Suggerimenti

Cos’è la farina fossile ea cosa serve?

Le diatomee sono alghe fossilizzate che vengono utilizzate sotto forma di terreno e con usi diversi, come fertilizzanti organici e naturali o insetticidi ecologici per le colture, tra molti altri usi comuni. Dal momento che sono usati sotto forma di terre bianche, sono anche chiamate terre bianche. Pertanto, è un fertilizzante naturale molto benefico per il terreno.

In questo articolo di EcologíaVerde parleremo di cos’è la farina fossile ea cosa serve, concentrandoci soprattutto sul campo del giardinaggio.

Cosa sono le diatomee o la diatomite

Le diatomee (Diatomeae) sono alghe unicellulari che fanno parte del fitoplancton marino. Attualmente si conoscono circa 20.000 specie viventi e sono un importante costituente della catena alimentare marina. Sebbene le diatomee siano alghe unicellulari, si possono trovare formando colonie in filamenti o nastri (es. Fragillaria), strutture a zig-zag (es. Tabellaria), colonie stellate (es. Asterionella) o ventagli (es. Meridion).

Una delle caratteristiche più importanti di questi organismi, e ciò che conferisce loro gran parte delle loro proprietà come fertilizzanti, è la loro parete cellulare di silice opalina (biossido di silicio idratato), nota come frustola. Queste pareti hanno una grande varietà di forme che danno loro aspetti diversi al microscopio, sebbene in generale siano costituite da due parti asimmetriche con una divisione tra loro, che è ciò che dà il nome al gruppo.

Reperti fossili ci suggeriscono che le diatomee abbiano la loro origine durante o dopo il Giurassico inferiore. Inoltre, le comunità di questi organismi sono spesso utilizzate per studiare le condizioni ambientali, i cambiamenti climatici o valutare la qualità dell’acqua.

Cos’è la farina fossile

In che modo le diatomee si trasformano in terreno? Come abbiamo accennato, le Diatomee formarono il fitoplancton marino migliaia di anni fa, nella Preistoria, ma erano presenti non solo nei mari, ma anche in acqua dolce. Pertanto, le diatomee sono tra i primi organismi che hanno abitato la Terra.

Nel corso del tempo, con l’essiccazione dei mari e dei laghi, queste alghe hanno formato insediamenti sui loro fondali e, con l’accumulo di strati di terreno nel tempo, hanno continuato a fossilizzare i loro esoscheletri di silice. È per questo motivo che possiamo trovare Diatomee sotto vari strati di terra in vari luoghi dove un tempo esisteva un mare o un lago. A causa del loro alto contenuto di silicio organico e calcio acquisiscono quella colorazione bianca della terra.

A cosa serve la farina fossile o farina fossile: i suoi usi

Ora che sai cos’è la farina fossile e cosa sono esattamente, ti diremo a cosa serve la farina fossile. Gli usi più comuni della farina fossile sono i seguenti, anche se ce ne sono molti di più:

insetticidi ecologici

La farina fossile può essere utilizzata come efficace insetticida ecologico e naturale. È molto efficace nell’eliminare gli insetti fastidiosi che attaccano e danneggiano molte delle nostre colture, soprattutto nella stagione calda.

Vermifugo e integratore alimentare

A cosa serve la farina fossile oltre ad essere un insetticida ecologico? Bene, questo uso potrebbe sorprenderti un po’, ma è usato negli animali e anche le persone lo usano.

Pertanto, un uso meno noto della farina fossile è il suo utilizzo per eliminare i parassiti che danneggiano la salute dei nostri animali. Proprio così, la farina fossile è molto utile per eliminare le pulci che nella stagione estiva parassitano i nostri gatti o cani o per eliminare i parassiti dai piccoli recinti o dagli allevamenti di pollame. Inoltre, può essere utilizzato come integratore alimentare ed è efficace nell’eliminare i parassiti intestinali dai nostri animali domestici. Possiamo prenderlo anche noi per gli stessi scopi, ma purché sia ​​la sua versione adatta al consumo.

Concime ecologico e naturale

La farina fossile è un fertilizzante perfetto per i terreni agricoli. Da un lato fornisce nutrienti, come calcio o silicio, che sono molto benefici per il suolo, e dall’altro, migliora lo scambio cationico, facilitando l’assorbimento dei nutrienti da parte del suolo, migliora il livello di aerazione del suolo, la sua spugnosità e ritenzione idrica..

Nonostante i terreni coltivati ​​abbiano già i loro macronutrienti, se non abbiamo la presenza di alcuni micronutrienti le piante non riusciranno ad assimilarli. La farina fossile fornisce importanti micronutrienti al suolo e consente alle piante di assimilare altri macronutrienti presenti nel suolo. Nello specifico, la farina fossile aiuta l’assimilazione di fosforo, azoto e potassio.

Inoltre, poiché la farina fossile è un prodotto naturale senza additivi, contribuiremo anche a migliorare la salute del suolo.

Nutrienti di farina fossile per il giardinaggio e l’agricoltura

La farina fossile o farina fossile fornisce fino a un totale di 40 nutrienti minerali, di cui 6 sono considerati primari e secondari essenziali in agricoltura e 13 sono oligoelementi primari e secondari. Alcuni di questi nutrienti sono:

  • Silicio
  • carbonato di calcio
  • Calcio
  • Alluminio
  • Magnesio
  • Ferro
  • Potassio
  • Corrispondere
  • solfato di calce
  • Cloro

Dosaggio di farina fossile

Un dubbio molto frequente è sapere qual è la dose indicata di farina fossile per giardini e colture e per il consumo umano e per gli animali. La cosa migliore è che discuti con uno specialista che ti consiglia in base al caso, ad esempio nel luogo in cui acquisterai farina fossile, ma in EcologíaVerde ti diamo un orientamento del più comune della dose di farina fossile per l’orto e le colture e per altri usi comuni:

Dosaggio di farina fossile per giardino e coltivazioni

Per utilizzarlo come fertilizzante spruzzato, utilizzare una miscela del substrato o del terreno del terreno con diatomite nella proporzione di 40 o 50 g di diatomite per m2 di terreno del giardino. Per utilizzarlo in polvere, utilizzare 40 g per litro.

Per controllare i parassiti terrestri, utilizzare 100 g di diatomite per m2 di terreno e per i parassiti aerei, utilizzare tra 10 g e 40 g di questo terreno per litro d’acqua da spruzzare, regolando la dose in base alle dimensioni del parassita.

Dosaggio di farina fossile per il consumo umano

Esistono due tipi di farina fossile, farina fossile alimentare e farina fossile non alimentare. Quindi, se stai cercando questo prodotto per il consumo umano, controlla che la confezione indichi che è per uso alimentare e, quindi, adatto.

La cosa migliore è che se decidi di prenderlo, parli con il tuo medico di base della dose più appropriata per te, poiché a seconda della tua dieta abituale e del tuo stato di salute generale, questo può variare. Inoltre, è necessario seguire le indicazioni riguardanti la dose o il dosaggio indicato sulla confezione, poiché è consigliato dal produttore di questo prodotto per il consumo umano. Come idea media, è normale prendere un cucchiaino al giorno e prenderlo per un massimo di 30 giorni di seguito.

Dosaggio di farina fossile per animali

Nel caso degli animali la dose può variare molto a seconda della specie, quindi è sempre meglio seguire le indicazioni del veterinario che solitamente monitora la salute dell’animale che si vuole trattare con questo prodotto naturale.

Ad esempio, la dose di farina fossile per polli come antiparassitario esterno è una soluzione al 2% in acqua, come integratore nutritivo e antiparassitario interno, viene miscelato il 5% della dose di cibo. Nel caso della dose di farina fossile per gatti, questo è 1/2 cucchiaino per gattini per un mese e due cucchiaini due volte al giorno per un mese per gatti adulti. Infine è indicata la dose di diatomee per cani per un mese di trattamento ed è indicata la dose giornaliera in peso. Se il cane pesa meno di 4,5 kg dategli tra 1/2 e un cucchiaino, se pesa tra 4,5 kg e fino a 8,5 kg due cucchiaini, tra 9 kg e 22,5 kg la dose è di un cucchiaio da tavola a un cucchiaio e mezzo,

dove acquistare farina fossile

Se vuoi acquistare farina fossile da utilizzare nel tuo orto o frutteto, o per i tuoi animali o per il tuo stesso consumo, ti consigliamo di rivolgerti a negozi specializzati in giardinaggio e prodotti agricoli. Puoi trovare questo prodotto sia nei negozi fisici che nei negozi online che possono portare a casa tua il materiale che acquisti.

Inoltre, ti consigliamo di seguire le istruzioni per l’uso sulla confezione, poiché alcuni aspetti del suo utilizzo possono variare a seconda della marca, e di seguire anche i consigli dello specialista del giardinaggio che ti vende il prodotto in negozio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cos’è la farina fossile ea cosa serve, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.