Suggerimenti

Gelsomino in vaso: cura e come potarlo

Quando si parla di gelsomino non ci si riferisce proprio a un intero genere di piante con più di 200 specie, il Jasminum. Si tratta di piante ornamentali cespugliose o rampicanti, molto apprezzate per i loro bellissimi fiori, che in molte specie hanno anche un gradevole e caratteristico profumo. Il gelsomino è noto per essere una pianta che richiede grandi quantità di luce, ma è possibile avere alcune specie all’interno con la cura adeguata. Una delle specie più comuni ad avere una pianta di gelsomino in vaso è il Jasminum Polyanthum, particolarmente aromatico di notte.

Se vuoi saperne di più su come prenderti cura del tuo gelsomino in vaso, continua a leggere questo articolo di EcologíaVerde in cui parliamo della cura del gelsomino in vaso e di come potarlo.

Come prendersi cura di un gelsomino in vaso – cure di base

Queste sono le cure di base di un gelsomino in vaso:

  • Luce: Jasmine ha bisogno di molta luce, anche all’interno. Mettilo vicino a una finestra o su un balcone.
  • Substrato: è necessario che il substrato offra un ottimo drenaggio e una buona quantità di nutrienti.
  • Temperatura: se vuoi che fiorisca ogni anno, dovresti metterla a una temperatura inferiore a 10ºC in inverno.
  • Fertilizzante: Nella stagione calda, sarà bene applicare del fertilizzante una volta al mese.
  • Irrigazione: necessita che il suo substrato sia mantenuto quasi sempre umido, anche se mai allagato.

Oltre a sapere come prenderti cura del gelsomino in vaso, ti consigliamo questa guida su 9 tipi di gelsomino in modo da poter trovare quello che ti piace di più.

Clima, luce e posizione

La luce è il primo punto da menzionare e anche il più importante quando si parla di gelsomino. È noto che queste piante necessitano di un’esposizione diretta a circa 4 ore di luce al giorno.

Con questo in mente, dovrai posizionare il gelsomino in vaso in un punto in cui riceve molta luce, idealmente vicino a una finestra o anche fuori su un balcone o una terrazza nei mesi più caldi. Inoltre, la pianta crescerà più sana e vigorosa se si trova in un luogo aerato, con circolazione d’aria per aiutare a mantenere livelli di umidità adeguati, che si tradurranno nella produzione di fiori grandi e profumati.

Per quanto riguarda il clima nei mesi freddi, se la pianta trascorre l’inverno esposta a temperature stabili superiori ai 10ºC, è probabile che non produca fiori nella stagione calda successiva, poiché non sarà entrata nel suo periodo di dormienza vegetativa. Affinché ciò non avvenga, sarà necessario portarlo fuori durante l’inverno, ma in un luogo protetto dal gelo, che potrebbe uccidere il gelsomino. Non appena arriva la primavera, riportalo in casa se vuoi, ma fallo soprattutto se il luogo in cui si trova ha una forte incidenza di sole per molte ore.

Gelsomino in vaso: substrato

Nella punta del substrato e del contenitore, è fondamentale che il vaso abbia dei fori di drenaggio, poiché il gelsomino avrà bisogno di annaffiature frequenti e non tollera i ristagni d’acqua nel suo substrato.

Preparare una base di ghiaia e ciottoli di medie dimensioni sul fondo del vaso in modo che i fori di drenaggio non si ostruiscano e il terreno non li attraversi, quindi aggiungi un terriccio leggero e ben drenante. Consigliamo una miscela con una parte di torba, una parte di fibra di cocco e una parte di humus di lombrico, che si traduce in una miscela molto ricca di sostanze nutritive e con una buona capacità di evitare le pozzanghere. Se hai bisogno di una maggiore capacità di rilascio dell’acqua, puoi aggiungere della sabbia all’impasto.

Gelsomino in vaso: irrigazione

Il gelsomino richiede che il terreno o il substrato siano quasi permanentemente umidi, ma non allagati, nei mesi caldi. È meglio annaffiare più frequentemente e meno, e se la pentola ha un piattino sotto, assicurati di rimuovere l’acqua in eccesso 10-15 minuti dopo l’irrigazione. In inverno dovresti ridurre molto l’irrigazione, a una volta alla settimana o ogni quindici giorni.

Gelsomino in vaso: fertilizzante

Se utilizzi una buona quantità di humus di lombrico alla base del substrato, avrai già fornito una buona quantità di nutrienti alla pianta. Tuttavia, nei mesi caldi è consigliabile dare un contributo extra su base mensile. Puoi utilizzare concime e concime specifico, oppure preparare un concime organico fatto in casa con buccia di banana o cenere vegetale, che sono molto ricchi di potassio.

In questi altri articoli spieghiamo come fare il concime organico per piante fatto in casa e come fare l’humus di lombrico.

Gelsomino in vaso: foglie gialle

Se il tuo gelsomino ha foglie gialle, è molto probabile che lo stai annaffiando troppo o perché il substrato non offre abbastanza drenaggio. In tal caso, distanziare le innaffiature o trapiantarle, preparando un impasto con un miglior drenaggio. Può anche capitare che manchi di nutrienti, che dovresti fornire con concime per piante da fiore o con uno dei concimi casalinghi ricchi di potassio che si possono fare.

In questo altro post parliamo di più delle foglie gialle sulle piante: perché compaiono e soluzioni.

Come potare il gelsomino in vaso

La potatura del gelsomino in vaso è importante in quanto darà alla pianta la forza di rifiorire la stagione successiva. Si consiglia di potare il gelsomino in vaso alla fine dell’inverno, dopo il gelo e prima dell’inizio della stagione vegetativa. Segui questi semplici passaggi per potare il gelsomino in vaso:

  1. Assicurati di disinfettare il tuo strumento di potatura prima di usarlo e inizia potando eventuali steli e rami morti o rovinati.
  2. Continua con gli steli che crescono verso l’interno, ostacolando gli altri nuovi sulla pianta, dando la priorità ai grovigli tra di loro.
  3. Taglia anche quelli che crescono in direzioni indesiderate e quelli che sono troppo vecchi per fiorire.

In questo link vedrete una guida specifica sulla potatura del gelsomino: quando e come farlo. Inoltre, in questo video vedrai questa guida sulla cura del gelsomino in vaso e qualche dettaglio in più.

Se desideri leggere altri articoli simili a Gelsomino in vaso: cura e come potarlo, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.