Suggerimenti

Come seminare erbe medicinali: [Guida completa e tipi]

Le erbe medicinali sono note per i loro effetti benefici quando vengono consumate.

Alcuni esempi sono:  camomilla , erba cipollina , alore vera , eucalipto, aglio , equiseto , zenzero , timo , lavanda , calendula, erba di San Giovanni, tra molti altri.

Le [12 piante medicinali o erbe aromatiche] più comuni per il tuo frutteto o giardino

Basilico

Basilico : usato per trattare problemi digestivi come gas, infiammazione, digestione lenta e vomito.

È anche usato per trattare il dolore di emicrania.

Aloe Vera

Aloe Vera : Sapevi che l’ Aloe Vera è un’erba che aiuta a guarire le ferite?

Inoltre… si usa per controllare l’acne e per lenire il prurito di alcuni insetti, come la fastidiosa zanzara.

E per molte altre cose, basta guardare  il numero di prodotti diversi che vengono venduti .

dente di drago

Dente di dragoAntirrhinum majus o dragon antirrhinum,noto anche comeboccadileone,è una pianta perenne originaria del Mediterraneo.

È anche chiamato dragonaria o bocca di leone. 

È una pianta molto aromatica che può raggiungere, a seconda della varietà, fino a due metri di altezza.

Calendula

Calendula : serve per aumentare le difese e per loro si usano gli infusi per curare le malattie respiratorie.

Allo stesso modo, le foglie sono spesso utilizzate come misura contraccettiva naturale.

Finocchio

Finocchio : utilizzato per problemi di digestione come l’eccesso di gas. Allo stesso modo, serve a ridurre l’infiammazione.

Le radici sono spesso usate come purganti e come stimolanti della lattazione.

aneto

Aneto : può essere utilizzato negli infusi per aumentare la produzione di latte, abbassare la pressione sanguigna e i livelli di zucchero. Come un unguento è usato per trattare le ferite infette.

Erba di San Juan

Erba di San Giovanni Hypericum perforatum , questa pianta ha le seguenti proprietà (iperforina, limonene, rutina, acidi essenziali, minerali come cadmio e piombo, flavonoidi e tannini.

Può aiutare a guarire le ferite ed è stato talvolta usato per curare la depressione.

Zenzero

Zenzero : I greci mangiavano lo zenzero avvolto nel pane per  trattare i problemi digestivi. 

È in grado di alleviare disagi come dolori  articolari, vertigini, perdita di appetito, indigestione e infiammazione.

Lavanda

Lavanda : l’olio essenziale di lavanda contiene linalolo, canfora e cintura, che hanno effetti sedativi sul sistema nervoso centrale.

Allo stesso modo, ha proprietà  ipotensive, antinfettive e battericide.

Il fiore della passione o Maracuyá

Passiflora , pianta del frutto della passione o fiore della passione ( Passiflora caerulea) È una  specie rampicante tropicale di origine americana , ma la cui fama si  è diffusa in modo impressionante  nel mondo per i suoi frutti spettacolari e per il fiore esotico che possiede.

Il fiore  può essere mangiato anche ermafrodita e tenia.  Avere  grandi poteri medicinali sedativi  e fornisce  grandi carboidrati con un alto livello calorico.

coda di cavallo

Equiseto : contiene abbondante silicio, che serve ad aumentare il collagene e l’elastina, che migliorano la flessibilità articolare rafforzando tendini e cartilagini.

Aiuta le ossa ad  assorbire il calcio  e aumenta l’  elasticità dei muscoli .

Allo stesso modo, ha un  potente effetto disintossicante , aiutando le cellule a essere più resistenti  all’attacco dei radicali liberi.

l’aglio

Aglio : lo sapevate che nella seconda guerra mondiale i russi davano ai loro soldati aglio in assenza di penicillina?

Sin dai tempi antichi, questo ortaggio a radice è noto per avere innumerevoli benefici per la salute e rafforza il sistema immunitario.

**Si raccomanda di non somministrare infusi o tisane ai bambini di età inferiore ai sei anni in quanto potrebbero esserci controindicazioni che ne danneggiano la salute.

la ruta

La ruta è una pianta arbustiva alta tra i 50 e i 100 centimetri. 

Gli oli essenziali estratti da questa pianta hanno innumerevoli effetti sulla salute e sono stati utilizzati per alleviare malattie dovute ad ansia, mal di testa o ritenzione di liquidi.

Agrimonia

L’agrimonia è una pianta erbacea, appartenente alla  famiglia delle rose  e con un  grande potenziale medicinale .

I suoi rami sono sottili e sia le foglie che  i fiori  sono piuttosto piccoli.

Questi ultimi sono di colore giallo vivo e crescono in spighe. È molto facile da riprodurre e da mantenere in buone condizioni , poiché le sue richieste non sono elevate.

Stevia

Se stai cercando un dolcificante naturale,  è arrivato il momento di iniziare a coltivare la stevia  perché non troverai un’opzione migliore.

La Stevia o stevia  (Stevia rebaudiana)  oltre ad essere dolcificata,  può essere consumata anche fresca e anche preparata in infusi per il pomeriggio.

Può essere considerata una  pianta medicinale  e  commestibile  (anche se come sempre la consigliamo sotto la supervisione di un operatore sanitario).

Forsizia

La Forsythia, Forsythia o Campanita cinese è un genere di pianta arbustiva decidua , originaria del continente asiatico che presenta almeno una varietà proveniente dal sud-est Europa.

Sono presenti almeno 11 specie arbustive ufficiali che raggiungono da 1 a 3 metri di altezza massima, caratterizzate da una notevole fioritura precoce all’inizio della primavera .

I fiori di questa pianta ornamentale sono molto gialli e hanno una corolla lobata prominente, con petali che crescono solo alla base.

Sono molto diffusi nei giardini e nei parchi urbani, in particolare le specie Forsythia x intermedia e Forsythia suspensa.

Proprietà e benefici delle piante medicinali   

Le proprietà che hanno le piante medicinali sono  tanti e vari. 

Inoltre, qualsiasi pianta medicinale è l’ideale da seminare nel proprio orto o giardino e poi poterla avere a portata di mano. Quindi, puoi abbellire il paesaggio e ti porteranno  molti benefici per la salute. 

A volte  è il suo fiore, altri lo stelo e altri la radice. 

Queste piante vengono utilizzate per la cura di innumerevoli problemi di salute e in molte occasioni permette di curarle, almeno per alleviare il dolore. 

Alcuni dei  tanti vantaggi  che queste piante possono fornirci:

  • Possono alleviare i problemi di stomaco.
  • Possono migliorare i problemi di insonnia (ideale per chi soffre di questo problema e non vuole ricorrere alle medicine convenzionali).
  • Possono migliorare la stanchezza cronica. 
  • Sono stati riscontrati miglioramenti anche nel sistema nervoso. 
  • Possono abbassare i livelli di zucchero nel sangue e migliorare la sensibilità all’insulina. 
  • Rafforzano il sistema immunitario. 
  • Hanno effetti antinfiammatori. 
  • Migliorano la digestione pesante. 
  • Hanno proprietà antiossidanti. 
  • Possono migliorare i crampi mestruali. 
  • Possono aiutare ad aprire le vie aeree in caso di blocco (come il raffreddore).

Dove seminare le erbe medicinali?

Gli aspetti che devi tenere in considerazione sono lo spazio che hai e la selezione delle piante.

Per lo spazio, misurare tra  25 e 30 centimetri tra ogni pianta  in modo che anche loro non debbano rubare sostanze nutritive e possano crescere correttamente.

Inoltre, per migliorare le prestazioni del giardino si può valutare di scegliere piante con tempi di crescita (germinazione) diversi e anche profondità di radici differenti.

Tutto questo affinché nessuna erba soffra mai delle condizioni necessarie per crescere.

Se invece di seminare insieme scegli di usare un vaso, fai attenzione che la sua profondità sia di circa 25-30 centimetri . Se non si dispone di un vaso di quelle dimensioni , è possibile seminare temporaneamente in piantine e successivamente trapiantare .  

Quando seminare erbe medicinali?

Puoi creare il frutteto in  in qualsiasi momento dell’anno purché si disponga di uno spazio in cui sono esposti al sole .

Le erbe non necessitano di un sole molto intenso , ma è necessario che assorbano almeno qualche ora i raggi luminosi.

Possono anche crescere in ombra media se non hai molto spazio.

Come prepariamo il terreno?

Hai bisogno di terreno attraverso il quale l’acqua drena facilmente per prevenire la putrefazione delle radici .

Inoltre, aggiungi del compost in modo che le erbe acquisiscano i nutrienti necessari .

Il compost può essere materia organica come foglie secche, sovescio perché i nutrienti vengono trasmessi.

Come innaffiamo le erbe medicinali?

Mantieni il terreno umido per consentire ai semi di germogliare. Innaffiato a goccia all’inizio per non annegarli e successivamente aumentarne la quantità. 

Una volta che hai un raccolto stabile , è meglio annaffiare quando le foglie si sentono un po’ secche sulle punte piuttosto che annaffiarle troppo .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.