Un’altra opzione che ti consigliamo se ti stavi chiedendo come combattere l’oidio con i rimedi casalinghi è l’equiseto. È una pianta utilizzata per molti rimedi e tra le sue proprietà troviamo antimicotici o fungicidi, quindi è buona per porre fine a questo problema fungino nelle piante. Puoi acquistare l’estratto concentrato di questa pianta e diluirlo in acqua per spruzzarlo sulle piante da trattare, ma puoi anche prepararne un infuso, un decotto o un impasto liquido per spruzzarlo.

L’infuso o il decotto è meno carico e viene utilizzato al momento della preparazione, invece l’impasto liquido impiega giorni per essere preparato ma è più concentrato e potente dell’infuso. Può essere conveniente preparare il decotto o l’infuso per iniziare a trattare, ma si consiglia di preparare il liquame, con un processo di macerazione, per curare casi gravi di questa infestazione o anche da utilizzare successivamente come metodo per prevenire molti parassiti e malattie. Si può iniziare facendo un litro di infuso, facendo bollire l’equiseto per 10 minuti e facendo riposare altri 10, e spruzzandolo sulle foglie colpite.

Altre piante altrettanto efficaci contro l’oidio e altri parassiti, sia funghi che insetti, sono la salvia, le foglie di pomodoro e le ortiche, e per utilizzarle bisogna seguire la stessa procedura.

Infuso di aglio per l’oidio

L’aglio è senza dubbio uno degli alimenti più utilizzati come rimedio casalingo per innumerevoli problemi, ed infatti è ampiamente utilizzato come fungicida casalingo. Ha proprietà antimicrobiche, antisettiche, antimicotiche, antibatteriche, ecc., quindi offre un trattamento molto completo sia per la cura che per la prevenzione.

Per utilizzarlo contro questa malattia fungina nelle piante, devi fare un infuso di aglio, nella quantità necessaria a seconda delle dimensioni dell’orto o del frutteto o se devi trattare una sola pianta. Vi diciamo come prepararlo per ottenere un litro, che vi darà per trattare varie piante.

Portare a bollore poco più di un litro d’acqua, quando inizia a bollire aggiungere gli spicchi d’aglio precedentemente schiacciati. Aggiungi 10-30 spicchi d’aglio per un potente rimedio. Lasciate bollire per 5 minuti o poco più, senza raggiungere i 10 minuti, e lasciate riposare l’infuso coperto e fuori dal fuoco per 10 minuti. Filtrare l’infuso per rimuovere i pezzi e versare il liquido in un grande flacone spray. Ora puoi usarlo per spruzzare piante danneggiate dai funghi una volta al giorno, finché non vedi che scompaiono.

Bicarbonato contro l’oidio

Il sodio o bicarbonato di sodio è uno dei migliori fungicidi fatti in casa e naturali, poiché questo minerale ha grandi proprietà antimicotiche, antibatteriche, antisettiche e molte altre.

Per utilizzarlo nel caso in cui si voglia combattere l’oidio, è necessario miscelare questo prodotto con un olio vegetale, come quello di oliva, e dell’acqua. In uno spruzzatore capiente aggiungete 1 litro d’acqua, 2 o 3 cucchiai di bicarbonato, a seconda che li mettete pieni o livellati, e 2 cucchiai di olio. Dopo aver mescolato bene prima dell’uso, spruzzare tutte le piante colpite, concentrandosi sulle parti in cui si vede più l’oidio. Se devi trattare solo una piccola pianta, riduci le quantità di questa stessa proporzione. Scopri di più su questo prodotto con il nostro articolo sugli usi del bicarbonato di sodio in giardino.

Suggerimenti per prevenire l’oidio sulle piante

Infine, vogliamo darvi alcuni consigli per evitare l’oidio nelle piante pensando ai fattori che la favoriscono:

  • Assicurati di utilizzare un buon terreno per coltivare le verdure in giardino e un buon terreno per le piante in vaso o da giardino. Deve essere il terreno giusto per il tipo di piante che avrai, uno specialista nel negozio di giardinaggio e agricoltura ti aiuterà a decidere quale è il migliore per te.
  • Ricorda che il terreno deve avere un buon drenaggio per evitare pozzanghere d’acqua e umidità in eccesso. Questo è particolarmente importante nei vasi perché è più facile che si verifichino ristagni d’acqua. Puoi consultare questo altro articolo sul Drenaggio in vaso.
  • Posizionare le piante in una zona ventilata con sole e ombra. Le piante dovrebbero essere esposte al sole ma non completamente durante tutte le ore di punta, poiché possono bruciare, e dovrebbero avere ombra per regolare la temperatura, ma non può essere una zona buia. Inoltre, è fondamentale che ci sia una buona circolazione dell’aria perché ciò rende più difficile l’accumulo di umidità e funghi.
  • Presta attenzione all’aspetto e alla salute delle tue piante e colture e, se sospetti che non stiano bene, consulta uno specialista nel negozio per dirti cosa hanno e qual è il miglior trattamento. Possono mancare di minerali, acqua, sole, vitamine, ecc. Se sono generalmente sani, sarà più difficile per loro essere colpiti da parassiti e parassiti.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come combattere l’oidio con rimedi casalinghi, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.