Suggerimenti

Pianta cherimoya: quando e come farlo

Il melo alla crema, o mela alla crema, è un albero originario dell’India occidentale, anche se attualmente la maggior parte della produzione è centrata in Spagna. È un albero molto apprezzato per il suo frutto, la mela cannella, un frutto esotico di grande qualità nutrizionale e dietetica. Ed è che le cherimoya, oltre ad essere molto povere di grassi, sono ricche di vitamine dei gruppi B e C, oltre a contenere fosforo.

Se vuoi piantare uno di questi alberi dal clima subtropicale nel tuo giardino, vai avanti e unisciti a noi in questa guida pratica di EcologíaVerde su quando e come piantare la cherimoya.

Quando piantare la cherimoya

Il momento più comune per piantare questo albero è in primavera, quando i semi hanno maggiori possibilità di successo. Se però vivi in ​​un clima tropicale o molto temperato, senza grandi escursioni termiche a seconda delle stagioni, puoi provare a piantarle tutto l’anno.

Il problema principale con la semina delle mele cannella è che i loro semi, oltre ad essere molto duri, contengono inibitori della germinazione. Per questo motivo, a volte farli germogliare può essere un po’ difficile e non sempre ha successo.

Come piantare la crema di mele

È possibile seminare i semi di mela cannella nel terreno, con la sola cura di pulirli correttamente dalla polpa, e lasciarli crescere da soli. Tuttavia, questo processo ha buone probabilità che non si verifichi naturalmente, quindi qui ti insegneremo come germinare i semi di cherimoya per trapiantarli in seguito.

  1. Prendi i semi di cherimoya. Puoi comprarli, ma servono anche quelli che hai appena mangiato.
  2. Pulite completamente i semi da ogni traccia di polpa. Per fare questo, prepara un piccolo contenitore con acqua; puoi aggiungere alcune gocce di cloro all’acqua. Immergici i semi per disinfettarli. Inoltre, se a questo punto uno dei semi galleggia, sai che non vale la pena piantare, perché è in cattive condizioni.
  3. Scolatele subito e asciugatele con carta assorbente.
  4. Carteggiare con cura o tagliare un pezzettino all’estremità stretta dei semi; questo passaggio viene fatto per migliorare le possibilità di germinazione dei semi. Una volta tagliati, possiamo lasciarli in un bicchiere d’acqua per una notte. Ci sono quelli che li immergono semplicemente in acqua per un massimo di tre giorni senza tagliarli, ma fare questo passaggio accelera notevolmente la loro crescita, oltre ad ottimizzare le loro possibilità di germinazione.
  5. Quando li togliete dall’acqua, avvolgeteli in carta assorbente bagnata e conservateli in un contenitore che consenta la ventilazione, in una stanza leggermente calda.
  6. Inumidire nuovamente la carta una volta asciutta e conservarla in un ambiente caldo, finché non sono pronte per essere piantate in semenzaio o vasetti. In circa 15 giorni i tuoi semi dovrebbero già mostrare un germoglio bianco, che è la sua radice.
  7. Prepara la pentola. Per fare ciò, utilizzare un sottofondo con un buon drenaggio e ricco di sostanza organica. Piantali con l’abbattimento, ma non seppellirli in profondità: troveranno il loro posto.
  8. Innaffia dopo averli piantati e mantieni il substrato umido ma senza allagare. La crescita in queste prime fasi è ancora lenta, poiché la durezza dei semi rende difficile per la pianta aprirli per rivelare i cotiledoni e le prime foglie.
  9. Dopo uno o due mesi, le tue piantine dovrebbero essere pronte per essere finalmente portate fuori, nella loro posizione finale.

Cura della crema di mele: guida di base

Questo albero è di taglia piccola, molto raramente supera gli 8 metri di altezza e, inoltre, resiste molto bene alla potatura, rendendolo molto adatto a giardini di piccole o medie dimensioni. Queste sono le principali cure dell’albero cherimoya:

  • Posizione: La cherimoya richiede una grande quantità di luce. Se vivi in ​​un clima temperato o mite, puoi posizionare l’albero in pieno sole, senza timore di un’incidenza diretta. Se il tuo clima è caldo o ha estati con un sole molto intenso, sarà meglio metterlo in mezz’ombra.
  • Irrigazione: le innaffiature vanno effettuate con una frequenza elevata, ogni due giorni nei mesi caldi, e un paio di volte a settimana in quelli freddi. Ricordarsi di evitare sempre che il pavimento si inzuppi d’acqua.
  • Fertilizzante: la cherimoya necessita di terreni molto ricchi di sostanza organica, quindi l’utilizzo di fertilizzanti come compost, bokashi o humus di lombrico aiuterà molto la sua crescita. Inoltre, questi fertilizzanti sono totalmente ecologici.
  • Potatura: la potatura va eseguita in primavera o in autunno, e il suo compito principale è pulire l’albero da rami o foglie in cattive condizioni, così come i polloni. La potatura di allevamento, come in tutti gli alberi da frutto, va effettuata solo nei primi anni.

Se desideri leggere altri articoli simili a Semina cherimoya: quando e come farlo, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.