Suggerimenti

Come si chiamano i frutti delle palme?

Siamo abituati a coltivare piante per il loro valore produttivo. Ciò è dovuto alla sua capacità di produrre frutta.

Tra questi troviamo piante orticole come pomodoro, peperone, cetriolo, anguria e un lungo eccetera, alberi da frutto e agrumi  e molte altre specie coltivate in tutto il mondo.

Tuttavia, possiamo trovare anche frutti di palma totalmente commestibili che sono ampiamente consumati dalla comunità araba.

Per questo motivo vi racconteremo la storia di questa coltura, i frutti che produce e il suo interesse per la gastronomia attuale.

Sai che frutto porta la palma? Lo vedremo tra un momento.

Datteri, frutti di palma

La prima cosa è chiarire che i frutti delle palme provengono solo dalla  specie Phoenix dactylifera il cui nome scientifico fa già riferimento alla data.

Questa palma è diffusa praticamente in tutti i paesi caldi, compresa la Spagna, e non necessariamente negli ambienti desertici, poiché la sua capacità di adattamento e rusticità è molto grande.

Il nome data deriva dal vocabolo greco «daktilos», la cui traduzione in spagnolo è «dito», riferito al suo aspetto, forma e colore, molto simile all’alluce (anche se ci vorrebbe fantasia).

Questi frutti di palma, datteri, sono ampiamente consumati in molti paesi e hanno un interessante valore nutritivo. Da essi, infatti, sono state ricavate anche alcune proprietà medicinali.

Di questi ultimi, ai frutti delle palme è attribuito potere astringente dell’apparato digerente. Ciò è dovuto al suo sapore amaro quando il frutto non è completamente maturo.

Inoltre, il suo utilizzo in decotti e infusi è stato anche associato (sebbene siano necessarie ulteriori ricerche al riguardo) per ridurre i sintomi di raffreddore, mal di gola, brochite e febbre.

Utilizzo dei frutti delle palme

Sebbene inizialmente si pensasse al consumo fresco dei datteri, i frutti delle palme offrono anche molte più opzioni al «popolo del deserto», poiché faceva parte della loro dieta e avevano l’obbligo di innovare con prodotti diversi.

Ottenere frutti dalle palme

Non solo dalla palma da datteri, Phoenix dactylifera.  I frutti possono essere ottenuti anche da altre specie di palma come Jubaea chilensis Butia capitata e Aiphanes caryotaefolia, tra le altre.

Commercializzazione di gemme

Adatto per insalate, dove il più noto è il cuore di palma ( Sabal palmetto). Li troviamo in altre specie come Chamaerops humilis, Acantophoenix rubra, Dictyosperma album e Syagrus romanzoffiana.

ottenere lo zucchero

Sebbene i frutti delle palme abbiano già un’alta concentrazione di zucchero, esistono anche varietà di palme da cui si ottiene zucchero a livello industriale. Si tratta di specie come Phoenix sylvestris e Arenga pinnata.

produzione di miele

Il miele non si ottiene solo da alberi da frutto, rosmarino e altre piante medicinali. Anche le api e altri animali volanti impollinatori affollano Phoenix canariensis e Jubaea chilensis.

Produzione di bevande alcoliche

Il livello di zucchero nella produzione dei frutti delle palme e la distillazione degli alcoli sono strettamente correlati, poiché si basano sulla fermentazione di detti composti.

Per questa lavorazione troviamo interessanti specie di palma come Phoenix dactylifera, Mauritia flexuosa, Pseudophoenix vinifera, Caryota urens, Cocos nucifera, Elaeis gineensis Borassus flabellifer.

Principali paesi produttori di datteri

Nell’ordine, questi sono i paesi che maggiormente coltivano e commercializzano i frutti delle palme. Come puoi vedere, molti di essi sono legati alla cultura araba e alla coltivazione delle palme in ambienti molto caldi e desertici.

  1. Egitto
  2. Iran
  3. Algeria
  4. Arabia Saudita
  5. Emirati Arabi Uniti

coltivazione di datteri

Come vedrai, in seguito, esistono diversi tipi di frutta da palma, con contenuto zuccherino più elevato, diversa concentrazione di tannini, piccoli, appiattiti, ecc.

La palma  Phoenix dactylifera, il più grande produttore di frutti, è considerata una pianta molto resistente e distribuita praticamente in tutte le zone calde. È una delle varietà che offre più frutti delle palme, in questo caso i datteri.

Ciò non significa che abbia problemi a crescere in ambienti freddi, poiché è molto resistente al freddo.

Tuttavia, le migliori aree di coltivazione sono quelle dove ci sono inverni miti ed estati calde. Ad esempio, la coltivazione delle palme da dattero è diffusa nelle Isole Canarie, a causa della ridotta variazione delle temperature durante tutto l’anno.

All’interno della sua piantagione, dobbiamo distinguere tra la coltivazione come palma ornamentale, per la decorazione di giardini e case, e la coltivazione per i frutti delle palme.

In Spagna e in altri paesi non arabi, lo sviluppo della  Phoenix dactylifera  è normalmente come pianta ornamentale, raggiungendo diversi metri di altezza.

Tuttavia, nei paesi produttori, dove il raccolto è eminentemente per la raccolta dei frutti, la sua crescita e la potatura sono altamente controllate per facilitare la raccolta.

Climatologia

L’elemento principale e più importante nello sviluppo di una palma di questo tipo è la temperatura.

In modo ottimale richiede una temperatura media superiore a 17 ºC, con un integrale termico vicino a 3000 ºC.

Per quanto riguarda le basse temperature, è considerata una pianta abbastanza resistente, in quanto tollera temperature inferiori a -5ºC per un ampio intervallo di ore.

Impollinazione

Il processo di impollinazione e fecondazione dei frutti delle palme, i datteri, è prodotto dall’azione del vento.

Tieni presente che la presenza di animali in grado di trasportare i semi in ambienti ostili come il deserto, dove cresce anche questo tipo di palma, rende il vento lo strumento migliore per la produzione di nuove piante.

In generale ea livello professionale, l’ impollinazione avviene solitamente artificialmente, con una simulazione del vento o scuotendo vigorosamente la palma.

Caratteristiche di irrigazione

La palma che produce frutti è adattata a condizioni di siccità prolungata.

A livello produttivo, è interessante avere un’irrigazione almeno una volta alla settimana in estate e con temperature elevate, e quasi nessuna in inverno.

Quello che bisogna tenere in considerazione è che la caratteristica dolcezza dei frutti delle palme è dovuta alle condizioni di siccità, che stimolano la produzione di zuccheri e di altre sostanze di questa famiglia nei frutti.

Abbonato

La concimazione nella palma è praticamente inesistente, anche se in caso di suoli molto poveri o desertici si consigliano contributi prima della concimazione dei datteri.

In alcuni casi, per favorire la crescita di nuove radici, viene periodicamente aggiunta della materia organica, in grado di trattenere meglio i nutrienti e l’umidità nel terreno, cosa molto necessaria nella maggior parte dei casi.

Potatura e manutenzione

Questa palma da frutto non richiede manutenzione o cure aggiuntive.

È interessante potare periodicamente le foglie, poiché è in continua produzione di foglie che seccano e rimangono attaccate all’albero senza alcuna funzione aggiuntiva.

ricette di datteri

I datteri sono incorporati in alimenti o basi che non aggiungono molto sapore, come riso o ceci. Grazie al suo contenuto di zucchero, è una combinazione perfetta con altre opzioni più acide, come le mele.

Allo stesso modo, diversi tipi di carne, come il pollo, si adattano perfettamente a creme e salse dolci come quelle di prugne o di datteri.

Di seguito vi mostriamo alcune ricette alternative che abbinano cibi molto comuni ai frutti delle palme.

  • riso con datteri
  • Ceci saltati con datteri
  • Pollo con datteri e prugne
  • Zuppa di mele e datteri
  • Sfogliatine di mele e datteri

Tipi di palme da dattero

A seconda della varietà di palma e della conservazione e del trattamento dei frutti, troviamo diversi tipi di datteri.

Deglet Noor:  la varietà più commercializzata al mondo.

Medjool:  una varietà molto dolce con polpa più scura.

Khadrawy:  tipo di dattero piccolo con carne molto succosa.

Halawy: dattero di  piccolo calibro e consumo naturale consigliato (sapore di caramello tostato).

Barhi:  di colore giallo e consumato localmente e fresco (per il suo basso contenuto di tannini).

Mozafati:  varietà di datteri autoctona dell’Iran, di forma tonda e di medie dimensioni.

Zahidi:  varietà leggermente dolce per accompagnare piatti salati e aggiungere alle insalate.

Benefici dei frutti delle palme

Citeremo alcuni vantaggi del suo consumo.

Grazie al suo  alto contenuto di fibre,  regola il transito intestinale e facilita i movimenti intestinali.

È un alimento altamente calorico ma con un apporto di grassi non elevatissimo.

Contiene importanti minerali, come potassio e ferro, che favoriscono la prevenzione dell’anemia e di altre malattie.

D’altra parte, il suo alto contenuto di zuccheri lo rende un alimento non adatto ai diabetici.

Valore nutritivo dei datteri

Per il suo alto potere calorico, contenuto in zuccheri e fibre, lo rende un alimento adatto ai berberi del deserto che facevano lunghe marce senza cibo a loro disposizione.

Presero i frutti delle  palme Phoenix dactylifera  e li portarono nelle loro borse, dalle quali si nutrivano giorno dopo giorno.

Oggi è un alimento di importanza gastronomica e ideale per la preparazione di dolci e bevande.

Contributo per ogni 100 grammi di datteri.

Composizione Concentrazione consigliato giornaliero %
Energia 289 calorie 15% CDR
proteina 1,9 g 4% CDR
grassi 0,45 g 0,8% CDR
carboidrati 65 g 21% CDR
Fibra 8,7 g 29% CDR

Concentrazione  minerale di datteri

Contributo per ogni 100 grammi di datteri.

Potassio:  650 mg/32,5% RDA)

Fosforo:  57 mg (8,1% RDA)

Sodio:  8 mg (0,5% RDA)

Calcio:  63 mg (5,3% RDA)

Ferro:  1,9 mg (24% RDA)

Concentrazione vitaminica dei datteri

Contributo per ogni 100 grammi di datteri.

vitamine Quantità (mg) CDR(%)
Vitamina A 0.01 0,6%
vitamina B1 0.06 5%
vitamina B2 0.08 6,2%
vitamina B3 2.32 0%
vitamina B12 0 0%
Vitamina C 3 3,3%

Proprietà medicinali dei datteri

Dalla composizione nutrizionale dei frutti sono correlate le seguenti proprietà medicinali dei datteri.

Sollievo dalla stitichezza: grazie all’alto contenuto di fibre.

Rafforza la salute cardiovascolare: equilibra il colesterolo buono contro quello cattivo.

Combatte l’anemia: grazie alla sua alta concentrazione di ferro.

Alta fonte di energia:  per l’apporto di calorie e zuccheri, soprattutto per gli sportivi.

Riequilibra il sistema nervoso:  grazie all’elevata concentrazione di potassio minerale.

Ora che sai quale frutto porta la palma, passa sul nostro blog per scoprire tante altre curiosità dal mondo del giardinaggio. Fino alla prossima volta!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.