Suggerimenti

Come far crescere i funghi della palude del leone su tronchi e segatura

I funghi della criniera del leone (Hericium erinaceus) non hanno nulla da invidiare al mondo dei funghi, con la loro incredibile forma a cascata e a cubetti di ghiaccio. In natura, sembra quasi che il corallo sia fuggito dall’oceano e si sia aggrappato a un albero. Al di là del suo aspetto insolito, c’è una delicatezza, con un gusto dolce e carnoso di granchio.

La coltivazione della criniera del leone in casa è diventata più popolare negli ultimi anni, con l’emergere di ceppi che vengono costantemente migliorati, e per una buona ragione. Non solo hanno un sapore delizioso, ma hanno anche preziose proprietà medicinali. Attualmente, sono in fase di studio per la loro capacità di prevenire la demenza e di alleviare l’ansia. È anche dimostrato che aiutano a proteggere il cuore e a controllare il diabete.

Anche se possono essere un po’ difficili da coltivare per i novizi, non sono i funghi più difficili da coltivare, e si può avere il proprio lotto di funghi in poche settimane.

La criniera del leone può crescere su segatura o tronchi di legno duro. Un lotto produrrà in modo affidabile almeno tre raccolti. Potete acquistare le frattaglie per coltivare la criniera del leone su tronchi o su substrato online se non le trovate sul posto. Pronti a iniziare?

>


Coltivazione di funghi leoni su tronchi

Coltivare la criniera del leone sui tronchi è un modo sicuro per avere un raccolto stabile e affidabile per gli anni a venire.


Scegliere un registro

La criniera del leone cresce solo su legno duro. Le varietà migliori sono la quercia, l’acero e la betulla. L’acero è il legno preferito, ma non sono difficili. La criniera del leone è uno dei pochi funghi che crescono sul noce nero.

Tulipano, pioppo e salice si prestano anche alla produzione a breve termine. A lungo termine, scegliere olmo, rovere castagno o noce nero.

Anche l’età del legno è importante. Non cresceranno su legno troppo verde o invaso da altri funghi.

>

Gli alberi o i rami appena tagliati o i rami di recente potatura sono i più efficaci. La potatura invernale è ideale perché è quando l’albero ha un alto contenuto di zucchero, che è benefico per i funghi.

I tronchi devono avere un diametro di circa 30 cm. È preferibile che siano anche di lunghezza uniforme. Trovo che il tronco da 1 metro sia il più facile da maneggiare. Si tenga presente che parte della manutenzione comporta lo spostamento dei tronchi quando sono bagnati, e un tronco bagnato può essere pesante.


Tronchi secchi

Mettete i tronchi su un pallet o su un’altra superficie rialzata ad asciugare per 1 o 3 mesi. Si vuole che contengano solo il 40% di umidità.

Non tenete i tronchi con la legna da ardere. Possono catturare malattie e insetti.

Una volta che i vostri tronchi si sono asciugati, siete pronti per inocularli. Questo può essere fatto in qualsiasi periodo dell’anno, ma la primavera è il momento migliore.

Ora è il momento di acquistare la quantità di riproduttori necessari per il numero di tronchi che avete stagionato. Ad esempio, 100 tappi possono inoculare 10 log.


Strumenti di inoculazione

Per completare il processo di inoculazione sono necessari diversi elementi. Probabilmente ne avete già diversi.

Supponendo che abbia intenzione di inoculare 10 tronchi, ne avrà bisogno:

  • Una libbra di ceralacca. È possibile utilizzare cera di qualità al formaggio o cera di funghi, ma non utilizzare la cera per candele ordinaria, in quanto non è sterile.
  • Un martello o un martello di gomma
  • Un piccolo pennello o una pistola a vernice o un annaffiatoio per tacchini.
  • Trapano a batteria con una punta da 516 cm dotata di collare di arresto.
  • A caldaia doppia.
  • Un termometro per caramelle .


Inoculazione dei vostri record

  1. Trapanare ogni tronco con file di fori. Personalmente, non sono bravo a fare buchi in linea retta, quindi uso una linea di gesso. Misurando tutto, posso ottenere il massimo da ogni tronco.
  2. Scioglie la cera in una doppia caldaia. Utilizzare un termometro a caramella per assicurarsi che la temperatura rimanga al di sotto dei 212°F. Troppo caldo e ucciderà la progenie.
  3. Praticare fori profondi un centimetro e mezzo e distanti 8 cm l’uno dall’altro in file di 4 cm. Alternate il punto di partenza delle vostre buche dalla cima del tronco.
  4. Dopo aver forato un tronco, iniziare a posizionare i tappi. È meglio completare un solo tronco alla volta, in modo che non sia contaminato nei fori.
  5. Utilizzare un martello o un martello per battere delicatamente i tappi di ricambio nei fori. La spina deve essere a filo con la superficie del legno.
  6. Utilizzare il pennello o il cestino per posizionare la cera sul tappo e sul foro.
  7. Mettete a bagno il vostro baule per 12-24 ore, ma non di più.

  8. Prendersi cura dei vostri file

    Una volta completata l’inoculazione, i loro tronchi sono pronti per essere impilati in un luogo ombreggiato e umido. Si possono impilare come una culla o collocare su un bastone di legno con un angolo di 45°.

    Se avete problemi a mantenere i livelli di umidità nella coltura del fungo leone, provate a seppellire parzialmente i tronchi in posizione verticale.

    La vostra proprietà deve essere situata in un’area ombreggiata con un’adeguata circolazione dell’aria. Una chiazza di conifere mature è una buona cosa o, in mancanza, costruire un rifugio su tre lati. Pezzi di tessuto con l’80% di tonalità sono l’ideale per questo.

    La criniera del leone non è una coltura a crescita rapida sui tronchi. Di solito fanno un piccolo primo lavaggio 6 mesi dopo l’inoculazione del tronco, ma ci possono volere fino a 2 anni prima che sboccino davvero. I loro tronchi daranno frutti fino a 6 anni.

    Potete controllare le estremità dei tronchi per vedere se c’è una lanugine bianca su di essi che vi dice che il micelio è cresciuto in tutto il tronco e che tutto sta crescendo correttamente.


    Coltivazione di criniera di leone in segatura

    >

    La criniera del leone può anche essere coltivata in sacchi utilizzando come substrato la segatura o i pellet di legno. Questo è spesso indicato come un blocco di fruttificazione. I sacchetti di solito vengono coltivati al chiuso.

    Questo metodo è più veloce e più prevedibile, ma più costoso del metodo di registrazione.

    La criniera del leone preferisce temperature tra i 65 e i 75° al frutto, e ci vogliono circa 3 settimane per maturare in questo modo.


    Fare un blocco di segatura

    Create il vostro blocco di segatura combinandolo:

    • Cinque tazze di segatura.
    • Una tazza di crusca di grano per aggiungere sostanze nutritive.
    • Sei tazze di acqua calda.
    • Una tazza di melassa.

    Continuare ad aggiungere acqua fino a quando la miscela non è agglomerata, e una parte dell’acqua gocciola via se la si spreme.

    Una volta fatto:

    1. Mettere la miscela in un sacchetto da coltivazione. Piegare e sigillare secondo le istruzioni.
    2. Sterilizzarli in un barattolo pressurizzato. Posizionare una griglia o dei coperchietti per coprire il fondo della lattina e premere il sacchetto con un piatto o una ciotola. È necessario sterilizzare per 2,5 ore per assicurarsi che tutti i batteri vengano uccisi.
    3. Oh, è fantastico.

    4. Inoculazione dei vostri blocchi di segatura

      Prima di iniziare, assicurarsi che le mani e l’area di lavoro siano pulite per evitare contaminazioni.

      1. Aggiungete il seme al vostro blocco di segatura e mescolate bene. Ci vuole circa una libbra di uova per ogni cinque libbre di miscela.
      2. Mettete il sacchetto in un luogo buio e caldo per lasciarlo crescere. Ci vorranno alcune settimane perché il micelio si diffonda nella borsa. È naturale che il blocco inizi a diventare marrone.
      3. Punch il sacchetto di plastica in diversi punti per creare dei fori di 14 cm. Fare molti fori per creare frutti più piccoli, o usare meno fori per incoraggiare i frutti più grandi.
      4. Posizionare il blocco nella zona di coltivazione, che dovrebbe avere luce indiretta e un certo movimento d’aria.

      5. Prendersi cura dei vostri blocchi di segatura

        >

        Ora che la sua colonia si è stabilita, inizierà a fabbricare spille, che dovrebbero iniziare a formarsi nel giro di una settimana o due.

        Controllate i vostri blocchi una volta alla settimana. Cercate qualsiasi muffa, altri funghi o aree asciutte. La criniera del leone prospera meglio in un ambiente umido, quindi assicuratevi di mantenerla umida.


        Problemi e soluzioni per la coltivazione della criniera del leone


        Stampo

        Tronchi e blocchi possono sviluppare muffe. Se lo fanno, spostateli in modo che abbiano una migliore circolazione dell’aria. Se sono troppo infestati, buttateli via.


        Drenaggio

        Il problema opposto a quello della muffa: la coltivazione della criniera del leone su tronchi e blocchi può seccare. Provate a spostare i tronchi in un posto migliore o a metterli in ammollo.

        Se trovate che i vostri blocchi si asciugano troppo velocemente, potete metterli in un secchio o in un acquario vuoto per aiutare a trattenere l’acqua. Si possono anche spruzzare con acqua utilizzando un nebulizzatore.


        Raccolta e stoccaggio

        >

        Una volta che la criniera del leone si è formata, è necessario raccoglierla prima che diventi rosa o marrone. Cercate il momento in cui si sono formati i denti di colore chiaro, di solito da 4 a 7 giorni dopo la comparsa dell’apparecchio.

        Tagliare la palla vicino alla base, facendo attenzione a non danneggiare la colonna vertebrale.

        Metterli in frigorifero subito dopo il raccolto in un contenitore ventilato. Possono essere conservati in frigorifero per un massimo di due settimane.

        La criniera del leone può essere utilizzata come sostituto dei frutti di mare in quasi tutte le ricette. Provate ad affettarlo e a fare torte di funghi “granchio”, oppure ad affettarlo e a friggerlo nel burro.


        Essiccazione

        Se non potete mangiarli freschi, salvate i funghi dalla criniera del leone asciugandoli. Tagliarli a fette di 14 cm di spessore e metterli in un luogo ben ventilato fino a quando non saranno asciutti.

        >


        Cosa fare con i blocchi usurati

        Se si usano i blocchi di segatura, è possibile aggiungerli alla pila di compost quando sono esauriti. Infatti, possono ringiovanire il compost e produrre uno o due lavaggi di funghi in più.

        L’aggiunta di fertilizzante al micelio nell’orto è eccellente per le vostre verdure. Il micelio forma una rete simbiotica ed estrae nutrienti dal terreno per renderli più disponibili alle verdure.

        Paul Stamets ha scritto un eccellente libro su come il micelio arricchisce e aiuta il suolo della foresta e migliora gli ecosistemi e la sostenibilità.

        Sia che li coltiviate per il vostro piatto o che li vendiate al mercato contadino – potete ottenere 20 euro a libbra – coltivare la criniera del leone è un’avventura che vale la pena intraprendere. Diteci come vi piace cucinarli nei commenti qui sotto.

        >

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *