Suggerimenti

Come evitare carenze nutrizionali nel nostro orto biologico in vaso

Nell’orticoltura urbana, per evitare la mancanza di nutrienti negli orti urbani , nelle piante che coltiviamo in vaso o fioriere, è necessario conoscere di più i nutrienti di cui le piante hanno bisogno per potersi sviluppare e crescere.

I nutrienti essenziali possono essere macronutrienti (questi tipi di nutrienti la pianta richiede in quantità maggiori) o micronutrienti (sono nutrienti necessari solo in piccole quantità).

Sia nei frutteti in pieno campo che negli ambienti urbani è fondamentale conoscere l’ equilibrio dei nutrienti che le colture richiedono per evitare eccessi e carenze di questi.

In questo articolo ci occuperemo della mancanza o mancanza di macronutrienti e micronutrienti negli ortaggi coltivati ​​in vaso, fioriere o tavoli di coltivazione.

I nutrienti essenziali svolgono diversi ruoli importanti all’interno della nutrizione delle piante orticole, come ad esempio:

  • Coprono esigenze specifiche nell’impianto
  • Partecipano al metabolismo delle piante
  • Se mancano questi nutrienti la pianta malata e può morire

La mancanza di un nutriente essenziale si verifica quando la pianta non ottiene abbastanza nutrimento attraverso il substrato. Normalmente possiamo sapere quale nutriente è quello necessario in base ai sintomi di carenza che presenta la pianta. È l’esempio della clororsi , uno scolorimento delle foglie dovuto a un deficit di nutrienti.

Unisciti ad altri giardinieri che stanno già godendo dei loro orti biologici con l’aiuto del nostro libro “Orti urbani e aiuole” in cui troverai molte informazioni utili sull’orto biologico urbano, prendile ora!

Carenza di macronutrienti

Mancanza o carenza di azoto

I sintomi più comuni della carenza di azoto sono :

  • Foglie gialle, note come clorosi
  • La pianta per la sua crescita
  • Macchie rossastre sulle foglie
  • Caduta delle foglie

Come correggere la carenza di azoto

  • Una prima soluzione potrebbe essere quella di incorporare liquami di ortica. Le purine sono molto utili e benefiche. In questo link puoi sapere cosa sono le purine, come agiscono e come prepararle.
  • Un’altra soluzione per la carenza di azoto è aggiungere il vermicompost al substrato.
  • La cenere è utile in questi casi grazie al suo contenuto di azoto.
  • I fondi di caffè aggiungono anche azoto al terreno.
  • Dipenderà dal tipo di pianta che coltiviamo, ma, in generale, almeno una volta all’anno (preferibilmente all’inizio della primavera) aggiungeremo humus di lombrico e nuovo terriccio organico al vaso, fioriera o tavolo di coltivazione per prevenire carenze .

Mancanza o carenza di potassio

Sintomi più comuni di carenza o carenza di potassio :

  • Clorosi parziale. A differenza del caso della carenza di azoto in cui la clorosi è visibile su tutta la foglia, nel caso della clorosi per mancanza di potassio, si osservano macchie o macchie giallastre sulle foglie e sui bordi senza che queste diventino giallastre su tutta la superficie .
  • Gli steli sono deboli e poco resistenti
  • Le foglie si arrotolano su se stesse
  • La pianta porta meno fiori e quindi ci sarà un minor tasso di impollinazione e frutti.
  • In casi molto avanzati, può comparire necrosi, che è la morte della parte interessata della pianta.

Come risolvere la carenza di potassio negli orti urbani

  • Applicare, in questo caso e successivamente almeno una volta all’anno, un fertilizzante ricco di potassio a base di buccia di banana. Puoi vedere come è fatto qui .
  • Macinare il guscio d’uovo e mescolare questa polvere con il substrato.
  • Possiamo usare anche la leucite , un minerale ricco di potassio.

Altri articoli sull’orto biologico

Mancanza o mancanza di fosforo

Sintomi più comuni di mancanza o mancanza di fosforo nelle piante

Il fosforo è un macronutriente che agisce principalmente nello sviluppo delle radici della pianta.

  • La pianta non cresce o cresce molto poco
  • Puntini viola sulle foglie
  • La pianta produce meno fiori e frutti
  • Lame deformate
  • Oscuramento fogliare
  • Macchie scure o macchie sulle foglie
  • Necrosi fogliare in casi estremi di carenza prolungata di fosforo

Come risolvere la mancanza o mancanza di fosforo nell’orto urbano

  • Le ceneri , ancora, sono un buon contributo in questi casi.
  • La fosforite e l’apatite sono due minerali che incorporano il fosforo nel terreno.

Maggiori informazioni sui fertilizzanti naturali

Oltre ai macronutrienti, gli orti urbani possono soffrire di una carenza o carenza di micronutrienti, come:

* Mancanza di magnesio :

Appare una clorosi internervale o addirittura nell’intera pianta se il caso è estremo. In questo caso le foglie cadono.

* Mancanza di zolfo :

Quelle che risentono maggiormente della carenza di zolfo sono le foglie nuove, a differenza del resto dei casi in cui la carenza colpisce solitamente prima le foglie più vecchie.

* Mancanza di calcio :

Si osserva scarsa capacità germinativa dei semi, crescita della pianta sotto la media, marciume dei frutti, clorosi, deformità fogliari e successiva necrosi dei germogli e delle foglie giovani.

Per approfondire i micronutrienti e i fertilizzanti fatti in casa leggi questo articolo.

.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *